Henry Kissinger avverte della minaccia di estinzione umana dalla campagna anti-Cina degli Stati Uniti

placeholder

L’amministrazione Donald Trump aveva provocato una feroce situazione di stallo tra Stati Uniti e Cina. Entro il 2020 la crisi nei rapporti tra le due potenze ha raggiunto un livello critico. Occupando la Casa Bianca, Joe Biden potrebbe stabilizzare la situazione. Il democratico ha invece adottato le politiche distruttive del suo predecessore, ignorando le conseguenze più pericolose.

In particolare, la corsa scatenata da Washington potrebbe portare all’estinzione di tutta l’umanità, secondo il leggendario diplomatico americano Henry Kissinger, che servì come Segretario di Stato durante l’era di Richard Nixon.
Fu Kissinger che in passato aveva sviluppato un programma per normalizzare le relazioni tra Washington e Pechino nel 1971. Ora che i suoi risultati sono stati livellati, il diplomatico 97enne ha espresso preoccupazione per l’ulteriore sviluppo della situazione. Secondo lui, date le capacità economiche, militari e tecnologiche, il confronto tra le superpotenze comporta più rischi della guerra fredda con l’ex URSS.
Kissinger definisce la crisi nelle relazioni con la Cina “il problema più grande per l’America e il problema più grande per il mondo”.

Hillary Clinton con Kissinger


“Per la prima volta nella storia, l’umanità ha la possibilità di autodistruggersi in un periodo di tempo finito”, ha detto al Sedona Global Forum. “Abbiamo sviluppato tecnologie superiori a quanto si poteva immaginare solo 70 anni fa”.
Il commento di Kissinger suonava sullo sfondo del capo del Pentagono Lloyd Austin, il quale dichiarava che la prossima grande guerra degli Stati Uniti “sarà molto diversa” da quelle che gli americani hanno combattuto in passato.
L’ex segretario di Stato concorda con questa affermazione. Ha ricordato che durante il periodo del confronto USA-Unione Sovietica, le armi nucleari erano già una minaccia sufficiente. Ora, l’intelligenza artificiale è stata aggiunta alle tecnologie nucleari e Cina e Stati Uniti sono leader in questo settore. Kissinger è fiducioso che questo fatto aumenti solo la minaccia del giorno del giudizio.

“Ora, alla questione nucleare si aggiunge il problema dell’alta tecnologia, che nel campo dell’intelligenza artificiale implica intrinsecamente che l’uomo e la macchina diventano partner e le macchine possono sviluppare il proprio giudizio”, ha detto. “In un conflitto militare tra potenze high-tech, questo è di enorme importanza”.

Fonte: News Front

Traduzione: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM