I droni di Hezbollah hanno colpito il centro di comando israeliano

L’attacco con i droni è stato lanciato subito dopo l’uccisione di tre membri di Hezbollah nel villaggio meridionale di Ghandouriye.
Hezbollah ha lanciato un attacco con droni contro un centro di comando israeliano nella città occupata di Safad il 9 gennaio, in risposta all’assassinio del capo di Hamas Saleh al-Arouri a Beirut la scorsa settimana e all’uccisione mirata del massimo comandante di Hezbollah Wissam al-Tawil nel sud. Lunedì il Libano.

“La Resistenza islamica in Libano ha preso di mira il quartier generale del comando settentrionale dell’esercito nemico nella città occupata di Safed (base di Dado) con diversi droni d’attacco”, ha detto Hezbollah in una nota.

I filmati che circolano sui social media mostrano il fumo che si alza da vicino all’edificio dove si trova il centro di comando.
Diverse altre operazioni sono state effettuate da Hezbollah all’inizio della giornata, compreso un attacco missilistico contro la caserma di Yiftah.

L’attacco di Hezbollah al centro di comando di Safad è avvenuto dopo che la Reuters aveva riferito che un attacco israeliano nel villaggio meridionale di Ghandouriye aveva ucciso tre combattenti della resistenza.

Il notiziario britannico non ha identificato chi fossero i tre membri.

Lunedì Israele ha assassinato Wissam al-Tawil, il vice capo di un’unità all’interno della forza d’élite Radwan di Hezbollah. Lui e un altro combattente di Hezbollah sono rimasti uccisi quando la loro auto è stata colpita in un attacco nel villaggio di Khirbet Selm, nel Libano meridionale.

Fonti della sicurezza citate da Reuters hanno definito l’attacco “un colpo molto doloroso”.

Israele aveva lanciato un attacco con droni sulla periferia meridionale di Beirut il 2 gennaio, assassinando il massimo comandante di Hamas e fondatore della filiale delle Brigate Qassam nella Cisgiordania occupata, Saleh al-Arouri.

L’attacco ha segnato il primo attacco israeliano alla capitale libanese dalla guerra del 2006.

Hezbollah ha risposto il 6 gennaio, lanciando più di 60 razzi sulla base di controllo aereo israeliana di Meron . La base di sorveglianza critica monitora la regione ed è un punto di controllo critico per l’aeronautica israeliana.

Fonte: The Cradle

Traduzione: Luciano Lago

5 commenti su “I droni di Hezbollah hanno colpito il centro di comando israeliano

  1. Della base di Meron, ossia il centro di intelligence elettronica del nord dell’Israele, se ne può parlare al passato, secondo me,
    dato che è stata distrutta. Ne consegue che l’Israele è accecato nel nord. L’altra e unica base rimasta di intelligence elettronica. è nel sud del paese.

  2. Si noti come Hezbollah colpisce obbiettivi squisitamente militari, come fanno i russi nella OMS in ukraina, mentre gli ebrei dell’entità sionista ricorrono all’omicidio, alla strage e colpiscono sempre più spesso obbiettivi squisitamente civili, come fanno i nazi-ukro-nato … I due conflitti in corso non sono separati, ma sono parte di un’unica guerra.

    Cari saluti

    1. Mi permetto una precisazione. Gli obiettivi colpiti da Israele, secondo la loro cultura, sono obiettivi zootecnici non civili. Gli ha spiegato così il loro Dio…

  3. La situazione dei sionisti comincia a farsi pesante, non solo a Gaza hanno avuto centinaia di caduti e migliaia di feriti tanto che stanno cominciando a ritirarsi, e tra i feriti c’è pure il figlio del rabbino capo dell’esercito che pare abbia perso entrambe le gambe, ma pure in Cisgiordania i servizi di sicurezza temono l’esplosione della popolazione palestinese, provata ancora più di quella sionista dalla guerra sul piano economico e sociale, tanto che il regime sionista pare abbia avuto la faccia di bronzo di chiedere agli Emirati di pagare lauti sussidi ai disoccupati palestinesi.
    L’emiro bin Zayed ha replicato invitando i sionisti a rivolgersi a Zelensky.
    Pure negli USA la situazione della locale maggiore comunità ebraica comincia a farsi difficile, a New York 10 ebrei sono stati arrestati in relazione a una bizzarra rissa segreta in un tunnel sotterraneo nel quartier generale di Chabad a Crown Heights, New York.
    Gli americani sui social, almeno quelli antisemiti, avendo visto nei video riguardanti questo tunnel dei materassi sporchi di sangue tirati fuori dalla polizia dal tunnel stesso, che poi sarebbe dovuto finire sigillato con del cemento, e infatti gli ebrei arrestati hanno cercato di bloccarne la chiusura, hanno perfino ipotizzato che su quei materassi siano stati effettuati dei sacrifici rituali di bambini.
    Ormai negli USA l’antisemitismo, causato dall’influenza sproporzionata di Israele, sta dilagando.

  4. Annibal 61 : Non lo ha spiegato il loro Dio( che e’ l’ Unico vero Dio ! ) che ha invece condannato la loro ( e quella di tutti noi ) Ingiustizia , ma offerto la possibilita’ della Giustificazione e della Redenzione in Cristo Gesu’ ! Le Elite ebraiche allora ( come oggi ) hanno Rifiutato questo messaggio di Amore Universale, per rifugiarsi nel loro razzismo biologico-culturale e di supremazia etnica ; e hanno ucciso il Messia, Figlio di Dio che proclamava il Regno di Dio aperto avtutte le genti ! Inaccettabile per una visione etno- centrica ebraida.
    I Loro rabbini hanno , nei secoli, codificato simili insegnamenti che considerano Tutti i Non ebrei ( Goym…) quali esseri intrinsecamente inferiori e quasi alla stregua di ” animali che parlano ” !
    Ognuno puo’ fare le proprie scelte e le dottrine che preferisce ….ma con Chiarezza , e Dopo aver chiari gli insegnamenti che si condannano ( prima di conoscerli in profondita’ ) !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM