I media americani hanno denunciato il “governo ombra” degli Stati Uniti


Come riportano alcuni media USA, fra cui la rivista American Thinker (https://www.americanthinker.com/) : l’America non è realmente gestita da Biden, ma da Soros

I passi del presidente americano Joe Biden indicano che gli Stati Uniti non sono realmente controllati da lui, ma dal miliardario George Soros, lo scrivono i media americani.

Biden, che dimentica i nomi e soffre di “chiara demenza”, non potrebbe firmare autonomamente “tutte quelle dozzine di decreti estremamente radicali” che hanno provocato “inflazione distruttiva”, crisi migratorie ed energetiche e “terrorismo” contro gli interessi dei cittadini, scrive Brian Kamenker in un articolo per American Thinker, una nota rivista americana .

In precedenza, negli Stati Uniti avevano notato l’apparente incapacità del presidente in carica e lo avevano esortato a dimettersi immediatamente . Inoltre, alcuni ricercatori sospettano che Joe Biden sia afflitto da “decadimento cerebrale”, come riporta ” Agenzia di stampa federale “.

Secondo l’autore dell’articolo, la rete di organizzazioni Soros è coinvolta in questo “governo ombra” che si trova dietro l’mministrazione di Biden.. “Le persone di quel gruppo sono estremamente intelligenti ed esperte, odiano l’America con passione, hanno lavorato per questo per decenni e hanno accesso a ricchezza e influenza indicibili”, dice l’articolo. Sono più che in grado di organizzare tutto ciò che è menzionato sopra, Brajan Kamenker, l’autore, ne è sicuro.

Blinken- Soros connection denunciata da alcuni media USA (https://politiko.al/english/e-tjera/lidhjet-soros-blinken-dhe-shpallja-non-grata-e-berishes-shi-i-new-yo-i453319)

L’autore dell’articolo ha espresso l’opinione che Biden sia diventato presidente grazie a uno sforzo coordinato su larga scala volto a minare il processo elettorale degli Stati Uniti, che ha coinvolto miliardi di dollari e le più potenti corporazioni e organizzazioni politiche americane.

“Guardando ciò che sta accadendo ora e imparando dal passato, non è esagerato dire che siamo tutti passeggeri di un treno che sta andando all’inferno. Se non lo fermiamo presto, non si tornerà indietro “, ha concluso l’osservatore.

In precedenza, la CNN ha rivelato chi considera Biden la persona più pericolosa del mondo.

Inoltre sono emersi di recente anche i legami del segretario di Stato Antony Blinken con il miliadario George Soros, eminenza grigia della finanza internazionale.
In particolare, di recente il New York Post aveva scritto delle connessioni tra Soros e Blinken, che Matt Palumbo descrive nel suo nuovo libro “The Man Behind the Curtain: Inside the Secret Network of George Soros”.

Secondo Palumbo, Soros e Blinken hanno legami familiari. Sottolinea il fatto che il padre del Segretario di Stato Donald Blinken, l’ex ambasciatore degli Stati Uniti in Ungheria, e sua moglie Vera hanno finanziato l'”Open Wine Society Archives” e l’Università dell’Europa centrale di Donald Blinken a Budapest, che è stata fondata e finanziata da Soros.

Palumbo cita anche un rapporto, in cui il padre di Antony Blinken si colloca nel Consiglio di fondazione dell’università, con Soros come presidente. Sottolinea inoltre che dopo la conferma di Antony Blinken alla carica di segretario di Stato, il quotidiano ungherese Magyar Nemzet lo aveva definito “una grande notizia per George Soros”.

Tutte queste informazioni ed inchieste che filtrano dai media USA confermano quanto da tempo si sapeva ma non si poteva dire, ovvero che i governi dei paesi occidentali sono infiltrati e manipolati dalle elite della grande finanza sovranazionale, quelle che investono enormi cifre per comprarsi politici, media e influencer al fine di determinare quelle scelte politiche che sono conformi ai propri interessi. L’Amministazione degli Gli Stati Uniti in questo momento è guidata da questi pesonagggi senza scrupoli che sono pronti ad imbastire guerre, campagne terroristiche, a veicolare la loro velenosa propaganda contro governi o esponenti politici che si oppongono ai loro piani nefasti. Pericoloso mettesi contro di loro, si rischia di persona e ci si espone alla possibilità di diventare bersaglio dei servizi di intelligence che provvedono alla eliminazione fisica delle persone scomode, di intralcio ai piani delle elite di potere. La lista delle vittime è abbastanza lunga.

Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM