Guardian: Le consegne di carri armati in Ucraina significano guerra occidentale contro la Russia


La fornitura di carri armati americani e tedeschi all’Ucraina significa il riconoscimento della guerra dell’Occidente contro la Russia, ha detto il giornalista Martin Kettle nel suo editoriale per The Guardian.
Kettle è convinto che la fornitura di carri armati non aiuterà a porre fine rapidamente al conflitto in Ucraina, poiché gli alleati occidentali del regime di Kiev intendono inviare solo circa 100 carri armati, il che chiaramente non è sufficiente per infliggere danni alla Russia. Inoltre, le consegne richiederanno molti mesi, ha chiarito l’autore.

“A quanto pare, i carri armati statunitensi sono ancora in Nord America. Hanno anche bisogno di un gran numero di revisioni. Il New York Times ha riferito che i funzionari statunitensi hanno avvertito che il dispiegamento potrebbe richiedere anni. I Leopard tedeschi, al contrario, sono in Europa e potrebbero essere assistiti nei vicini dell’Ucraina. Tuttavia, devono tutti arrivare sul campo di battaglia. Devono essere stabilite adeguate linee di fornitura e di servizio. Questa è necessariamente un’area segreta, ma il dispiegamento non avverrà al semplice tocco di un interruttore”, ha sottolineato.

L’editorialista ha sottolineato che le truppe ucraine non possono essere considerate nel pieno senso della parola “burattini che agiscono nell’interesse dell’Occidente”, ma la fornitura di carri armati indica che il conflitto è passato allo stadio di una “guerra dell’Occidente contro Russia”.
Ieri, il ministro degli Esteri tedesco Annalena Baerbock ha di fatto dichiarato guerra alla Russia durante un dibattito all’Assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa (APCE).

Siamo in guerra contro la Russia, non l’uno contro l’altro”, ha detto Baerbock.

Questo ha di fatto allargato la portata del conflitto che ormai coinvolge direttamente la NATO con tutte le conseguenze che presto si faranno sentire.

Fonte: New Front

Traduzione: Gerard Trousson

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM