I civili siriani a Qamishli bloccano convoglio USA e nasce scontro a fuoco

In video: l’esercito siriano e gli abitanti dei villaggi protestano e bloccano la pattuglia americana che uccide un civile; arrivano i russi e gli americani se ne vanno

La maggior parte della Siria nord-orientale è sotto il controllo militare delle circa 40.000 milizie curde YPG, ma l’area è araba quanto a demografia curda.

La presenza del governo siriano è costituita da una piccola enclave vicino alla città di Qamishli e recentemente, nell’ambito di un accordo con i curdi, un numero limitato di truppe siriane è tornato al confine con la Turchia per una difesa comune contro il vicino settentrionale.

Sembra che gli insediamenti arabi siano stati incoraggiati dal ritorno dei loro militari, quindi un villaggio appena fuori dall’enclave del governo siriano a Qamishli ha anche iniziato a bloccare l’ingresso delle forze statunitensi.

Questo è a meno di 5 km dal confine turco

Oggi, la pattuglia degli Stati Uniti ha tentato di attraversare il villaggio filo-governativo di Khirbet Amo ed è stata fermata dai suoi abitanti e combattenti, o guardie locali dell’NDF (Forza di Difesa Nazionale) o alcune delle truppe siriane appena arrivate inviate al confine .

Quello che è successo dopo è incompleto. C’è stato uno scontro, alcuni rapporti dicono che gli abitanti del villaggio hanno lapidato il convoglio americano e gli americani hanno restituito il fuoco vivo, uccidendo uno degli abitanti del villaggio. Il Pentagono afferma che le sue truppe sono state attaccate per prime. Altri rapporti dicono che gli americani hanno poi chiamato un attacco aereo nel villaggio, mentre alcuni dicono che gli americani hanno semplicemente chiamato l’aereo per andare in giro per il villaggio. La verità è che alla fine sono arrivati i russi e dopo un po di tempo gli americani si son ritirarati.

  • AGGIORNAMENTO: Secondo una cronologia, un cocktail Molotov è stato lanciato e ha colpito uno dei veicoli statunitensi resistenti alle mine. Questo ha causato il danno più piccolo. Quindi, le truppe americane hanno aperto il fuoco uccidendo una persona, forse il lanciatore di cocktail, o il civile che protestava più vicino. E’ stato dopo questo che sono stati colpiti loro stessi. L’esclusivo aereo da caccia americano in testa ha lanciò munizioni lanciarazzi anziché bombe.

Tuttavia, non risulta chiaro perché gli americani fossero lì. Lo scorso ottobre, per ordine di Trump, si ritirarono dall’immediata zona di confine per consentire un’invasione turca. Questo è stato seguito dai russi che si sono trasferiti per contenere i turchi in un modo che Trump non era disposto.
Dal momento che hanno abbandonato il loro ruolo di protezione delle frontiere ai russi, cosa stanno ancora facendo attraversare la barriera di confine?
Rapporto molto decente di The Defense Post:

Le forze statunitensi si scontrano con i civili locali al checkpoint del regime siriano a Qamishli

Le forze statunitensi si sono scontrate mercoledì con civili vicino a Qamishli nella Siria nord-orientale, vicino al confine turco, dopo uno scontro contro una pattuglia di un convoglio americano.

Lo scontro è avvenuto a un checkpoint della milizia delle forze di difesa nazionale del governo filo-siriano a Khirbat Amo, Dirbat, a est dell’aeroporto di Qamishli, nella periferia sud della città, ha affermato il Centro informazioni di Rojava .

https://twitter.com/GregYou19929332?ref_src=twsrc%5Etfw%7Ctwcamp%5Etweetembed%7Ctwterm%5E1227586411328610310&ref_url=https%3A%2F%2Fes.news-front.info%2F2020%2F02%2F12%2Fen-video-el-ejercito-sirio-y-los-aldeanos-protestan-y-bloquean-la-patrulla-estadounidense-que-mata-a-un-civil-los-rusos-llegan-y-los-estadounidenses-se-van%2F

Personale militare degli Stati Uniti . Ha affrontato la gente del posto e si sono sparati da fra loro, secondo il ricercatore della RIC Thomas McClure, il quale ha affermato che si può vedere un attacco aereo americano.
Dall’ufficio del gruppo.

Soldati e civili siriani

“Il 12 febbraio, le forze della coalizione, che stavano conducendo una pattuglia di mezzi vicino a Qamishli, in Siria, hanno incontrato un posto di blocco occupato dalle forze del regime filo-siriano. Dopo che le truppe della Coalizione hanno emesso una serie di avvertimenti e tentativi di ridurre l’escalation, la pattuglia è stata attaccata con armi leggere da individui sconosciuti.
Per autodifesa, le truppe della Coalizione hanno risposto al fuoco. La situazione è stata ridotta ed è sotto inchiesta. La pattuglia della coalizione è tornata alla base “, ha detto il colonnello Myles B. Caggins III, un portavoce militare della coalizione.

Scontro a fuoco al Check point siriano

Caggins ha riferito a The Defense Post che non c’era nessun attacco aereo.

Non era chiaro se lo scontro fosse tra personale militare americano. UU. E i membri della milizia, i manifestanti civili o una combinazione di entrambi. Le forze russe più tardi arrivate sulla scena per mediare, secondo altri rapporti.

Il video pubblicato sui social network sembrava mostrare almeno quattro veicoli blindati americani fermati su una strada con personale militare a piedi. Un secondo video mostrava veicoli blindati con bandiere russe e siriane.

Un ferito che indossa un’uniforme dell’esercito arabo siriano è stato portato in un ospedale vicino, ha detto McClure, mentre i media siriani dello stato della SANA hanno riferito che un civile è stato ucciso e un altro è rimasto ferito nello scontro.

I residenti hanno attaccato il convoglio dopo che i soldati statunitensi hanno aperto il fuoco sui civili, secondo il rapporto della SANA, che non è stato verificato.

Un video successivo della Northern Press Agency collegato a SDF mostrava un veicolo americano danneggiato che veniva rimorchiato attraverso un villaggio.

L’incidente minaccia di aumentare le tensioni tra le forze statunitensi e russe che sostengono l’esercito del presidente siriano Bashar al-Assad in aree già congestionate della Siria nord-orientale.

Le forze russe hanno pattugliato l’area circostante da ottobre, quando la Turchia e i suoi rappresentanti ribelli siriani hanno lanciato un raid su parti del territorio controllato dalle SDF per forzare l’uscita dalla regione di confine.

La Russia ha occupato l’aeroporto di Qamishli da metà novembre.

Un piccolo numero di truppe statunitensi rimane nel paese dopo che il presidente Donald Trump ha dichiarato che avrebbe ritirato la maggior parte delle forze siriane. Trump aveva invertito la direttiva e ha detto che avrebbe lasciato un piccolo numero per proteggere i campi petroliferi critici e impedire loro di cadere nelle mani del regime o dell’Iran, ma le truppe statunitensi rimangono ancora nelle aree controllate dalle forze democratiche siriane nel nord-est.

Il controllo di sicurezza di Qamishli, la capitale de facto dell’autoproclamata regione autonoma della Siria settentrionale e orientale, è divisa tra la SDF (curdi) e il governo siriano.

https://es.news-front.info/2020/02/12/en-video-el-ejercito-sirio-y-los-aldeanos-protestan-y-bloquean-la-patrulla-estadounidense-que-mata-a-un-civil-los-rusos-llegan-y-los-estadounidenses-se-van

Fonte: New Front

Traduzione: Luciano Lago

1 commento

  • atlas
    12 Febbraio 2020

    lo scontro Russia-nato si avvicina sempre più, ma io non ho paura; nemmeno della Segreche è un virus peggio della sars

Inserisci un Commento

*

code