I bambini devono vivere! Tradotto in italiano il sito “Alleya Angelov”

di Eliseo Bertolasi

A Donetsk capitale della Repubblica Popolare di Donetsk c’è un monumento dedicato ai bambini del Donbass morti sotto le bombe ucraine — il Viale degli Angeli.
La lastra scura del monumento riporta solo una parte dei nomi delle bambine e dei bambini che non cresceranno mai più, non creeranno una famiglia, non cresceranno i loro figli.

Dal 2014 centinaia di bambini sono morti nel Donbass. Le loro famiglie sono state colpite da un dolore atroce e indelebile che non può essere dimenticato.
Grazie all’Associazione “Aiutateci a salvare i bambini” di Trento il sito è stato tradotto anche in italiano.

?La via degli angeli in memoria delle piccole vittime (foto di Eliseo Bertolasi)

https://alleyaangelov.ru/it/

Nel sito sono state raccolte le storie di queste giovani vittime innocenti in base alla testimonianza delle persone che le hanno conosciute, che hanno visto, informazioni affidabili da amici e parenti.
Sotto ogni nome
ci sono le loro rispettive storie in italiano. Affinché nessuno sia dimenticato e nulla sia dimenticato!

Il 1° giugno 2017 nel parco Leninskij Komsomol di Donetsk è stato eretto il monumento “Ai Bambini del Donbass, ai bambini della guerra”. Il suo prototipo — un ragazzo di 13 anni del villaggio di Butkevich, che ha salvato la sorella Tania di 9 anni a costo della propria vita durante i bombardamenti da parte dell’Ucraina dell’agosto 2014. Questo ragazzino Kirill Sidorjuk oggi avrebbe 21 anni…

Questa è solo una storia, ma ce ne sono tante.. Ricordiamo, piangiamo!

Sul sito è possibile accendere una candela virtuale sul Viale degli Angeli in memoria della vita stroncata di ogni bambino.

2 Commenti
  • Giorgio
    Inserito alle 08:44h, 09 Settembre Rispondi

    Non ho mai visto un servizio sui bambini morti nel Donbass …. o sulle vittime civili ….
    E’ lampante che per i media occidentali ci sono bambini di serie A e altri di serie B …..
    Gli inviati Rai in Ucraina non hanno mai mostrato case e scuole nel Donbass distrutte dal regime di Zelensky …..
    ma ci mostrano tutte le sere case ucraine distrutte dall’artiglieria russa ….
    con tanto di pupazzi di peluche in mezzo alle macerie per terrorizzare e intenerire gli stolti spettatori italioti ….
    Il lavaggio del cervello va avanti imperterrito tutte le sere a reti unificate …..
    cosi come andava in onda ogni giorno il bollettino terroristico sul numero di contagi e decessi da covid ….

  • Ermanno
    Inserito alle 13:11h, 11 Settembre Rispondi

    Condivido pienamente la descrizione degli eventi dedotti dal Sig. Giorgio

Inserisci un Commento