HAMAS: il 70% dei detenuti israeliani uccisi nei bombardamenti israeliani

Il Movimento di Resistenza Islamico Palestinese (HAMAS) riferisce che il 70% dei prigionieri ha perso la vita nei bombardamenti israeliani sulla Striscia di Gaza assediata

“Il nemico sionista vuole liberare i suoi prigionieri con la forza militare, ma nel bombardamento di Gaza ha causato la morte del 70% di loro”, ha annunciato giovedì il capo dell’Ufficio per le relazioni islamiche e arabe di Hamas, Khalil al-Haya.

Israele ha ucciso detenuti a Gaza nonostante le richieste di aiuto in ebraico
Ha aggiunto che “dopo 8 mesi di aggressione contro Gaza, il nemico israeliano non è riuscito a distruggere la Resistenza nonostante abbia commesso tutti questi crimini e abbia avuto l’aiuto degli Stati Uniti”.

Questa superiorità della Resistenza dimostra che sono in grado di affrontare gli occupanti sionisti per lunghi periodi e mesi consecutivi, difendendo il loro popolo, ha sottolineato.

Al-Haya ha indicato che la Resistenza è stata in grado di ricostruire gradualmente alcune delle sue capacità danneggiate e può adattarsi bene alle diverse condizioni e attingere alle proprie risorse.

Il portavoce del movimento ha stigmatizzato che la battaglia che il nemico vuole prolungare richiede la preparazione di tutti noi per un lungo periodo. La nostra nazione (palestinese) non ha altra scelta che la resistenza e la lotta, ha aggiunto.

Combattenti Hamas, resistenza palestinese

L’obiettivo di Hamas nei negoziati è quello di fermare completamente l’aggressione israeliana, ottenere un ritiro completo delle sue forze militari israeliane da Gaza e migliorare le condizioni di vita del popolo palestinese.

Nota: Si è ormai ben compreso che l’obiettivo di Israele non è l’annientamento di Hamas ma la cancellazione del popolo palestinese e la pulizia etnica delle terre palestinesi, tanto a Gaza come nella Cisgiordania. I mezzi a cui ricorre Israele sono il massacro deliberato e indiscriminato delle famiglie, la fame, le malattie diffuse e la distruzione di ogni tipo di infrastruttura sanitaria e logistica della regione. Il lavoro sporco è affidato alle sue truppe ed ai coloni che devono cacciare le famiglie palestinesi dalle loro case e terreni e distruggere gli aiuti internazionali per assicurare la carestia diffusa.
Il tutto avviene con la complicità degli Stati Uniti e delle potenze occidentali.

Fonte: HAMAS: 70% de los detenidos israelíes mueren en los bombardeos | HISPANTV

Traduzione e nota: Luciano Lago

5 commenti su “HAMAS: il 70% dei detenuti israeliani uccisi nei bombardamenti israeliani

  1. Beh non mi meraviglia che abbiano ucciso i loro stessi connazionali. Evidentemente lo hanno liberati si, ma dalla vita terrena. Ebrei, genia senza umanità. Tagliagole e fanatici.

  2. Nella loro frenesia di potere i sionisti che comandano a Israele non della gente si preoccupano ma delle opportunità di aumentare ricchezze territori e collusioni con i potenti. Volutamente ignorano quanto le comunità ebraiche siano vissute rispettate e in pace per secoli nell’impero turco, di gente pacifica hanno fatto i cani feroci delle brame di dominio sulle terre del petrolio.

  3. Israele dal 7 Ottobre ha fatto di tutto per tentare di assassinare gli Israeliani rapiti dai partigiani di Hamas !
    Inoltre Israele facendo selvaggi bombardamenti a tappeto criminali su ogni struttura civile dei ghetti Palestinesi con l” intenzione di assassinare VOLONTARIAMENTE migliaia di civili palestinesi era invitabile che assassinasse pure gli Israeliani detenuti da Hamas ! Quando Israele bombarda deliberatamente perfino gli ospedali Palestinesi o eventuali sedi internazionali ONU -UNICEF-medici senza frontiere e senza preavviso inevitabilmente demolisci per sbaglio pure eventuali rifugi “sicuri” sotterranei degli eroici Partigiani di Hamas costruiti nelle vicinanze con materiali di fortuna ( NON SONO BUNKER SOTTERANEI COME VUOL FAR CREDERE LA CRIMINALE PROPAGANDA DEL REGIME ITALIANO PRO-ISRAELE –PRO-GENOCIDIO DEL POPOLO PALESTINESE !

  4. Il regime di ultra destra ha designato gli ostaggi come spendibili fin dall’inizio . Anzi già da prima del 7 ottobre , chi vuole intendere , intenda .

    1. Ciao Luca vero concordo, ma il fatto e’ che questa guerra genocida costerà ai Malnati sionisti molto più che qualche decina d’ ostaggi. Saluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM