I gruppi della Resistenza in Iraq annunciano di aver attaccato un obiettivo israeliano “vitale e chiave” nel sud delle alture di Golan siriane occupate

Attraverso un comunicato diffuso giovedì scorso, il movimento popolare iracheno (Kataib Hezbollah), che riunisce combattenti antiterrorismo, ha rivendicato l’attacco contro un obiettivo israeliano “vitale e chiave”, situato nel sud dell’insediamento israeliano Eliad , nelle trafficate alture di Golan.

Alcuni rapporti sostengono che l’obiettivo dell’attacco fosse una base che ospitava la flotta di droni del regime israeliano.

La Resistenza Irachena ha precisato di aver effettuato l’attacco utilizzando “armi appropriate” a sostegno del popolo palestinese nella Striscia di Gaza, che subisce incessanti bombardamenti israeliani dal 7 ottobre. La campagna di aggressione di Israele ha finora causato la morte di oltre 21.000 vite innocenti, soprattutto donne e bambini.
Intanto i media israeliani hanno riferito che un “drone kamikaze” avrebbe attaccato un edificio situato nel Golan meridionale, senza fornire ulteriori dettagli.

Il canale israeliano 12 ha invece affermato che se fosse confermato che l’operazione dei droni è stata effettuata dalla Siria, sarebbe la prima volta dall’inizio del conflitto a Gaza che si verificherebbe un attacco di questo tipo.

La Resistenza Islamica Irachena ha attaccato il centro di spionaggio israeliano a Erbil, in Iraq.
Allo stesso modo, Kataeb Hezbollah ha affermato di aver attaccato questo giovedì un centro di intelligence tecnica affiliato al regime israeliano nel nord-est di Erbil, capitale della regione semiautonoma del Kurdistan iracheno.

Forze di Kataib Hezbollah in Iraq

La Resistenza Irachena ha anche rivendicato la responsabilità di numerosi altri attacchi contro obiettivi israeliani, tra cui il porto meridionale di Eilat e il giacimento di gas di Karish nel Mediterraneo , oltre a lanciare più di 100 attacchi contro le forze e le basi americane situate in Iraq e Siria per l’incrollabile sostegno di Washington all’offensiva genocida israeliana su Gaza.
Nota: Il fronte della Resistenza si compatta coordinando le azioni dall’Iraq, dal Libano, dalla Palestina occupata e dalla Siria, oltre che dallo Yemen. Questo mette in gravi difficoltà Israele ed il suo socio USA che non riescono a fronteggiare questa ondata di attacchi per terra e per mare. Tale situazione è testimoniata dall’alto numero di perdite di uomini e di mezzi subite dall’esercito israeliano, con il terrore che si è diffuso tra gli israeliani che devono affrontare i combattenti della resistenza tra le macerie di Gaza.

Fonte: Hispan Tv

Traduzione e nota: Luciano Lago

4 commenti su “I gruppi della Resistenza in Iraq annunciano di aver attaccato un obiettivo israeliano “vitale e chiave” nel sud delle alture di Golan siriane occupate

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM