Hezbollah ha distrutto altri due carri armati israeliani Merkava-4 in un giorno

Nelle ultime notizie dal fronte del Medio Oriente si è appreso che un altro carro armato Merkava-4 è stato distrutto vicino alla caserma Avivim, situata nel nord di Israele. Questo incidente ha portato il numero totale delle perdite israeliane a 38 carri armati di questo modello.

Secondo i rapporti, gruppi radicali di Gaza hanno causato la distruzione di 23 carri armati Merkava-4, mentre altri 14 veicoli sono stati distrutti a seguito delle azioni di Hezbollah nel nord di Israele. Oltre a queste perdite, è stato riferito che almeno uno dei carri armati Merkava-4 si è ribaltato durante il movimento, rendendolo temporaneamente inutilizzabile per il combattimento, presumibilmente per diversi mesi.

Il carro armato Merkava-4 è considerato uno dei veicoli da combattimento chiave nell’arsenale dell’esercito israeliano, noto per la sua elevata mobilità, protezione e potenza di fuoco. La perdita di un tale numero di carri armati di questo modello potrebbe rappresentare un duro colpo per l’efficacia in combattimento delle forze armate israeliane. Secondo i dati disponibili, è proprio a causa delle gravi perdite di queste attrezzature che Israele ritarda nel lanciare un’operazione di terra a Gaza.

Fonte: aviapro

Traduzione: Mirko Vlobodic

2 commenti su “Hezbollah ha distrutto altri due carri armati israeliani Merkava-4 in un giorno

  1. Spiegazione del continuo rinvio dell’operazione di terra … Hezbollah ha logorato e indebolito l’esercito sionista, infatti è in corso un ponte aereo di forniture Usa verso Israele, che prima di lanciarsi nei vicoli di Gaza e incappare nei cecchini di Hamas e nella rappresaglia aperta di Hezbollah e Iran, attende anche l’arrivo del secondo gruppo navale Usa per sentirsi garantita e protetta nel perpetrare ancora continui massacri di palestinesi !
    La resa dei conti si avvicina !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM