I Bombardieri Russi Tu-160 Sono Uno “Schiaffo In Faccia” Alla NATO, riferiscono I Media Cinesi

di Paul Antonopoulos

PECHINO – I giornalisti del portale cinese di Sohu hanno detto che la Russia ha spaventato la NATO durante l’esercitazione della NATO, BALTOPS 2019, che si è tenuta dal 9 al 21 giugno nella regione del Mar Baltico.

Dopo che l’alleanza ha effettuato un altra esercitazione nel Mar Baltico, la Russia ha inviato due bombardieri Tu-160 nella regione. Secondo gli autori della pubblicazione, Mosca ha deciso di mostrare ai paesi del blocco militare che le provocazioni vicino ai confini russi non sarebbero state tollerate.

“La comparsa dei più potenti bombardieri russi Tu-160 ha creato grave allarme nei paesi della NATO”, ritengono gli autori dell’articolo.

Questi aerei hanno un grande potere di combattimento, possono volare per 23 ore e percorrere 12.000 chilometri senza rifornimento di carburante, e la loro velocità di volo può superare Mach 2. Il Tu-160 può far cadere bombe nucleari, lanciare missili da crociera e il loro carico utile può raggiungere 45 tonnellate, essendo stato soprannominato “l’arsenale mobile”, afferma il rapporto.

Apparizione di bombardieri russi

Quando i bombardieri sono apparsi nel cielo sopra il Mar Baltico, l’alleanza non poteva farci nulla, poiché pattugliavano solo lo spazio internazionale o aereo.

Per intercettare il Tu-160 e dare loro un avvertimento, la Danimarca ha fatto alzare in volo un F-16, la Finlandia – un F-18 e la Svezia – un JAS-39. Ma gli aerei russi sembravano inconsapevoli di essere circondati e continuavano il loro volo.

“Queste azioni inaspettate della Russia sono state una specie di schiaffo nei confronti dei paesi della NATO”, scrive Sohu.

Gli autori sottolineano che i paesi europei, sotto la guida di Washington, cercano costantemente di circondare la Russia e isolarla dal resto del mondo. Tuttavia, Mosca dimostra attraverso le sue azioni che non rimarrà inerte.

Il direttore commerciale della rivista russa Arsenal Otechestva (Arsenale della Patria) e l’esperto militare Aleksei Leonkov hanno spiegato perché i voli di ricognizione degli Stati Uniti, dal Regno Unito e da altri paesi della NATO vengono effettuati quasi ininterrottamente, vicino ai confini russi.

“Stanno cercando di ottenere informazioni sul funzionamento delle nostre apparecchiature radio – in particolare i sistemi di difesa aerea e, in questo caso, anche i sistemi di difesa costiera e le apparecchiature radio dell’Aerospace Force”, ha affermato Leonkov.

Secondo l’esperto, i paesi della NATO stanno cercando di ottenere le informazioni necessarie in base alle quali verranno elaborate le tattiche di attacco aereo: aviazione tattica e sistemi di attacco, missili da crociera aerei e navali.

Operations (BALTOPS) 2019. BALTOPS

“È consuetudine raccogliere informazioni per ottenere le cosiddette firme delle operazioni sui media. In caso di operazioni di combattimento, queste informazioni diventano strategicamente importanti “, ha aggiunto.

Fonte: FRN

Traduzione: Sergei Leonov

1 commento

  • atlas
    27 Luglio 2019

    Putin è uno che al tempo era responsabile di circa 10.000 funzionari e agenti in Europa, non un Renzi o un Berlusconi qualsiasi

Inserisci un Commento

*

code