“Hezbollah Iraq”: annunciamo di essere entrati nell’equazione della deterrenza intorno a Gerusalemme, annunciata da Sayyed Nasrallah



Le brigate irachene di Hezbollah hanno rilasciato una dichiarazione affermando che “la brutalità dei sionisti non si è limitata ai palestinesi innocenti, ma è andata oltre per raggiungere il resto della regione”.

Le brigate di Hezbollah in Iraq hanno annunciato oggi, mercoledì, che “l’entità sionista ha cercato negli ultimi decenni di imporre un’equazione di sicurezza che le consenta di affrontare qualsiasi forza che minacci la sua entità dall’interno o dall’esterno della Palestina occupata”, sottolineando “il suo ingresso nella equazione di deterrenza intorno a Gerusalemme annunciata da Sua Eminenza Sayyed Hassan Nasrallah”.

Hezbollah Brigades ha enunciato nella sua dichiarazione: “L’entità (Israele)si è concessa di attaccare, approfittando del sostegno degli Stati Uniti e dei suoi alleati da parte dei governanti traditori”, sottolineando che ha commesso gravi crimini contro i popoli della regione, compreso l’Iraq, che ha lanciato molti attacchi contro di essa e sta ancora minacciando di eseguirne altri contro i suoi figli.

Ha sottolineato che “la brutalità dei sionisti non si è limitata ai palestinesi innocenti, ma è andata oltre per raggiungere il resto della regione”.

Le brigate irachene di Hezbollah hanno rivelato che “Israele” ha assassinato leader e combattenti che erano di stanza per combattere il criminale ISIS, dicendo che “questo è ciò che mette gli iracheni liberi davanti alla scelta di difendere il loro popolo e la loro santità, in particolare la moschea di Al-Aqsa”.

Hezbollah Iraq

Ha anche sottolineato che “i popoli della regione sono diventati certi che non godranno della sicurezza con la presenza di questo nemico”, sottolineando che “la resistenza islamica, le Brigate Hezbollah dell’Iraq, confermano la loro adesione al patto nel preservare la luoghi santi e la loro incapacità di difenderli”.

E gli attacchi israeliani alla Striscia di Gaza e alla Gerusalemme occupata continuano, mentre gli aerei da guerra israeliani hanno bombardato all’alba un certo numero di siti della resistenza a Gaza, compresi i siti di “Quraysh” e “Yarmouk”. al lancio di palloni aerostatici dalla Striscia che ha provocato incendi negli insediamenti adiacenti. .

Fonte: Al-Mayadeen Net

Traduzione: Fadi Haddad

1 Commento
  • atlas
    Inserito alle 11:14h, 18 Giugno Rispondi

    venite a Roma. Radete tutto al suolo

Inserisci un Commento