I Media Occidentali Mentono Ancora Sui “Pacifici Manifestanti” E Coprono Gli Estremisti Violenti Neoliberisti


di Drago Bosnic

MOSCA – Il 10 settembre è stato il giorno delle elezioni, il culmine della campagna elettorale. Ma si è verificato un processo parallelo: le proteste di piazza nella capitale, programmate per coincidere con le elezioni alla Duma della città di Mosca. Inizialmente, la causa delle proteste era che a molti candidati era stata rifiutata la registrazione a motivo di un gran numero di frodi nei fogli delle firme

Dopo che il CEC ha affrontato la questione in ogni aspetto e dimostrato in modo dettagliato, pubblico e trasparente online, l’argomento della non registrazione è diventato un punto svantaggioso nell’agenda di protesta. E l’argomento della non registrazione è sfumato tranquillamente. Succesivamente gruppi di manifestanti hanno iniziato a organizzare proteste non autorizzate di strada contro presunte brutalità della polizia, sostenendo di alcune “repressioni politiche” avvenute e manifestando in difesa degli arrestati.

Le proteste a Mosca stanno ottenendo molta copertura da parte dei media occidentali. I raduni sono stati coperti dai media più importanti in Occidente e quello che è sintomatico della loro copertura sta mostrando le proteste come se Putin potesse cadere da un momento all’altro. In realtà, il numero di manifestanti è molto, molto inferiore alle “decine di migliaia”, come affermato in Occidente. E anche se c’erano davvero 100.000 persone nelle strade, questo è a livello di un errore statistico in una città con una popolazione di 13.000.000.

Arresti manifestanti a Mosca


Nota: Tutte le notizie sulle manifestazioni di Mosca sono opportunamente gonfiate dai media occidentali ma non riescono ad occultare che in Russia, come accaduto a Mosca, si celebrano regolari tornate elettorali dove, come accaduto ultimamente, la lista di Putin non ottiene necessariamente la maggioranza dei voti e questo dimostra quanto siano libere le elezioni a differenza di quanto accade in alcuni paesi dell’Occidente democratico.

Fonte: FRN

Traduzione Sergei Leonov

2 Commenti

  • atlas
    13 Settembre 2019

    il problema da risolvere sono proprio le ‘elezioni’ che producono ‘eletti’, non la suinocratica propaganda democratico/massone ‘occidentale’

    Nazioni Sovrane, uscite dall’onu ! Fate una vostra Società di N azioni U nite O rganizzate ! Svincolatevi da parametri suinocratici che vi tarpano le ali e cominciate a volare LIBERI dalla schiavitù giudea, non liberisti di essere subordinati !

  • atlas
    14 Settembre 2019

    iscrivetevi tutti a VK, ora funziona bene anche per noi, è perfetto

Inserisci un Commento

*

code