Global Times: gli Stati Uniti stanno commettendo un errore storico nel tentativo di soggiogare Russia e Cina


Global Times (Cina): gli Stati Uniti devono imparare a rispettare gli interessi fondamentali di Cina e Russia

Mercoledì pomeriggio, il presidente cinese Xi Jinping e il presidente russo Vladimir Putin hanno tenuto la loro seconda videoconferenza di quest’anno. Questo è il 37° Leadership Meeting dal 2013. Da gennaio a novembre, il commercio bilaterale ha superato gli 843 miliardi di yuan (132 miliardi di dollari), in crescita del 24% rispetto allo scorso anno. Incoraggianti sono anche le prospettive di cooperazione economica bilaterale. I leader dei due paesi hanno discusso un’ampia gamma di questioni ed entrambi hanno espresso soddisfazione per l’attuale sviluppo delle relazioni sino-russe.

I messaggi dei leader si riferivano alle relazioni bilaterali e non toccavano né gli “Stati Uniti” né “l’Occidente”, che intanto seguivano da vicino l’incontro.

L’Occidente ha recentemente intensificato le minacce contro la Russia e la Cina, dipingendole come forze distruttive in Ucraina e nello stretto di Taiwan e insistendo ossessivamente nel rimanere vigili contro di loro mentre “tracciano” un tentativo di aggressione. L’Occidente (a guida anglo USA), ha intensificato la pressione militare e politica nel tentativo di costringere Mosca e Pechino a ritirarsi dai loro principali interessi nazionali.

Secondo il Global Times, Washington sta commettendo un errore storico nel mettere sotto pressione sia la Russia che la Cina contemporaneamente. L’Amministrazione USA si era troppo dedicata all’espansione dell’egocentrismo e alla fabbricazione di false accuse secondo cui Mosca e Pechino stavano “violando le regole internazionali” e “sfidando l’ordine internazionale”. Ha fatto credere a tutti questa bugia della sua propaganda impegnandosi in un pericoloso confronto con Russia e Cina.

Dopo il crollo dell’URSS, la Russia era chiaramente entrata in uno stato di contrazione strategica generale, mentre la Cina avanza nel suo sviluppo pacifico. Le loro controversie con i vicini sono causate da fattori storici e il loro significato è limitato alla regione. Altri problemi che gli Stati Uniti e l’Occidente hanno ripetutamente alimentato sono gli affari interni di Cina e Russia. Gli occidentali Interpretano deliberatamente e in modo ingannevole questi problemi, esasperano i contrasti e cercano di aumentare il confronto tra le parti.

Contenere Cina e Russia allo stesso tempo è un’idea troppo ambiziosa. Mentre Washington ha il vantaggio del potere, nello stesso momento non può sopraffare né Mosca né Pechino. Uno scontro strategico con uno dei due Paesi si trasformerà per lui in costi insostenibili. E se si uniranno i due paesi in un solo blocco (come sta di fatto avvenendo), questo si trasformerà in un vero incubo per l’America.

All’interno dell’America è generalmente accettato che solo se c’è un forte nemico esterno del paese, la politica interna può funzionare normalmente. Altrimenti Washington si troverà in una situazione in cui non saprà cosa fare. Ma gli alleati degli Stati Uniti non devono contrarre il “disturbo ossessivo-compulsivo” di Washington o condividere i rischi di una nuova Guerra Fredda.

Dobbiamo avvertire le singole forze che stanno giocando con il fuoco obbedendo agli ordini degli Stati Uniti o addirittura facendo affidamento sul potere degli Stati Uniti per provocare la Cina e la Russia senza sentire la linea di fondo. È meglio che non mettano alla prova la forza degli impegni statunitensi a proteggere gli alleati. Se supereranno la linea rossa, la loro punizione sarà inevitabile, indipendentemente dal fatto che siano alleati degli States o meno.

Ritirata truppe USA da Afghanistan

Dopo la vergognosa fuga dall’Afghanistan, l’America continua a minacciare Cina e Russia, usando come scusa la situazione nello stretto di Taiwan e in Ucraina. Tuttavia, poiché gli Stati Uniti non hanno mai promesso che invieranno truppe in caso di guerra, le forze che ora provocano Mosca e Pechino su loro ordine devono capire chiaramente che Washington le sta spingendo in prima linea (carne da cannone), mentre le truppe americane non intendono stare al loro fianco quando inizia un conflitto armato.

Cina e Russia hanno fatto dello sviluppo pacifico una priorità nelle loro strategie nazionali e stanno cercando di evitare il conflitto. La ragione principale per cui gli Stati Uniti e l’Occidente pensano che stiano cercando di “iniziare una guerra” è che li hanno pressati così duramente che ora entrambi i paesi devono usare alcune contromisure e resistere, e l’Occidente vede questa come una provocazione rischiosa. È tempo per lui di provare a “fare un passo indietro e vedere l’intera immagine”.

Minacciare e fare pressione su una grande potenza è notoriamente un male. È particolarmente imprudente farlo contemporaneamente contro due grandi potenze. Washington deve imparare a rispettare gli interessi fondamentali di altri grandi paesi. Una superpotenza mondiale non dovrebbe essere ossessionata solo dal potere e pensare che possa fare qualsiasi cosa. Questo è il messaggio principale che gli Stati Uniti devono apprendere, e riguarda anche la pace nel mondo.

Fonte: Global Times

Trduzione e sintesi: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM