Gli USA STANNO SCHIERANDO TRUPPE DELLE FORZE SPECIALI, ARMI VICINO AL CONFINE VENEZUELANO: MINISTERO DEGLI ESTERI RUSSO


Si prevede che una provocazione su larga scala, condotta dagli Stati Uniti, si svolgerà sul confine venezuelano, ha avvertito la portavoce del ministero degli Esteri russo, Maria Zakharova, in una dichiarazione.

Secondo tale dichiarazione, i piani statunitensi di fornire aiuti umanitari al Venezuela potrebbero portare a scontri e creare un comodo pretesto per un’azione militare nel paese.

” Lo sviluppo degli eventi in Venezuela è arrivato a un punto critico, tutti lo capiscono. Il 23 febbraio è in programma una provocazione su larga scala, molto pericolosa, istigata dall’attraversamento condotto da forze di Washington del confine venezuelano con un cosiddetto convoglio umanitario, che potrebbe portare a scontri tra sostenitori e oppositori, costituendo un comodo pretesto per azione militare al fine di rimuovere l’attuale presidente legittimo dal governo “, ha detto Zakharova.

Ha aggiunto che la Russia ha informazioni che gli Stati Uniti stanno pianificando di schierare altre truppe speciali e armi vicino al confine venezuelano

“Abbiamo prove che le compagnie statunitensi e i loro alleati della NATO stanno lavorando alla questione dell’acquisizione di una grande quantità di armi e munizioni in un paese dell’Europa orientale per il loro successivo trasferimento alle forze di opposizione venezuelane”, ha sottolineato Zakharova. La portavoce russa ha menzionato mitragliatrici pesanti, lanciagranate automatici, sistemi antiaerei portatili (MAPNAS) e vari tipi di artiglieria.

Ha sottolineato che esiste anche una traccia ucraina nel piano per istigare il conflitto.
“C’è anche una traccia ucraina in questo piano sfacciato. In particolare, coinvolgerà la compagnia statale Antonov, per quanto ne sappiamo, “ha sottolineato.
La situazione sta arrivando ad un punto critico. Se i piani di Washigton avranno attuazione, questo significherà che la politica aggressiva degli USA salirà ad un nuovo livello, quello delle avventure militari e questo avrà come conseguenza l’aumento delle tensioni e del confronto in tutto il mondo.

Il cosiddetto convoglio umantario dovrebbe tentare di entrare in Venezuela il 23 febbraio. La situazione si sta sviluppando in queste ore. Il governo di Caracas ha fatto chiudere le frontiere terrestri e marittime e non ha intenzione di far passare i convogli USA.

Fonti: Hispan Tv  South Front 

Traduzione: Luciano Lago

7 Commenti

  • Mardunolbo
    23 Febbraio 2019

    Ed oltre che gridare “al lupo”, che fa la Russia ? Spero lavori sottobanco per rinforzare la protezione della nazione venezuelana. Non mi piace Maduro, non è nè sincero, nè puro, ma la spocchia Usa è ben più grave di lui !

    • atlas
      23 Febbraio 2019

      non ti piace Maduro ? Gioca con i fanti …

  • atlas
    23 Febbraio 2019

    segnalo questo evento : ” giù le mani dal Venezuela ”

    https://www.facebook.com/events/353701515355927/

    Sabato 23 Febbraio a Milano (italia), in Largo dei bersaglieri presso l’associazione italia-Cuba dalle ore 15,30 alle ore 18,00

    quindi fra qualche ora. A me è stato notificato solo adesso, ma parteciperò

  • Mardunolbo
    23 Febbraio 2019

    Sembra che Maduro sia di origine ebraica, “caro” Atlas…

    • atlas
      23 Febbraio 2019

      certo. Eccome. Come Hitler, Pol Pot e Kim Jong Un. E pure Chavez. E mettici anche Mussolini

      ma me la vuoi spiegare una cosa…MA TU, che cazzo ci campi a fare

    • kison
      24 Febbraio 2019

      fosse anche più carogna di macron
      spetta sempre e comunque al popolo venezuelano decidere se li presidente che hanno legittimamente votato debba continuare nel suo mandato o dimettersi.
      sai che c’è?
      da ora io mi autonomino presidente ad interim della francia,dato che in macchina,
      come da codice stradale,tengo un gillet giallo e ritengo macron un usurpatore
      e un dittatore che fa ammazzare i manifestanti e sopprime le manifestazioni
      dell’opposizione democratica….
      o il diritto internazionale è un’opzione a senso unico, utile solo a processare e togliere di mezzo chi fa comodo

  • atlas
    23 Febbraio 2019

    redazione, ma dobbiamo stare a leggere di queste CRETINATE !?

Inserisci un Commento

*

code