I media “occidentali” disinformano per mantenere viva la guerra in Ucraina


di Moon of Alabama

La guerra in Ucraina sta chiaramente procedendo a favore della Russia. Questo è il motivo per cui sono sconvolto dalle rappresentazioni incompetenti dei media “occidentali” delle operazioni in corso in questa guerra.

Considera questa mappa del 21 giugno del Calderone di Lysychansk così com’era. La linea del fronte si estendeva per 125 chilometri (78 miglia).
La linea del fronte è stata ridotta a 25 chilometri di lunghezza. Domenica, il ministero della Difesa russo ha annunciato che le sue truppe avevano “liberato” 184 chilometri quadrati nelle ultime 24 ore.

Quando ero nell’esercito, il mio battaglione di carri armati avrebbe dovuto operare su una linea del fronte larga cinque chilometri. Questa è ovviamente una regola pratica che dipende dal terreno e da altre circostanze. Ma possiamo aspettarci che un Gruppo di battaglia Russo (BTG) abbia capacità di copertura in prima linea simili.

Il 21 giugno, la Russia aveva bisogno di circa 25 GTB per coprire la prima linea. Ora ha bisogno solo di 5 GTB per coprire la linea corrente. C’erano e ora ci sono ovviamente truppe di riserva aggiuntive e alcuni BTG vengono ruotati mentre arrivano le truppe riposate, come il presidente russo ha ordinato loro di fare:

“Shoigu ha detto a Putin che l'”operazione” è finita domenica dopo che le truppe russe hanno invaso la città di Lysychansk, l’ultima roccaforte delle forze ucraine a Lugansk. …

Putin, a sua volta, ha affermato che le unità militari “che hanno preso parte alle ostilità attive e hanno ottenuto il successo, la vittoria” a Lugansk “dovrebbero riposarsi, aumentare le loro capacità di combattimento. »

Tra una o due settimane, quei GTB che ora stanno riposando e rifornendo torneranno. Creeranno un nuovo calderone intorno a Siversk e forse Bakhmut, decimeranno le forze ucraine e poi cattureranno l’intera area.

Nonostante questo ovvio percorso di progresso per la parte russa, l’Associated Press riporta:

” L’alto costo delle anticipazioni russe in Ucraina potrebbe limitare le anticipazioni future “

L’unica presunta prova di un alto costo delle operazioni per i russi sono le affermazioni di un “analista militare ucraino” che afferma che alcune unità russe hanno perso metà dei loro soldati. Non ho visto nulla a sostegno di una tale affermazione.

L’autore dell’articolo AP aggiunge quindi questo:

“La manodopera limitata ha costretto i comandanti russi a evitare ambiziosi tentativi di circondare vaste aree del Donbass, optando per manovre più modeste e facendo affidamento su sbarramenti di artiglieria pesante per costringere lentamente gli ucraini alla ritirata. »

Guarda le mappe qui sopra. Cosa ha appena fatto la Russia? Fece un ambizioso tentativo di circondare gran parte del Donbass ed è riuscito in questo sforzo in pochi giorni. L’esercito ucraino ha gettato tutto il suo peso in questo calderone e alla fine ha perso migliaia di uomini mentre l’esercito russo ha evitato il combattimento diretto da uomo a uomo per ridurre al minimo le proprie vittime.

Quindi, mentre gli ucraini beneficiano anche di una linea del fronte ora più breve, hanno perso molti soldati, abbandonato molte attrezzature nelle ultime settimane e avranno difficoltà a costruire riserve.

Non c’è assolutamente motivo di credere che le forze russe non siano in grado di ripetere questo processo più e più volte.

Articoli di disinformazione, come questo di AP, hanno l’obiettivo di affermare che l’Ucraina può ancora vincere la guerra e merita un ampio sostegno per farlo.

La realtà del campo di battaglia è l’opposto. Non c’è alcuna possibilità che l’Ucraina possa ottenere la superiorità sull’esercito russo. Nessuna consegna di armi contribuirà a questo.

Sì, il sistema di artiglieria HIMARS, gestito dall’intelligence statunitense, può colpire depositi di armi russi mal mimetizzati a poche miglia dietro la linea del fronte, come ha fatto due volte finora. Ma la Russia non è a corto di munizioni e prenderà contromisure per proteggerla meglio. Gli eserciti ben funzionanti si adattano sempre a tali sfide.

Qualsiasi prolungamento della guerra comporterà solo più soldati ucraini uccisi, più feriti bisognosi di cure e più distruzione. L’unica cosa sensata da fare ora è sollecitare il presidente ucraino Zelensky a riprendere i negoziati con la Russia e ad ammettere la sconfitta delle sue truppe.

È meglio capitolare ora che aspettare che il leader ceceno Ramsan Kadyrov venga a Kiev per costringerlo a farlo .

Fonte: Moon of Alabma

traduzione: Gerard Trousson

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM