I medici cubani vanno in Italia per aiutare a combattere il coronavirus

Cuba ha inviato una brigata di medici e infermieri in Italia per la prima volta questo fine settimana per aiutare a combattere il nuovo coronavirus su richiesta della regione più colpita della Lombardia.

L’isola dei Caraibi ha inviato i suoi “eserciti vestiti di bianco” a luoghi disastrati in tutto il mondo, in gran parte nei paesi poveri, dall’epoca della sua rivoluzione del 1959. I suoi medici sono stati in prima linea nella lotta contro il colera ad Haiti e contro l’Ebola. in Africa occidentale negli anni 2010.

Tuttavia, con la brigata di 52 membri, questa è la prima volta che Cuba ha inviato un contingente di emergenza in Italia, uno dei paesi più ricchi del mondo, dimostrando l’estensione della sua diplomazia medica.

Questa è la sesta brigata medica che Cuba ha inviato negli ultimi giorni per combattere la diffusione della nuova malattia all’estero. Ha inviato contingenti medici anche agli alleati socialisti in Venezuela e Nicaragua, nonché in Giamaica, Suriname e Granada.

“Abbiamo tutti paura ma abbiamo un dovere rivoluzionario da adempiere, quindi eliminiamo la paura e la mettiamo da parte”, ha detto a Reuters Leonardo Fernández, 68 anni, specialista in terapia intensiva, poco prima della partenza. della sua brigata.

“Chi dice di non avere paura è un supereroe, ma non siamo supereroi, siamo dottori rivoluzionari”.

Fernández ha affermato che questa sarebbe la sua ottava missione internazionale, compresa una in Liberia durante la lotta contro l’Ebola.

Medici cubani in partenza

L’Italia è il paese più colpito dal virus altamente contagioso originato in Cina e la regione settentrionale della Lombardia è la più colpita dall’infezione.

Il bilancio delle vittime è salito da 546 a 3.095 sabato, secondo il suo capo del welfare, Giulio Gallera, che ha chiesto aiuto ai medici cubani.

Compiremo un compito onorevole, basato sul principio di solidarietà ”, ha affermato Graciliano Díaz, 64 anni.

Cuba ha costruito un sistema sanitario che è stato l’invidia dei paesi in via di sviluppo con l’aiuto economico dell’ex Unione Sovietica alleata, anche se alcuni di questi progressi sono stati persi dal crollo del blocco comunista.

Molti ospedali cubani sono caduti in rovina e i cubani affermano di avere difficoltà a trovare farmaci, una situazione che secondo il governo è in gran parte dovuta a sanzioni statunitensi decennali, anche se gli analisti accusano anche l’inefficienza dell’economia statale.

Tuttavia, Cuba ha una delle più alte percentuali di dottori pro capite in tutto il mondo, anche quando esclude quei dottori all’estero, e le sue brigate mediche per il soccorso in caso di calamità continuano a vincere la buona volontà dell’Avana in in tutto il mondo.

“In tempi di crisi, il governo cubano, il popolo cubano (…) è salito all’occasione, hanno ascoltato il nostro appello e hanno risposto”, ha detto il Ministro della Salute giamaicano Christopher Tufton salutando 140 professionisti medici cubani a Kingston. Aeroporto internazionale.

La Gran Bretagna ha anche ringraziato Cuba la scorsa settimana per consentire a una nave da crociera britannica che era stata respinta da diversi porti dei Caraibi di attraccare sull’isola e per consentire l’evacuazione a bordo di oltre 600 passeggeri.

Nel frattempo, Cuba, nota per la sua preparazione alle catastrofi, sta anche intensificando le misure nel suo paese per fermare la diffusione del coronavirus. Finora sono stati confermati 25 casi.

Il presidente Miguel Díaz-Canel ha annunciato venerdì sera che il paese chiuderà i suoi confini ai non residenti stranieri a partire da martedì in un duro colpo a uno dei motori della sua economia in difficoltà di liquidità, il turismo.

Migliaia di dottori e studenti di medicina si recano anche a domicilio monitorando le loro comunità locali.

https://www.reuters.com/article/us-health-coronavirus-cuba/cuban-doctors-head-to-italy-battle-coronavirus-idUSKBN219051

Fonte: Reuters

Traduzione: Lisandro Alvarado

16 Commenti

  • atlas
    22 Marzo 2020

    chi ve lo fa fare, quì non c’è nulla di buono da salvare. Cuba è bellissima, vengo io da voi piuttosto, ci avete tante belle ragazze …

  • atlas
    22 Marzo 2020

    quì siamo solo BASTARDI nati, cresciuti e pasciuti

    Cuba amava Fidel e il Che, quì Mussolini l’hanno ucciso, impiccato ed esposto come un trofeo. Lasciate che ci magnino i cani

    • Alvise
      22 Marzo 2020

      Hai le ragazze nella testa. Dai su, da quello che dici e detto fino ad ora si evince che hai minimo 55 anni, non sei più un giovinotto! Fai il serio.

      • atlas
        23 Marzo 2020

        54 per l’esattezza alvise. E le ragazze non le ho solo nella testa, ma anche nel cuore. E se mi faranno andare in Tunisia, quando sarà, le ritroverò come sempre da 14 anni a questa parte

        le ‘italiane’ (o duosiciliane) non possono nemmeno competere. Seriamente. Tenetevele tutte

        https://www.youtube.com/watch?v=rX9jPVifP1o

  • Glu
    22 Marzo 2020

    Abbiamo tutti paura ma abbiamo un dovere rivoluzionario da adempiere, quindi eliminiamo la paura e la mettiamo da parte”, ha detto a Reuters Leonardo Fernández,.
    Mi sono commosso un dovere rivoluzionario, esempio di speranza.

  • Mardunolbo
    23 Marzo 2020

    Onore ai medici cubani, che so da sempre inviati in Africa e nei luoghi di calamità ! Un esempio per tanti…

    • atlas
      23 Marzo 2020

      i missionari cattolici invece in Africa che vanno a fare ? Ho certe notizie acquisite direttamente a Milano in certi consolidati da tempo ambienti cristiani che veramente gridano vendetta innanzi a DIO per quanto sono INFAMI

      profittarsi di bambini che non hanno un tozzo di pane ? Purtroppo non si può fare praticamente niente, le prove andrebbero ricercate così lontano…ma se potessi fare io…non credo rimarrebbero in vita (e ho le prove, nomi e cognomi)

      • atlas
        23 Marzo 2020

        ho le ammissioni non le prove

        • atlas
          23 Marzo 2020

          e sono porcate che vanno avanti da DECENNI (qualcuno di loro è morto, ma altri sono ancora vivi)

  • Bruno Bianchi
    23 Marzo 2020

    Il ritratto di Fidel non mi è assolutamente piaciuto; cinesi e russi (specialmente) sono stati più discreti.

  • Hannibal7
    23 Marzo 2020

    Onore ai medici cubani…e anche russi che vengono a dare una mano…
    Poco onore invece a chi dice che qui non c’è più nulla di buono da salvare
    Orgoglioso di essere ITALIANO PUROSANGUE tengo a precisare che la nostra classe politica non ha nulla a che fare con la brava gente…che invece andrebbe salvaguardata da sta gente qua

    • atlas
      23 Marzo 2020

      purosangue ‘italiano’ ? Mai esistito

      forse è rimasto qualche cavallo, come Rocco Siffredi

    • Mardunolbo
      24 Marzo 2020

      Concordo ! Lascia perdere Atlas, è un “duosiciliano” ex carabbeniero costretto a mordere il freno a Milano senza pucciare il suo ammenicolo sprepuziato nelle femmine nordafricane. Quindi va in paranoia spesso e vomita insulti acidi per tutti.

      • atlas
        24 Marzo 2020

        se mi leggi bene io non insulto direttamente mai nessuno, nemmeno chi se lo merita. Sono però chiamato a rispondere perchè in caso contrario il silenzio potrebbe venire interpretato come assenso

        pur con fratture nel corpo in qualche caso mi sono prodigato per incontrarmi di persona col mio interlocutore per discutere, ma solo per dimostrare a me stesso se sono vivo o morto

        ovvio che non sta bene nessuno in questa situazione, ma io, a parte che ci sono abituato, di femmine Tunisine ne ho talmente da ricordare che nemmeno me le ricordo più. Tu, non so

        queste sono SOLO le Tunisine. E solo una PICCOLISSIMA parte delle mie amiche e a cui voglio bene, chi a di più, chi nella norma, senza meno, da 15 anni, di cui molte vedrò ancora, se vorrà Iddio

        l’ho fatto apposta quest’album, così la smetti di cagarmi il cazzo (non è un insulto, ma la risposta mi pare adeguata)

        https://www.facebook.com/emanuele.reho.754/media_set?set=a.119383566336679&type=3

    • atlas
      24 Marzo 2020

      annibale, più italiano di un romano non ce n’è: senti che dice all’ultimo, ti riguarda

      https://www.youtube.com/watch?v=r47rrUZipqo&t=10s

  • Benito mio eroe
    23 Marzo 2020

    FUORI STI CAZZO DI STRANIERI DALL’ITALIA
    CHIUDIAMO I CONFINI!!!!
    BASTA STRANIERI CHE FANNO FINTA DI VENIRE PER DARCI UNA MANO MA INVECE VOGLIONO SOLO RUBARE IL LAVORO E LA CASA POPOLARE AGLI ITALIANI E USARE IL WI-FI GRATIS!
    ITALIA AGLI ITALIANI!
    DIO PATRIA E FAMIGLIA
    W IL DUCE, W CRISTO RE
    W CASAPOUND
    W LA MELONI
    W SALVINI
    ABBASSO GLI ZINGARI
    W BERLUSCONI

Inserisci un Commento

*

code