APPELLO RACCOLTA FONDI! MANTIENI IN VITA UNA VOCE LIBERA!

Gli USA si preparano a colpire le forze russe e siriane in Siria

GLI STATI UNITI NON ESCLUDONO DI COLPIRE LE POTENTI FORZE RUSSE IN SIRIA – SEGRETARIO STAMPA DELLA CASA BIANCA

L’11 aprile, la segretaria della Casa Bianca, Sarah Huckabee Sanders, ha dichiarato che il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ritiene che la Russia e il governo di Damasco debbano essere ritenuti responsabili per il presunto attacco chimico in Siria a Douma, avvenuto il 7 aprile.
Secondo la Sanders, anche la Russia è parzialmente responsabile di “attacco chimico”, perché Mosca avrebbe garantito che avrebbe dovuto impedire l’uso di armi chimiche in Siria.

“Il presidente ritiene la Russia e la Siria responsabili di questo attacco di armi chimiche … Loro [la Russia] hanno garantito che l’uso di armi chimiche da parte della Siria non si sarebbe ripetuto più. Hanno fallito su questo “, ha riferito l’agenzia russa Sputnik citando le dichiarazioni della Sanders, durante una conferenza stampa alla Casa Bianca.
Sanders ha anche rivelato che Trump non ha preso una decisione definitiva su come gli Stati Uniti risponderanno ancora al presunto attacco chimico.

“Abbiamo un numero di opzioni e tutte queste opzioni sono ancora sul tavolo. Le decisioni finali non sono ancora state prese su questo fronte “, ha detto la Sanders.

Quando le è stato chiesto di commentare l’affermazione della Russia che il presunto attacco chimico è stato organizzato dall’organizzazione White Helmets , Sanders ha affermato che i rapporti dell’intelligence USA non supportano questa accusa.

Inoltre, Sanders ha rivelato che gli Stati Uniti non escludono bombardamenti sulle forze russe in Siria:
“Ancora una volta, tutte le opzioni sono sul tavolo, e non ho ulteriori annunci”, ha detto rispondendo a una domanda sul tweet del Presidente Trump dell’11 aprile che minacciava la Russia e la Siria.

In uno sviluppo correlato, il notiziario statunitense ha riferito che il comandante del Comando centrale dell’esercito americano (CENTCOM), il generale Joe Votel, ha cancellato un’apparizione pubblica programmata nello stato di New York il 12 aprile.

Le dichiarazioni della Sanders e la decisione del Gen. Votel suggeriscono che Trumps potrebbe essere a poche ore dall’approvare un’azione militare contro le forze filogovernative e russe in Siria.

Fonte: South front

Traduzione: Alejandro Sanchez

*

code

  1. claudio 6 mesi fa

    Immagino che Putin ora si starà cagando sotto.. 🙂 🙂
    Che manica di idioti.. trattano la russia come fosse la corea del nord..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Fabio franceschini 6 mesi fa

      Magari!la trattano come la Serbia.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Anonimo 6 mesi fa

    Mio Dio! Ma il mondo ha iniziato a capire che questi americani non sono né più né meno che malati mente a cui bisogna sottoporre un trattamento sanitario obbligatorio?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Manente 6 mesi fa

    Preghiamo l’Onnipotente che Trump si fermi in tempo e qualora non lo dovesse fare, preghiamo Dio che la Siria diventi la tomba dell’impero anglo-sionista e dei suoi servi che fondano il loro potere sull’inganno, sull’artificio e sulla menzogna.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. atlas 6 mesi fa

      gli usa abbaiano, la Russia morde. Gli usa stanno per ora solo analizzando, ma anche preparandosi, i tempi di reazione militare Russi. Ma ogni volta la Russia non si è mai mossa per niente e stando bene attenta a non scoprire le sue carte, non per nulla a Capo c’è il mio Duce del KGB. Ci provarono con la Georgia e la Russia si prese le Ossezie. Ci provarono con l’Ukraina e la Russia si prese la Crimea. Ripeto, non escludo che in tutte queste chiacchere e movimenti militari la Russia non ne approfitti per chiudere i conti con i paesi baltici e l’Ucraina in un lampo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Fabio franceschini 6 mesi fa

    Per la verità questo è il modo tipico con cui i funzionari dell’amministrazione USA rispondono in casi del genere. La risposta sarebbe stata la stessa se la domanda fosse stata:”gli USA stanno per lanciare un’atomica su mosca?credetemi loro per prassi non escludono mai niente.il che non vuol dire che la situazione sia dannatamente pericolosa ma sinceramente dubito che gli USA vorranno coinvolgere loro la Russia per primi anche alla follia c’è un limite.gli USA hanno bersagli da offrire in tutto il mondo e la Russia può colpire con armi “convenzionali” in un area vastissima e con armi atomiche in tutto il mondo. Vi immaginate cosa succederebbe dopo la prima nave affondata la base in Qatar colpita con molte decine di morti il tutto “per un presunto attacco chimico fatto con bombe da respiratore riempote di cloro?l’unica possibilità che avrebbero è che Putin incassate le perdite decidesse di arrendersi per non rischiare l’escalation ma davvero mi parrebbe inverosimile.io sono quasi sicuro che l’attacco ci sarà e che sarà importante cioè con molti missili con più ondate e per diversi giorni coordinato con offensive terrestri dei terroristi perché alla fine penso che a questo servisse il falso attacco in questione :a far riprendere l’iniziativa ai terrosti se non altro per guadagnare tempo e impedire un possibile accordo a tre Russia,Iran ,Turchia. C’è poi anche la possibilità dell’attacco ciofeca:un centinaio di missili sparati il più lontano possibile dai russi per salvare la faccia a trump e finire in bellezza prima di ritirarsi ma debbo dire che ci credo molto poco.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Emilio 6 mesi fa

    Se questa volta non rispondono al fuoco colpendo le fonti da dove partono i missili, significa che gli USA sono ancora i padroni di questo mondo, liberi di agire come vogliono.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Walter 6 mesi fa

    Azzardo un’ipotesi: supponiamo che questa operazione sia stata concepita e studiata per dare nuovo ossigeno al mercato delle armi (irrinunciabile per gli USA per non cadere in una prossima pesante recessione) e per cercare di rafforzare le vacillanti alleanze all’interno della NATO. L’attacco sarebbe diretto soprattutto contro strutture, cercando di fare danni per decine di miliardi senza uccidere militari russi. La risposta della Russia dovrebbe quindi essere proporzionata al danno subito. Dal momento che 1) la cosa più nemica e costosa nelle vicinanze (della Siria) sono i sistemi d’arma acquistati dall’Arabia saudita per centinaia di miliardi di dollari dagli USA, 2) il pretesto per l’attacco da parte degli USA, ovvero l’attacco chimico, è stato fornito dagli elmetti bianchi (agli ordini dei sauditi e delle monarchie del golfo) e 3) i sauditi hanno offerto la loro disponibilità per partecipare a questo attacco programmato in territorio siriano, la rappresaglia russa potrebbe essere volta a distruggere i costosi sistemi d’arma sauditi. Questo farebbe felici i produttori di armi, americani e francesi in primis, pronti a rivendere nuove armi per altre centinaia di miliardi ai sauditi, per controbilanciare la potenza militare e, quindi, la possibile egemonia iraniana in medio oriente. Alternative? Invadere l’Ucraina, non se ne parla nemmeno: la NATO ha piazzato 77000 uomini e mezzi pesanti ai confini per prevenire questa eventualità. Assi nella manica di Putin? Vedremo. Probabilmente, un’intelligenza artificiale suggerirebbe che la risposta migliore è quella di non fare niente, nessuna rappresaglia. Ovvero, leccarsi le ferite e ristabilire, con nuovi e più avanzati sistemi d’arma, la presenza militare nelle roccaforti siriane. Per questa opzione, però, ci vorrebbe un aiuto finanziario da parte della Cina, perché la guerra, anche quella proxy, costa cara. La Cina, da parte sua, chiederebbe alla Russia un maggior impegno a sostenerla e difenderla in caso di attacco occidentale. Risultato: un consolidamento e rafforzamento dell’alleanza tra Russia e Cina. Dimenticavo: tragicamente, durante l’operazione, il Poseidon di ricognizione partito da Sigonella potrebbe essere abbattuto – non importa da chi, tanto daranno la colpa ai russi. Di conseguenza, in prossimità del 25 aprile, i mass media italiani ci ricorderanno di quanto pericolosi e perfidi siano i russi e di quanto buoni siano gli americani, che ci hanno liberato dagli invasori nella seconda guerra mondiale. Avete un’idea migliore?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Geometrio 6 mesi fa

      L Egitto , al sisi, da che parte sta? In tutta questa saga del signore dei ciuffi biondi, manca all appello l Egitto. Strano non sia stato chiamato nel gioco da nessuno. Tutto è possibile, prima che si compia il momento , la tua visione la trovo viva e mi permetto di aggiungere al rapporto uso/valore delle armi da te espresso, il concetto delle riserve di idrocarburi ,ti ricordo che la syria è sotto attacco nn perché usa armi chimiche, ma bensì perche essa galleggia letteralmente su di un mare di idrocarburi. La Russia potrebbe non rispondere all attacco contro gli eserciti nemici, ma contro le strutture petrolifere di tutta l area.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Walter 6 mesi fa

        La Siria non galleggia sul petrolio, è un produttore da 300,000 barili al giorno (in tempo di pace) contro i 4 milioni al giorno dell’Iraq, 3 milioni e mezzo (in crescita) in Iran e circa 11 milioni in Arabia saudita. La Siria è strategica per la sua posizione geografica: se vuoi portare qualcosa da qualche parte in medio oriente, devi passare attraverso o sopra la Siria.
        L’Egitto ha già le sue grane; se ha la possibilità di farsi gli affari suoi, per una volta, lo farà. Sarebbe auspicabile anche per l’Italia. Tu ci andresti a morire in Siria per gli USA o per la Russia? Io ho smesso anche di donare 20 euro al mese all’UNHCR – ci compro anzi un paio di jeans per mia figlia.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Geometrio 6 mesi fa

          No non ci andrei per nessun ricco della terra

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. max tuanton 6 mesi fa

    Forse non lo avete letto ma LA Russia non fosse per gli stati uniti sarebbe stata sconfitta da Hitler cosi come LA China ,ora voi comprendete che non sono sciocchezze da poter dimenticare,e voi pensate veramente che Gli Americani non se le ricordino ? E che non le ricordino costantemente ai 2 colossi asiatici,se state dietro alla stampa e al Web e ai mezzi d’informazione Giudei state freschi.Riconfermo non capite niente e magari siete pure laureati ! vi dovete liberare LA testa piena di sbobba giudea ragionate da giudei pensate giudeo materialisti atei e egoisti come il vostro Padrone satrapo dittatore rifiuto d’Oriente Ebreo.Prima di pensare alle guerre in Russia o Siria pensate a quella col Negro o zingaro sotto casa

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Geometrio 6 mesi fa

      Hai ragione , ma consentici la possibilità di dialogare tra noi x conoscerci, non è che se si discute della situazione syria na , non si pensa più a questi coglioni che hanno finito le elezioni un mese fa e ancora non stanno lavorando per: togliere tutte le tasse, togliere l iva, nazionalizzare le autostrade e tutto ciò che è strategico per l Italia. Ripristinare iri, riappropriarsi della possibilità di stampare la propria moneta non a debito, ma legata alla quantità di oro posseduta dallo stato. Eliminare la quasi totalità delle leggi nate negli ultimi 50 anni, cacciare i clandestini , limitare la presenza di negri, asiatici, nord europei, americani e non dare loro la possibilità di comprare terreni in Italia. I possessori di case e terreni e industria su suolo italiano deve essere italiano,….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. claudio 6 mesi fa

      Forse più che dagli yankee l’unione sovietica fu salvata dai loro padroni giudei.. i 10mila shermann e i 22mila aerei inviati in soccorso di stalingrado furono determinanti per la resistenza ai valorosissimi soldati del III Reich e agli invitti alpini italiani.. ora vivremmo come nababbi ed in pace in tutto il mondo, senza negri e mussulmani sotto casa.. e chi dice il contrario è un pazzo ignorante, certi shermann recuperati da naufragi o altro sono stati restaurati e sfilano nel ” giorno della vittoria ” in tutta la russia..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Alex 6 mesi fa

      x Max Tuanton

      “Forse non lo avete letto ma LA Russia non fosse per gli stati uniti sarebbe stata sconfitta da Hitler”

      non l’ho letto perchè non è mai accaduto, visto che è stata la Russia a distruggere le armate più potenti dei tedeschi (180 divisioni corazzate contro le 80 contro le quali combattevano gli americani) e la prima ad essere entrata in Germania e ad aver fatto cadere Berlino.
      Dobbiamo alla Russia la liberazione dal nazismo.

      https://it.sputniknews.com/mondo/20150429322468-europa-liberata/
      https://it.wikipedia.org/wiki/Seconda_guerra_mondiale#La_battaglia_di_Berlino_e_la_fine_del_Terzo_Reich

      Tra l’altro ci sono prove che l’impero anglo-americano abbia finanziato Hitler, gli abbia la tecnologia per creare quel formidabile esercito con cui poi ha iniziato la seconda guerra mondiale.
      https://www.ecplanet.org/node/2333
      https://aurorasito.wordpress.com/2018/01/24/lintreccio-damore-di-hitler-col-regno-unito/

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. Anonimo 6 mesi fa

      Scusa guarda che è il contrario, la Russsia aveva spezzato le reni al Reich a Stalingrado, molto prima dello sbarco in Normandia, lo dice la storia e scrittori americani come Joseph Heller (Catch 22).

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    5. Christian 6 mesi fa

      Ma tu con le tue sentenze e ordini, da dove cazzo salti fuori??

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. claudio 6 mesi fa

    Non credo che putin possa accettare il lancio di missili alla cazzo sulla siria, lo ha detto chiaramente: se tirate ai terroristi va bene, altrimenti reagiremo pesantemente.. più facile che ora la commissione onu sulle armi chimiche dichiari che non c’è traccia di tali armi o che l’attacco sia stato perpetrato dai terroristi. A quel punto tutti salverebbero la faccia.. e per tutti intendo usa francia e gb.. nei rapporti internazionali noi dobbiamo anche capire chi sono gli stati che possono comprare armi, visto che queste sono tra le principali risorse mondiali insieme a petrolio, oro, diamanti.. e queste armi chi le può comprare?? È chiaro come il sole che la russia se le fa da se, quindi gli yankee non hanno penetrazione in quel mercato.. loro vendono armi ai loro servi europei che appartengono alla nato e sono obbligati a farlo, poi vendono armi ai sauditi i quali avendo petrolio hanno grandi disponibilità di dollari. I giudei americani aizzano e pompano i sauditi ed ” estraggono ” fiumi di denaro vendendogli le armi. Ora infatti il rappresentante porta a porta yankee, trump, ha dichiarato di avere nuove armi, più belle più potenti e pure più intelligenti.. è una vendita, una televendita, dove, badate bene, conviene a tutti partecipare.. anche a putin. Sbaglio o esiste anche nella nato un patto dove se un membro viene aggredito gli altri vanno in suo soccorso?? Il discorso non cambia di molto tra russia e siria.. e i motivi di questa guerra quali erano?? Sempre i soldi.. c’est l’argent qui fait la guerre.. gasdotti, pipeline di petrolio a cui la siria non ha concesso il transito perchè aveva rapporti commerciali e sodalizi differenti.. poi mettiamoci pure lo spirito predone dei giudei che non si fanno scrupoli nel prendere ciò che appartiene agli altri, che loro considerano animali.. tutti gli ebrei, non solo i criceti sionisti..( così rispondo di nuovo a christian )

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. claudio 6 mesi fa

      Vedo che con walter c’è sintonia di giudizio.. stavamo scrivendo contemporaneamente..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Walter 6 mesi fa

        Come dici tu, c’est l’argent qui fait la guerre: inutile arrampicarsi su ideologie e fantasie, la realtà, purtroppo, è questa.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Eugenio Orso 6 mesi fa

    Ecco come risponde il verme piddiota atlantista collaborazionsita Amendola a Salvini:

    Siria: Amendola, Italia a fianco alleati
    Il sottosegretario alla Farnesina: ‘Condanniamo armi chimiche’

    (ANSA) – ROMA, 11 APR – “A chi, come Matteo Salvini, chiede strumentalmente una presa di posizione contro interventi militari dell’Occidente in Siria, ricordiamo che l’Italia ha sempre condannato nella maniera più ferma qualsiasi utilizzo di armi chimiche: il loro uso costituisce un crimine di guerra e una gravissima violazione del diritto internazionale. Posto questo, il Governo italiano è a fianco dei tradizionali alleati del nostro Paese: Stati Uniti, Francia e Regno Unito. Se Salvini la pensa diversamente, lo dica con chiarezza”. Lo dice il sottosegretario agli Esteri Vincenzo Amendola.

    Lo so che l’ansa è un cesso, ma questa “notizia” ci consente di capire chi sta lavorando, ancora al governo nonostante le elezioni(!), per trascinare l’Italia in un conflitto spaventoso, dalla parte dei criminali/stati-canaglia!

    Cari saluti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Geometrio 6 mesi fa

      A furia di ripetere ….. l uso di armi chimiche etc etc, sta diventando una affermazione vera a prescindere. Che schifo l informazione in Italia. Il prox governo , e mi rivolgo a salvini, dovrà distruggere questo meschino rapporto tra Rai servizio pubblico e massoneria .

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Walter 6 mesi fa

      Abbi pazienza, entro la fine del mese le mummie dovranno presentare il Documento di economia e finanza (l’ultima manciata di spiccioli ad amici e parenti prima del tracollo economico finanziario dell’Italia), poi si leveranno necessariamente dalle palle per tornare nei loro sarcofagi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Mardunolbo 6 mesi fa

        Sarebbe meglio ficcar loro una croce di legno nel petto prima che risorgano,. come spesso fanno questo tipo di mummie…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. The roman 6 mesi fa

    Cosi’ come é diventato un “fatto storico” l’olocausto e lo sta diventando l’ 11 settembre . Si attribuisce a Joseph Goebbels, che espose le menzogne della propaganda ebraica, la paternità di quelle menzogne che combatté fino all’estremo sacrificio. Ancora oggi , con tutte le informazioni di cui disponiamo, c’è gente che definisce liberazione dai nazifascismi , quella che fu una schifosa guerra imperialistica nei confronti di Italia e Germania . Decenni di indottrinamento hanno traformato gli antichi eroici giapponesi in un popolo di ridicoli pupazzetti , imitatori compulsivi dei loro padroni occidentali. I tedeschi , da herrenvolk a pecoroni e gli italiani da orgogliosi proletari a piccoli arrampicatori sociali . La massa non comprende , non vuole comprendere, che la fonte dei nostri mali è quel potere finanziario monopolista delle grandi famiglie ebraiche che detengono il monopolio dell’emissione monetaria. Questi demoni si nascondono dietro cortine di fumo e falsi miti che gli idioti e gli ignoranti prendono per buoni. Come la Germania , con la forza dell’ esempio meteva a rischio il loro dominio , la Russia , l’Ungheria ‘la Serbia , con il loro attaccamento ai valori cristiani ,stabiliscono una resistenza alla dissoluzione etnica da loro ptogrammata. Tale dissoluzione porrebbe fine una bolta e per tutte ad ogni possibilità di riscstto e l’assevimento sarebbe irreversibile. Ridotte le nazioni. A contenitori di masse eterogenee senza identità e storia condivisa , gli uomini che le compongono ,stomizzati ed intercambiabili , non avranno altro valore che non sia quello funzionale al grande capitale sovranazionale .

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mardunolbo 6 mesi fa

      Perfetto, The Roman, ma fallo capire a certuni ! la idea “nazifascista” e’ rimasta come parola magica da evocare anche nei momenti sbagliati !
      Tanto che certuni ripudiano l’idea storica, ma ben celata che l’Unione Sovietica, creatura giudea per farla pagare alla Russia zarista e cristiana, ricevette milioni di tonnellate di armi e vettovagliamento ogni settimana dagli Usa. Per questo e solo per questo riuscirono a sconfiggere la Germania.
      Nonostante Solgenytsin abbia chiaramente scritto nei suoi libri a cosa si dovette la sconfitta tedesca e la vittoria russa e nonostante abbia scritto chiaramente che fu uno strapotere estraneo ai russi che creo’ i gulag, vallo a far comprendere a chi non lesse mai i libri di Solgenytsin per il numero i pagine o perche’ scrittore ormai “remoto” !
      Nonostante lo scrittore abbia descritto la sorprendente ritirata delle truppe russe davanti ai tedeschi, e perche’, dato che lui fu pure combattente tra i soldati, e’ dura da comprendere ogni cosa e quanto mai nessuno degli occidentali argomenta…
      Tantopiu’ che Solgenytsin che dimoro’ in Canada per lunghi anni, ritorno’ appena pote’ in Russia e descrisse la devastazione morale dell’Occidente e fu talmente schietto e profetico che Putin lo visito’ piu’ volte per capirne e carpirne il pensiero e farlo suo…Ma questo Max Tuantuon e similia non lo sanno ne’ forse credono, ne’ altri che si abbeverano alle fonti inquinate della storia riscritta dai vincitori.
      Amen !

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. HERZOG 6 mesi fa

    Alex e’ inutile che io ti risponda sai gia tutto,leggi I blog dei giudei continua !Su the roman concordo sempre quasi su tutto sulla Russia No! LA Russia e’stata in mano ai bolscevichi comunisti ( I’ll comunismo e’ una dittrina inventata dagli ebrei MARX ENGLES )Ebreiper 70 anni, che ora quests Genia maledetta d’inculomani usurai sfruttatori fornicatori depravati incalliti Non sia piu in Russia a manovrare tutto io non Ci credo,poi voi fate come volete

    Rispondi Mi piace Non mi piace