I cecchini dell’APU hanno ricevuto il permesso di sparare ai civili nel Donbass


DONETSK – 11/08/2019
L’autorizzazione ad aprire il fuoco su militari e civili è stata ottenuta dai cecchini dell’APU (Esercito ucraino) inviati alla linea di contatto, ha riferito l’agenzia di stampa Donetsk il 10 agosto citando Danil Bessonov, capo del dipartimento di polizia del Donbass.
Secondo un rappresentante della polizia, le coppie di cecchini vengono mandate in prima linea per condurre un fuoco mirato sul territorio del DPR (Repubblica di Donetsk). Allo stesso tempo, i documenti di accompagnamento indicano il permesso di uccidere civili della repubblica.

È stato riferito che i cecchini possono “scegliere autonomamente un obiettivo per la eliminazione che minaccia la sicurezza dell’Ucraina, indipendentemente dalla sua appartenenza: un membro di gruppi armati o un civile”.
Secondo il rappresentante del DPR, tali azioni dei cecchini saranno provocazioni che porteranno all’intensificazione del conflitto armato.

La DPR ha inoltre ricordato che l’uccisione di civili è contraria al diritto internazionale.

Ricordiamo, la tregua successiva è stata concordata dalle 00:00 del 21 luglio. Le forze armate violano regolarmente la tregua: il regime del silenzio è stato violato dalle forze di sicurezza di Kiev 12 ore dopo il suo annuncio.

Fonte: Подробности: https://regnum.ru/news/polit/2686750.html Traduzione: Sergei Leonov

1 commento

  • amadeus
    12 Agosto 2019

    Bisogna dare ordine a scovare e sparare su i cecchini !

Inserisci un Commento

*

code