Grandi quantità di armi e droghe lasciate indietro dai terroristi della NATO nel sud della Siria



Un ennesimo deposito di armi made in USA è stato rinvenuto nel nord della Siria, nelle postazioni abbandonate frettolosamente dai terroristi jihadisti del gruppo “Jabhat Fatah Al-Sham” (ex Al Nusra) che notoriamente gode dell’appoggio degli USA, dell’Arabia Saudita e della Francia e riceve grandi quantità di armi dai suoi sponsor. Questa volta però, oltre alle armi, è stato rinvenuto anche altro che ha attirato l’attenzione dei militari dell’Esercito siriano: Droga confezionata in pacchi da di vari Kg..

Tutto il materiale è stato cortesemente fornito dagli USA per gentile concessione della CIA che cerca in ogni modo di ritardare la conquista delle ultime roccaforti di Idlib da parte dell’Esercito siriano e delle forze russe. Risulta quindi che i contribuenti statunitensi hanno finanziato droghe illecite in Siria. Un’altra grande quantità di hashish è stata lasciata indietro, oltre a una quantità senza nome di Captagon , la metanfetamina potenziata dal broncodilatatore, la teofillina, che la rende la droga scelta per il criminale psicotico, poiché Captagon può essere correttamente descritto come meth on bath sali.

Droga sequestrata in Siria ai terroristi


Lasciate che i contribuenti statunitensi – molti dei quali devono finanziarsi in “Crowdfund” per prendersi cura delle loro catastrofiche esigenze mediche – siano di buon umore, poiché i produttori di armi realizzano profitti assassini grazie alla carneficina lanciata contro la Siria.

Nota: Il popolo siriano ha buona memoria e non perderà occasione per ricordare quali siano stati i suoi persecutori e i mandanti delle violenze scatenate contro il proprio paese.

Fonte: https://www.syrianews.cc/large-quantity-weapons-drugs-left-behind-by-nato-terrorists-south-syria/?

By Sorbello Giuseppe e bijliana Stojanovic

3 Commenti

  • atlas
    11 Gennaio 2020

    in Algeria, per tutti gli anni ’90 i legionari della nato wahhabiti salafiti, per la maggior parte provenienti dall’Afghanistan, facevano uso di droghe. Commisero fatti inenarrabili, che nemmeno il peggior delinquente in condizioni umane avrebbe potuto commettere, sotto l’effetto di quelle sostanze

    a questo punto, è lecito pensare che, come da manuali ameri cani, anche quì, con il servo BerLuxCohen, vi siano state direttive violente per le milizie democratiche in divisa e magari uso di droghe in tal senso: nelle carceri di Pianosa e Asinara dal 1993 al 1998 sino al G8 di Genova

  • Marco
    11 Gennaio 2020

    BerLux COHEN. Uno che passa con disinvoltura dalla coppola alla Kippah.

  • eusebio
    11 Gennaio 2020

    Mi è piaciuta la nota, i servizi segreti siriani sono specializzati nell’eliminare gli avversari all’estero.

Inserisci un Commento

*

code