I bombardieri strategici della Russia hanno simulato un attacco nucleare sulle basi più grandi USA in Norvegia

I bombardieri americani schierati in Norvegia sono stati “distrutti” in una simulazione di un attacco nucleare da parte delle forze aerospaziali russe.

I bombardieri strategici B-1B Lancer della US Air Force, posizionati ​​in Norvegia pochi giorni fa, sono stati “distrutti” da un attacco nucleare russo. Lo dimostra il volo odierno dei bombardieri strategici russi Tu-160 “White Swan”, che sono volati verso le coste della Groenlandia, “distruggendo” contemporaneamente la base dell’aeronautica americana Thule e la base dell’aeronautica norvegese con i B-1B Lancer strategici bombardieri sulla via del ritorno.
I bombardieri strategici russi sono stati in aria per almeno 12 ore, completando uno dei voli più lunghi, e su una parte della rotta gli “strateghi” russi sono stati accompagnati dai caccia intercettori supersonici MiG-31, decollati dalla base aerea di Novaya Isola di Zemlya.

“Due vettori missilistici strategici Tu-160 (scheda RF-94111, indicativo di chiamata 28851 e scheda RF-94112, indicativa di chiamata 28852), il terzo Tu-160 (indicativo di chiamata 28853 ha funzionato come relè di comunicazione) ha eseguito un volo pianificato nello spazio aereo sopra le acque neutre di Barents, Groenlandia e mari di Norvegia. Il ministero della Difesa russo ha riferito che la durata del volo era di circa 12 ore. La scorta del caccia è stata fornita dagli equipaggi della base aerea MiG-31 Rogachevo (Novaya Zemlya) dell’aviazione navale della Flotta del Nord “, come è stato riferito.

Mig -31 su base artica russa

I voli previsti, a quanto pare, sono associati alla concentrazione delle forze USA nell’Artico da parte di Washington, mentre, vista l’importanza della base aerea di Thule e della base aerea sul territorio norvegese, era probabile che si stesse praticando un attacco nucleare strategico simulato.

Nota: L’Artico si va riscaldando nello scontro fra USA e Russia che si profila sempre più prossimo . La Russia, che dispone della maggore costa artica e del conseguente spazio marittimo e aereo nell’area, non permetterà che altre potenze interferiscano sulla sua area strategica. La risposta russa al potenziamento della flotta aerea USA nell’Artico non si è fatta attendere.


Подробнее на: https://avia.pro/news/strategicheskie-bombardirovshchiki-rossii-otrabotali-yadernyy-udar-po-krupneyshim-bazam-s

Traduzione, Sergei Leonov e nota: Luciano Lago

7 Commenti
  • Eugenio Orso
    Inserito alle 22:43h, 09 Febbraio Rispondi

    Se non fossi su questo pianeta, esposto come tutti al fall-out, direi: peccato che è stata solo una simulazione e b-b1 ci sono ancora ….

    Cari saluti

    • atlas
      Inserito alle 02:39h, 10 Febbraio Rispondi

      però questo vuol dire che Navalny può pure morire di covid. In carcere naturalmente

      • Eugenio Orso
        Inserito alle 09:28h, 10 Febbraio Rispondi

        Purtroppo in Russia hanno il loro vaccino Sputnik, che pare che funzioni … siccome sono gentiluomini, anche troppo per i miei gusti, vaccineranno acnhe la spia navalny.

        Cari saluti

        • atlas
          Inserito alle 04:54h, 11 Febbraio Rispondi

          porca la Harris, ma ‘un’errore’ (al plutonio) proprio non ci può stare ?

  • Andrea
    Inserito alle 11:10h, 10 Febbraio Rispondi

    Concettualmente posizionare Bombardieri Strategici a 4 passi dal confine di un nemico ampiamente attrezzato è un errore strategico proprio in quanto sono armi “strategiche”,

    questa scelta Nato è solo scena …. niente di più

  • Hannibal7
    Inserito alle 11:20h, 10 Febbraio Rispondi

    Gli S-400 li faranno a pezzi …

  • Eugenio Orso
    Inserito alle 12:42h, 10 Febbraio Rispondi

    Non posso che concordare con il commento di ANDREA, perché il posizionamento delle armi strategiche non sarà mai vicino alla linea del fronte, semmai in profondità, lontano e (relativamente) al sicuro, ma, allora, trattandosi solo di “scena”, significa che non c’è la reale intenzione di attaccare la Santa Russia “a sorpresa”, fra non molto,
    C’è l’intenzione di “rassicurare” i burattini nato, soprattutto ad est, e di minacciare la Russia con una sorta di “accerchiamento”, questo per portare instabilità e contribuire a minare la (saldissima) Presidenza di Putin, insieme alle azioni destabilizzati della spia navalny …

    Cari saluti

Inserisci un Commento