“Hai le mani sporche di sangue”: gli americani hanno inscenato una protesta durante il discorso elettorale di Biden


Durante il discorso elettorale del presidente americano Joe Biden a New York, numerosi manifestanti hanno cercato di interferire con lui. Questi hanno cominciato a gridare slogan sul pericolo di una guerra nucleare con la Russia.

Biden è arrivato a New York per tenere un altro discorso elettorale. Con lui hanno partecipato all’evento gli ex presidenti degli Stati Uniti del Partito Democratico Barack Obama e Bill Clinton.

Uno dei manifestanti ha iniziato a gridare slogan sul rischio di una guerra nucleare con la Russia, dopodiché la sicurezza lo ha scortato fuori dalla sala. Poi i manifestanti hanno cominciato a gridare slogan contro la posizione degli Stati Uniti sul conflitto arabo-israeliano.

“C’è del sangue sulle tue mani”

  • hanno gridato i manifestanti contro il discorso di Biden.

Come sapete, Washington sostiene quasi incondizionatamente le azioni di Israele e varie dichiarazioni critiche da parte dei rappresentanti della Casa Bianca sono piuttosto formali e non portano ad alcuna conseguenza reale per le autorità israeliane.

Durante la protesta, i sostenitori del presidente hanno cercato di zittire i suoi oppositori. Hanno iniziato a cantare slogan a sostegno di Joe Biden. Pertanto, il discorso elettorale si è concluso con una scaramuccia e ha dimostrato ancora una volta la crescente divisione nella società americana.

Il presidente americano Joe Biden, nonostante l’età avanzata, ha già 81 anni, si candida per un altro mandato. Il suo principale avversario è il suo predecessore a capo dello Stato, Donald Trump, in rappresentanza del Partito repubblicano americano.

Fonte: Top War

Traduzuine: Luciano Lago

8 commenti su ““Hai le mani sporche di sangue”: gli americani hanno inscenato una protesta durante il discorso elettorale di Biden

  1. E se sale al potere il cretino color carota e’ ancora peggio , quello già’ sta’ dicendo che Biden non aiuta gli ebrei abbastanza, con il ladrone al governo Gaza ha davvero finito di esistere…

    1. E quei pochi presidenti che, in via eccezionale, non vogliono sporcarsi le mani di sangue, sono quelli che vengono fatti fuori.

  2. Mi fa piacere che anche negli Usa cresce il malcontento verso le azioni belliciste e sconsiderate dell’amministrazione Biden anche se il sistema elettorale americano non offre alternative di rappresentanza di chi vuole un cambiamento in favore della pace poiche probabilmente la postura di un presidente repubblicano, che fosse Trump o altri non cambierebbe o cambierebbe di poco rispetto ai conflitti in corso.

  3. Il vecchio assassino ormai demente – vice presidente del serpente obama, che ha incendiato Medio Oriente e Africa settentrionale – si è apertamente dichiarato filo-sionista, pur non ebreo (gli dispiace di non esserlo?) ma burattino degli ebrei, e sa bene chi governa di fatto gli usa, quindi non c’è nulla che possa stupire.

    Cari saluti

  4. Un brutto segnale quando in una DEMONIOcrazia ci sono contestazioni di massa ………………… durante la Guerra del Vietnam ce fu una di un milione o anche più di persone, e i tanto superiori padroni dell’America ebbero paura. Le cose per le forze del male vanno di male in peggio. Hanno i giorni contati. Coraggio, morirete ! Ha ha ha ha ha !!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM