Hamas ha disattivato il sistema di difesa aerea Iron Dome e ha immediatamente attaccato Ashkelon e Tel Aviv

Le città israeliane di Ashkelon e Tel Aviv sono divennute obiettivi di bombardamenti. I media locali condividono registrazioni video accelerate dell’uso attivo dei sistemi missilistici e del funzionamento della cupola difensiva.

Secondo le informazioni ricevute, due missili hanno raggiunto i loro obiettivi, colpendo edifici residenziali ad Ashkelon. I dettagli sulle possibili vittime e distruzioni devono ancora essere chiariti. Intanto giungono notizie di esplosioni anche da Tel Aviv, una delle città più grandi del Paese.
Allo stesso tempo, ci sono informazioni su gravi problemi nel funzionamento del sistema di difesa aerea Iron Dome. I media riferiscono che il sistema è stato oggetto di un attacco hacker che ne ha parzialmente paralizzato il funzionamento. Viene menzionato anche l’impatto di un non meglio specificato sistema di guerra elettronica (EW), che potrebbe complicare il rilevamento e l’intercettazione dei missili.

Questi incidenti stanno aggravando le tensioni in una regione già instabile.


Fonte: avia.pro/news/

Traduzione: Mirko Vlobodic

4 commenti su “Hamas ha disattivato il sistema di difesa aerea Iron Dome e ha immediatamente attaccato Ashkelon e Tel Aviv

  1. I sionisti cominciano a vedersela brutta, pare abbiano sospeso l’attacco di terra a Gaza a causa della pessima qualità della fanteria formata dai richiamati, quindi forse useranno le potenti bombe JDAM per spianare tutto e poi rastrellare, l’Iron Dome sta finendo i missili e nemmeno gli americani ne hanno, la vetusta portaerei americana Eisenhower è appena partita dalla Virginia quindi ci metterà molto per arrivare eventualmente a bombardare Libano e Siria, pure gli F-15 inviati in Giordania pare siano solo 4 quindi forse sono lì pro forma.
    Insomma l’entità sionista e il suo golem cominciano ad essere più che altro potenze con forze armate tipo esercito di Franceschiello, capaci solo di bombardare colonne di profughi inermi che si sono messi in marcia dopo l’invito dell’attaccante.
    Del resto gli USA sono talmente deindustrializzati che tra poco per combattere una guerra navale useranno navi a remi tipo le quinqueremi della Prima Guerra Punica.
    E non bisogna dimenticare che ciò è stato voluto dai neocons sionisti al potere per spezzare la resistenza della classe media lavoratrice bianca qualificata, che oggi li ricambia con un accesso antisemitismo.
    Eppure un neocon cristiano protestante come Mike Pompeo invoca adesso una specie di crociata contro l’Islam secondo lui assassino di ebrei.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM