Hebollah in Libano ha preso di mira la “caserma Hounin” occupata(video).

I media militari di Hezbollah pubblicano scene dell’operazione per prendere di mira un raduno di soldati di occupazione israeliani nella caserma occupata di Honin.
Oggi sabato, la Resistenza islamica in Libano ha trasmesso le scene dell’attacco di ieri contro un gruppo di soldati d’occupazione nella caserma occupata di Honin.

Nello specifico, i media militari della Resistenza Islamica – Hezbollah hanno pubblicato scene di un raduno di soldati d’occupazione israeliani presi di mira con missili guidati nella caserma occupata di Honin (Ramem).

Ieri la Resistenza islamica in Libano ha annunciato di aver preso di mira un gruppo di soldati di occupazione israeliani nella caserma occupata di Honin, “Ramim”, provocando vittime accertate.

Questa mattina, i media israeliani hanno riferito che un soldato israeliano è stato ucciso e altri 3 sono rimasti feriti dai missili Hezbollah diretti al confine libanese.

La Resistenza Islamica in Libano – Hezbollah ha pubblicato scene di un’operazione contro il personale militare in una serie di siti dell'”esercito” di occupazione israeliano al confine libanese-palestinese.

Fonti di Al-Mayadeen hanno confermato che 3 israeliani sono stati uccisi e 4 feriti nei due attacchi lanciati dalla Resistenza Islamica in Libano contro una forza militare israeliana a “Natawa” e vicino a “Branit”.

A loro volta, i media israeliani hanno riferito che ci sono state 7 vittime israeliane, tra cui un morto e un ferito, a seguito dell’attacco vicino a “Branit”.

Il corrispondente di Al-Mayadeen nel sud del Libano ha dichiarato che l’occupazione non è stata in grado di ritirare i suoi morti e feriti se non utilizzando un elicottero.

Questo evento è stato preceduto dall’annuncio di Hezbollah che i suoi membri hanno preso di mira con missili una forza di fanteria israeliana vicino alla caserma “Branit”, provocando vittime accertate, mentre il nostro corrispondente ha riferito che una pattuglia a piedi israeliana è stata esposta al fuoco di armi della resistenza vicino al sito “Nataoua”, dove si ottennero vittime dirette.

Come parte della sua risposta agli attacchi israeliani, Hezbollah ha annunciato ieri di aver preso di mira con missili guidati siti israeliani nelle fattorie occupate di Shebaa , oltre a due siti israeliani opposti sulle colline di Kfar Shuba con due missili guidati.

La resistenza ha preso di mira anche i siti di Al-Ramtha, Zabdin, Al-Radar, Ruwaisat Al-Qarn e Ruwaisat Al-Alam con missili guidati e armi appropriate.

L’escalation al confine libanese-palestinese avviene nel contesto della paura israeliana dell’espansione della battaglia, mentre i media israeliani hanno descritto questa escalation come una “ vera guerra ”.

Hezbollah ha risposto agli attacchi di Israele che hanno fatto vittime tra i suoi militanti alla frontiera del Libano. Hebollah ha dichiarato che risponderà colpo su colpo.

Fonte: AL Mayadeen

Traduzione: Fadi Haddad

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM