Hezbollah conduce esercitazioni su larga scala in “chiaro messaggio” a Israele


Le esercitazioni precedono il 23° anniversario della liberazione del sud del Libano dalle truppe israeliane da parte di Hezbollah nel 2000
Pochi giorni prima del 23 ° anniversario del ritiro di Israele dal sud del Libano nel 2000, la mattina del 21 maggio Hezbollah ha lanciato vaste esercitazioni militari, mettendo in mostra vari tipi di armi e attrezzature militari.

Le esercitazioni sono state filmate e trasmesse sui social media e hanno partecipato numerosi corrispondenti di media stranieri su invito di Hezbollah.
Durante l’esercitazione, Hezbollah ha simulato diversi attacchi contro avamposti militari israeliani con l’uso di munizioni vere, droni suicidi, veicoli militari ed esplosivi.

Durante la simulazione della difesa del territorio libanese da un’incursione israeliana, le esercitazioni di Hezbollah si sono concentrate anche sulle capacità del gruppo di lanciare un’offensiva nella regione occupata della Galilea, nel nord di Israele.
Sono stati simulati attacchi contro insediamenti israeliani e operazioni per catturare soldati e veicoli militari. La fanteria e le unità missilistiche di Hezbollah erano presenti durante le esercitazioni.
Dopo le esercitazioni, il capo del Consiglio esecutivo di Hezbollah, Hashem Safieddine, ha messo in guardia Tel Aviv contro qualsiasi “azione aggressiva”, minacciando che il “cuore” di Israele sarebbe stato colpito da missili di precisione se l’autorità sionista avesse “trasgredito le regole del gioco”.

Un funzionario dei media di Hezbollah, Muhammad Afif, ha descritto le esercitazioni militari come un messaggio “chiaro” per Israele. Anche i media israeliani hanno interpretato le esercitazioni come un messaggio.

“Questa manovra è importante… la tempistica e il modo in cui è stata condotta, poiché Hezbollah l’ha condotta in modo molto pubblico e coraggioso, con un’ampia copertura”, ha detto il corrispondente israeliano per gli affari militari di Channel 12, Nir Dvori.

“L’esercito israeliano sta valutando una… risposta a questa questione… È una trovata pubblicitaria per Hezbollah e l’esercito israeliano sta esaminando la questione, tuttavia non credo sia corretto sottovalutarla”, ha proseguito.

Il ricercatore israeliano di affari arabi, Mordechai Kedar, ha definito le esercitazioni “una dimostrazione di forza contro gli israeliani e gli americani”, che secondo lui arriva “sullo sfondo” del recente brutale assalto israeliano alla Striscia di Gaza e della battaglia che ne è seguita .

Viene anche alla luce la “crescente potenza” dell’Iran e il ritorno della Siria nella Lega Araba, ha aggiunto.

Le esercitazioni sono state effettuate pochi giorni prima dell’anniversario del ritiro di Israele dal sud del Libano nel 2000 per mano di Hezbollah, che ha posto fine a 18 anni di occupazione militare israeliana nel Paese.

Arriva anche durante un periodo di maggiore coordinamento tra Iran, Hezbollah, Siria e le fazioni della resistenza palestinese a Gaza, per il quale Israele ha espresso grande preoccupazione . L’Asse della Resistenza dimostra di essere sempre più unito e pronto a rispondere a qualsiasi aggresione di Israele e degli Stati Uniti.

Fonte: The Cradle

Traduzione: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM