Hezbollah al re saudita: tu sei un terrorista e noi siamo la Resistenza

L’Arabia Saudita accusa il Libano essere un paese sostenitore del terrorismo per sostenere il Movimento Hezbollah che ha difeso lo Yemen dall’aggressione saudita.

L’accusa proviene da quella monarchia dei Saud che risulta essere il più grande sponsor dei gruppi terroristi salafiti/wahabiti che hanno insanguinato e causato stragi in tutto il Medio Oriente e in Asia Centrale.

Il movimento libanese Hezbollah ha respinto le accuse dell’Arabia Saudita contro il movimento, assicurando che chi è un terrorista è colui che attacca lo Yemen e si normalizza con Israele.

Il sottosegretario generale del Movimento di resistenza islamica libanese (Hezbollah), Sheikh Naim Qasem, ha condannato la recente “posizione ingiusta” del re saudita, Salman bin Abdulaziz Al Saud, che ha definito il movimento libanese un movimento terrorista.

Portavoce Hezbollah Naim Qasem

“Il terrorista è colui che uccide l’opinione dissenziente nel suo Paese, attacca i suoi vicini in Yemen e si normalizza con Israele in modi diversi”, ha detto in risposta a queste accuse, riportate giovedì dal quotidiano Rai al – Youm .
Il leader libanese ha descritto i membri di Hezbollah come i “combattenti eroici” che hanno sacrificato il proprio sangue per la liberazione del territorio libanese, per la Palestina e per la dignità della nazione.

“Questa accusa è contro un ampio segmento della società libanese e una Resistenza efficace e influente nella regione che impedisce schemi sospetti” in Asia occidentale al servizio di potenze straniere, ha sottolineato il portavoce di Hezbollah.

Naim Qasem ha affermato che queste dichiarazioni sono prodotte per incitare i libanesi l’uno contro l’altro a causare problemi e discordia.

“La nostra risposta all’Arabia Saudita sarà decisiva. Tu sei un terrorista e noi siamo la Resistenza. Non accetteremo che tu ci offenda senza rispondere con fatti e logica”, ha avvertito.

Fonte: Hispnntv

Trduzione: Luciano Lago

Nessun commento

Inserisci un Commento