I doppi standard dei media occidentali assordano le orecchie del mondo con la loro menzogna in difesa della libertà di espressione

placeholder

Il portavoce del ministero degli Esteri iraniano Nasser Kanaani ha affermato che i media occidentali chiudono un occhio sulla repressione e la violenza contro i manifestanti nei territori occupati e dipingono queste proteste come un simbolo della falsa democrazia nell’entità di occupazione israeliana.

Ieri, sabato, diverse città dei territori occupati hanno assistito a manifestazioni contro il primo ministro dell’entità sionista, Benjamin Netanyahu, per la ventottesima settimana consecutiva, e Tel Aviv e Haifa sono state tra le città in cui sono state organizzate queste manifestazioni.

A questo proposito, il portavoce del ministero degli Esteri iraniano, Nasser Kanaani , ha sottolineato in una serie di tweet sulla sua pagina Twitter i doppi standard dei media occidentali nel coprire le notizie di queste manifestazioni e pubblicare immagini al riguardo, e ha scritto : Assistiamo alla continuazione di diversi mesi di proteste e scioperi, e le manifestazioni che hanno paralizzato centinaia di migliaia di persone nei territori occupati e la loro repressione utilizzando gli ultimi mezzi di violenza contro i manifestanti e nascondendo le statistiche dei morti, feriti e arrestati dal forze di sicurezza e polizia nell’entità sionista.

Manifestazioni contro Netanyahu in Israele

Ha aggiunto: L’impero dei media occidentali, che chiude un occhio sulla repressione e la violenza contro i manifestanti, ritrae queste proteste come un simbolo della falsa democrazia in “Israele”, mentre gli stessi media occidentali coprono il più piccolo raduno e protesta in un paese che non è un alleato dell’Occidente, e con la grande menzogna per difendere la libertà di espressione e i diritti umani, assordano le orecchie del mondo, o descrivono le rivolte, la violenza e la distruzione come protesta e rivoluzione.

Fonte: Al Alam.ir

Traduzione: Fadi Haddad

2 commenti su “I doppi standard dei media occidentali assordano le orecchie del mondo con la loro menzogna in difesa della libertà di espressione

  1. I trombettieri e gli scribacchini della propaganda occidentale parlino di Assange, di Guantanamo, della fame e della infelicità che vengono procurate dall’occidente collettivo e dal capitalismo finanziario dalla Thacher e Reagan in poi ; e la smettano di inventarsi ”rivoluzioni colorate” in giro per il mondo. A forza di menzogne non hanno più alcuna autorità, fanno solo guerre che perdono regolarmente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM