Gli USA si preparano ad omicidi mirati anche nel Donbass?

Lugansk e Donetsk sono sempre stati l’Ucraina e presto torneranno alla sua struttura – questo afferma il rappresentante della diplomazia statunitense
William Taylor, ex responsabile commerciale degli Stati Uniti, ha affermato che Donetsk e Lugansk sono sempre stati pertinenti all’Ucraina, i russi dovrebbero andarsene, ha osservato che l’interesse per l’Ucraina si è rinnovato negli Stati Uniti.

“L’Ucraina è tra le prime notizie, l’Ucraina è un argomento prioritario al Congresso. Sia il popolo americano che i suoi rappresentanti eletti al Congresso oggi sanno molto di più sull’Ucraina di quanto non facessero tre o quattro mesi fa. E questo è molto buono. Sanno dove si trova l’Ucraina. Sanno che l’Ucraina è in guerra con la Russia. Sanno che l’Ucraina è una giovane democrazia, che deve affrontare molte sfide e che vuole far parte dell’Europa … Questo è molto buono. E so che gli americani vorrebbero che l’Ucraina avesse successo. So che il Congresso degli Stati Uniti vuole vedere il successo dell’Ucraina. Entrambe le parti: repubblicani e democratici “, ha detto Taylor.

Il diplomatico ha sottolineato che la stragrande maggioranza dei partiti e dei politici negli Stati Uniti vogliono che l’Ucraina “sconfigga i russi, rimuova i russi dal Donbass”, che presumibilmente è sempre stata l’Ucraina.

Il rappresentante del Dipartimento di Stato afferma inoltre che gli abitanti del DPR e LPR vogliono che la guerra finisca alle condizioni dell’Ucraina con la completa assimilazione dell repubbliche del Donbass.

“Per tutti i cittadini ucraini è importante capire che anche le persone che vivono nel Donbass sono ucraine. E che faranno di nuovo parte dell’Ucraina. Dovrebbero far parte dell’Ucraina quando i russi se ne andranno. Abbiamo proposto e sostenuto un processo di dialogo tra i residenti del Donbass occupato e coloro che vivono in altre regioni. Non c’è molta differenza tra queste due categorie di persone.
Entrambi i gruppi vorrebbero che la guerra finisse alle condizioni ucraine (?). Entrambi i gruppi vorrebbero che Donetsk e Lugansk si riunissero con l’Ucraina, tornando in Ucraina, come sempre. E so che è sempre stato così.. Gli ucraini sono giunti alla conclusione che l’Ucraina dovrebbe essere unita. E quando l’Ucraina sarà unita, sarà più forte contro i russi “, ha sottolineato il rappresentante della diplomazia statunitense.

Forze secessioniste della Repubblica di Donetsk, non disposti a sottomettersi al governo ucraino


Nota: Il rappresentante statunitense conosce poco la situazione e non sa che gli abitanti del Donbass sono di etnia russa, parlano il russo e non sono disponibili a sottomettersi ad un governo, popolato di neonazisti, che da cinque anni bombarda ed attacca le popolazione del Donbass. Tanto meno i residenti del Donbass hanno intenzione di rinunciare alla loro lingua ed alla loro cultura, come pretenderebbe il governo ucraino (le condizioni ucraine) che proibisce l’uso della lingua russa nel paese e vieta l’insegnamento di questa lingua e della Storia russa nelle scuole. Gli americani vorrebbero che i russi se ne andassero dall’Ucraina perché in Ucraina, nel Donbass in particolare, si vogliono installare loro, vogliono creare le loro basi militari e puntare i missili verso Mosca.
La domanda che circola oggi a Donetsk e a Lugansk è se Washington stia meditando qualche eliminazione con omicidio mirato, in stile Soleimani, anche per i capi delle Repubbliche del Donbass, come loro sistema sbrigativo di risolvere il problema.

Fonte: News Front

Traduzione e nota: Luciano Lago

8 Commenti

  • giovanni
    5 Gennaio 2020

    Detto da questo svitato,ora anche gli Americani lo sanno dove l’Ucraina…!!!???

    Sanno dove si trova l’Ucraina.
    Sanno che l’Ucraina è in guerra con la Russia.

  • Franco
    5 Gennaio 2020

    Lo sanno, ma sanno anche che Putin non ha avuto reazioni preoccupanti per gli Usa

  • michele
    5 Gennaio 2020

    se l’america opererà ufficialmente in dombass la russia si tirerà indietro……….come ha sempre fatto finora.

  • eusebio
    5 Gennaio 2020

    Un presidente di Donetsk è già stato eliminato oltre un anno fa, niente di strano, hanno cercato di ammazzare Maduro, Putin probabilmente non si azzardano, però anche dall’altro lato non scherzano, un paio di anni fa pare che Netanyahu ha passato qualche settimana nascosto dentro gli ospedali, forse per quello sta facendo il diavolo a quattro per non uscire dal governo, meglio se continua a restare premier.
    Ormai la politica si fa sempre più sporca, basti pensare a tutte le morti sospette delle persone che hanno avuto a che fare con i Clinton.

  • Idea3online
    5 Gennaio 2020

    se l’america opererà ufficialmente in dombass la russia si tirerà indietro……….come ha sempre fatto finora.

    La Russia non si tirerà indietro, non è un caso, 5G, tatuaggi alla pazza gioia, smartphone, denaro elettronico, cambiamenti climatici antropici con uso di schiuma da barba, non è un caso, siamo nei Tempi della Fine, ma non alla Fine, la Russia è il katechon.
    Alcuni studiosi hanno collegato il concetto di “katechon” alla forza frenante dell’Impero Romano prima della venuta antimessianica (per approfondimenti, vedi Santo Mazzarino, L’Impero romano, vol. I e II).
    https://it.wikipedia.org/wiki/Catechon

    Oggi gli USA sono il moderno Impero Romano o testa del Regno del Nord, la Russia è la testa del Regno del Sud.

    Se siamo diretti nella fase di Daniele 11:29,30 la Grecia e l’Italia faranno sentire la loro voce in Medio Oriente nei prossimi mesi o anni. Restiamo in attesa.

    • atlas
      6 Gennaio 2020

      sono Musulmano, ma credo ci sia qualcosa tra i segreti di Fatima e Dio

      • atlas
        6 Gennaio 2020

        di certo non credo a nulla provenga da quel fumato attaccato 24h al microfono di radio Maria. A Erba

Rispondi a giovanni cancella risposta

*

code