I Crimini commessi in Kosovo non vanno dimenticati


By Sorbello Giuseppe e Bijliana Stojanovic


La portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zaharova ha dichiarato, in una riunione informativa, che chiunque sia coinvolto in crimini in Kosovo dovrebbe essere punito.
“Un’altra pagina storica e tragica della storia da ricordare nel 2019 sono gli eventi del 1999, gli eventi in Jugoslavia quando la NATO bombardò un paese, uno stato sovrano, la capitale di quello stato e i civili mentre la stessa NATO utilizzava munizioni con uranio impoverito”. ha detto Zaharova.
“Accogliamo con favore i passi dei parlamentari serbi che dicono la verità sui tragici eventi in Jugoslavia riguardo all’aggressione della NATO contro quel paese con il pretesto inventato dall’Occidente della primavera del 1999.”
Zaharova ha osservato che l’analisi e il confronto dei fatti dal rapporto del deputato dell’Assemblea nazionale serba Bozidar Delic, che è un generale in pensione e testimone diretto di quegli eventi, e il rapporto precedentemente presentato dell’Alleanza del Nord Atlantico, mostrano chiaramente che la quantità di uranio impoverito rilasciata nel rapporto della NATO è almeno 20 volte di quella dichiarata .
“Il tempo ha dimostrato che i bombardamenti della NATO non erano solo un’azione militare illegale, ma anche una specie di bomba a tempo, che continua a costituire una minaccia per la salute di milioni di cittadini comuni, compresi i bambini”, ha aggiunto.
Ha ricordato che circa 2000 civili sono stati uccisi durante quella “barbarica operazione speciale, cinicamente chiamata intervento umanitario”, di cui almeno 89 erano bambini, tra cui albanesi del Kosovo, il cui cosiddetto salvataggio era guidato dalla NATO.
A causa dell’uso di munizioni con uranio impoverito, il suolo e l’acqua sono stati contaminati in molti luoghi, portando a un aumento significativo del cancro e nessuno ha rivendicato la responsabilità.
Nel contesto di questo tema regionale, ha anche toccato il Tribunale speciale che si occupa dei crimini commessi dagli albanesi del Kosovo.

“Per ora, non vi è alcun risultato del lavoro della corte istituita a L’Aia nel 2008 per i crimini dell ‘” Esercito di liberazione del Kosovo “. Nessuno è stato ancora accusato da chiunque sia coinvolto, tra le altre cose, nel rapimento e nell’uccisione di persone per la vendita di organi sul mercato nero “.
“Sottolineiamo che tutti coloro che sono coinvolti in questi crimini dovrebbero essere assicurati alla giustizia e ricevere una meritata punizione, indipendentemente dalle funzioni che hanno oggi”, ha concluso Zaharova.

Serbia Nazionalisti


La Corte internazionale di giustizia internazionale e la Procura speciale per il crimine in Kosovo, 1998-1999, erano state precedentemente costituite nei Paesi Bassi, annunciando che erano pronte per essere operative solo a luglio 2017. Il punto di partenza delle loro azioni è stato un rapporto del 2010 del rappresentante speciale del Consiglio d’Europa Dick Marty sui crimini dell’UCK. I casi più gravi sono il traffico di stupefacenti, il rapimento e il traffico di organi umani. Il procuratore speciale Jack Smith ha visitato Pristina alla fine di ottobre 2018, ma finora non sono state presentate accuse.
Il conflitto armato di separatisti albanesi dell’Esercito di liberazione del Kosovo e dell’esercito e della polizia serbi nel 1999 ha portato all’attaco dinamitardo alla Jugoslavia da parte delle forze NATO.
Le strutture kosovaro-albanesi di Pristina hanno dichiarato unilateralmente l’indipendenza dalla Serbia il 17 febbraio 2008. L’autoproclamata repubblica non è riconosciuta da Serbia, Russia, Cina, Israele, Iran, Spagna, Grecia e molti altri paesi.

Fonte: Sputnik news

1 commento

  • Aldomiro
    10 Agosto 2019

    Prima si deve chiedere la pulizia etnica della Serbia che a inzi già al era di Tito molto più, i nostri la siamo l’unico paese Albania che confiniamo con noi stessi, per i errori della nostra bella Europa ma su questo molti cittadini europei non lo sano basta leggere un po di storia e non parlare per aria e vendere un articolo Grazie

Inserisci un Commento

*

code