I media americani hanno annunciato attacchi aerei su obiettivi iraniani in Iraq e Siria

L’aviazione americana potrebbe iniziare attacchi contro obiettivi in ​​Medio Oriente legati all’Iran. È interessante notare che i media americani hanno già annunciato attacchi aerei contro obiettivi iraniani in Iraq e Siria.

In particolare, ne ha parlato il Wall Street Journal, citando fonti informate.

Si nota che l’ aviazione americana effettuerà attacchi in risposta agli attacchi di gruppi armati filo-iraniani contro obiettivi militari degli Stati Uniti in Medio Oriente.

La risposta dovrebbe iniziare questo fine settimana, dice la fonte.

Secondo gli interlocutori dei media, la risposta degli Stati Uniti sarà articolata in più fasi. Conterrà misure sia militari che di altro tipo. Allo stesso tempo, le autorità statunitensi cercheranno di evitare che la situazione nella regione peggiori. Tuttavia, secondo i giornalisti, permane il rischio che la guerra “ombra” tra Stati Uniti e Iran si trasformi in un conflitto armato diretto.

Prima di ciò, il canale televisivo CBS aveva riferito dei prossimi attacchi americani sul territorio di due stati arabi. Il rapporto afferma che sarebbero durati diversi giorni e avrebbero preso di mira obiettivi iraniani e personale militare in Iraq e Siria.
Va notato che gli americani raramente annunciano le loro operazioni militari, preferendo agire all’improvviso. Sembra che in questo caso stiano avvisando gli iraniani in modo che abbiano il tempo di prepararsi e adottare misure per respingere gli attacchi o effettuare un’evacuazione parziale. Pertanto, il danno a loro sarà minimo. In questo caso, le autorità statunitensi non “perderanno la faccia” rispondendo agli attacchi contro i loro obiettivi in ​​Medio Oriente e si eviterà uno scontro militare con l’Iran.

Da parte sua il comandante del gruppo di al-Nujaba “Per quanto riguarda [dichiarazioni] rilasciate dalla macchina da guerra psicologica americana, che ha minacciato e avvertito, non ci intimano né ci impediranno [di continuare le operazioni]”, giurando che qualsiasi attacco statunitense riceverà una “risposta adeguata”.

“La Resistenza islamica in Iraq, incluso il movimento al-Nujaba e le sue altre fazioni, continuerà con la decisione [di fare pressione su Washington attraverso operazioni] finché le nostre richieste non saranno soddisfatte”, ha concluso.

Il segretario generale del movimento di resistenza iracheno al-Nujaba ha annunciato venerdì che le operazioni del gruppo contro le forze statunitensi non si fermeranno fino alla fine della guerra israeliana a Gaza e al completo ritiro dell'”occupazione americana” dall’Iraq.

Gli Stati Uniti hanno lanciato una serie di minacce la scorsa settimana in seguito all’attacco di droni che avrebbe ucciso tre dei loro soldati in una base americana nel nord-est della Giordania.

Fonte: Agenzie

Traduzione e sintesi: Luciano Lago

11 commenti su “I media americani hanno annunciato attacchi aerei su obiettivi iraniani in Iraq e Siria

  1. I criminali americani attaccano sentendosi al sicuro oltre oceano ; nei guai restano i servi europei sgovernati dai loro complici come Von der Leyen, Lagarde, Draghi e traditori della stessa risma.

  2. Tecnologicamente parlando, l’Iran surclassa gli Stati Uniti. Se non hanno mai osato attaccare dalle portaerei il Venezuela, che nel suo piccolo, ha centinaia di S-300, il che vuol dire centinaia di cacciabombardieri americani abbattuti ………………. penso che se vogliono suicidarsi, s’accomodino pure, gringos de mierda.

      1. E’ una questione di mezzi ed ingegneri. In America gli ingegneri non sono molto considerati. Le famiglie benestanti preferiscono che i figli studino giurisprudenza, ecc. . Ne consegue che l’Iran per esempio ha i missili IPERSONICI. Cosa che l’America non riesce a realizzare. E’ una tecnologia più avanzata, con propellenti, o nuovi combustibili con la combustione supersonica (mentre nei turboreattori comuni la combustione non è supersonica).

  3. Il media ebraico NYT cerca di pompare le defunta potenza militare USA con una serie di balle.
    La verità è che gli americani lanceranno qualche missile nel deserto per non far vedere che calano le brache, sprecando missili che la loro defunta industria non può sostituire.
    In realtà l’economia americana sta andando sempre peggio, il sistema bancario americano sperava ardentemente che la FED abbassasse i tassi di interesse in modo che il denaro costasse meno e che i titoli di stato americani che hanno in pancia per centinaia di miliardi di dollari si rivalutassero, ma l’elevata inflazione e il buon andamento dell’occupazione allontana il taglio dei tassi di interesse, e questo ha fatto crollare in borsa i titoli di molte banche regionali già semi fallite come New York Community Bank, Zions Bank, Signature Bank ed altre, anche del 25-50% del valore in una settimana.
    Nel frattempo il debito pubblico federale si espande in continuazione, è vicino ai 42200 miliardi di dollari, per pagarne gli interessi il Tesoro USA deve emettere ogni trimestre nuove ondate di titoli di stato federali per decine di miliardi di dollari, che hanno sempre meno acquirenti.
    Gli USA si trovano nel paradosso di avere stati popolosi e potenti come la California, il Texas, la Florida, New York, l’Illinois ed altri che hanno floride economie industriali, agricole, logistiche e un governo federale sempre più indebitato e debole, oltre che screditato.
    Tra non molto forse gli USA cesseranno di essere uno stato unitario, senza nemmeno guerre civili.

  4. E se per caso i maledetti yankee o i loro perversi padroni ebrei colpissero, diciamo per errore, obbiettivi russi, che in Siria ci sono?

    Cari saluti

  5. Partigiani e guerriglieri NON dispongono MAI nè di difesa aerea né di basi operative fisse né di veri accampamenti fissi Nè si rendono VISIBILI !
    Partigiani e guerriglieri devono rendersi invisibili specilmente se combattono contro gli invasori USA & NATO noti criminali di guerra che non rispettano le leggi internazionali di guerra ed usano armamenti vietati dalla convezione di Ginevra !
    Tutti i paesi USA & NATO sanno molto bene che il loro bombardamento a tappeto fatto a casaccio missilistico ed aereo su paesi e città Siriane o Irachene verranno massacrati migliaia di civili e verranno distrutti migliaia di abitazioni private -scuole-ospedali- asili-eccetera !
    Per sbaglio finito il bombardamento a tappetto indiscriminato USA & NATO qualche decina di guerriglieri o di partigiani Filo-Iraniani verrano feriti o uccisi e qualche loro armamento verra distrutto ma nel complesso NON verrannò inferti ai Partigiani Filo-Iraniani grossi danni !
    Tutti i paesi USA-NATO-ISRAELE usano nelle loro guerre di aggressione la stessa tattica Nazista-Fascista che veniva usata durante i rastrellamenti per eliminare i partigiani solo che lo fanno provocando un vero Sterminio di civili indifesi e distruggendo interi paesi-città !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus