"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Gli USA necessitano di uno psichiatra per le loro valutazioni circa Putin e Assad

Il Dipartimento di Stato USA ha commentato che l’abbraccio del presidente della Russia Vladímir Putin con il suo omologo siriano, Bashar Asad, dimostra che Mosca è responsabile della situazione nel paese arabo.  L’analista Araik Stepanián ha commentato all’agenzia Sputnik che queste dichiarazioni vanno molto più in là del senso comune.

La portavoce della Cancelleria statunitense, Heather Nauert, ha dichiarato, rivolgendosi ai giornalisti: “Voi sapete come la pensiamo circa gli attacchi chimici che sono stati lanciati contro i civili innocenti in Siria (…). Credo che questo abbraccio è la prova che Vladímir Putin ha certe responsabilità per cercare di aiutare la Siria e non mettere pressioni su Assad perchè non tornino a fare qualche cosa così”….

In questo contesto, il segretario responsabile dell’Accademia di problemi geopolitici della Russia, Araik Stepanián, ha questionato lo stato psichico della portavoce statunitense.

“Non mi sembra che siano parole di una persona normale. Gli statunitensi inventano menzogne, ci credono e vogliono che tutti debbano crederci. Se lo dicono, realmente, necessitano di uno psichiatra, perchè questo va oltre del senso comune”, ha affermato all’agenzia Sputnik.

Vasili Nebenzia, ambasciatore della Russia davanti all’ONU, ha votato a favore della risoluzione per estendere le indagini sugli attacchi chimici in Siria.

Assad con i suoi ufficiali

L’analista ha sottolineato che non esiste alcuna prova del fatto che Bashar Assad abbia utilizzato armi chimiche. Stepanián ha ricordato inoltre che Assad è il presidente legittimo dello Stato Siriano e il suo incontro con Putin è una riunione  di due leaders.

“Putin si trova impegnato nel terminare con la guerra civile e farla finita con il terrorismo internazionale in Siria. Gli statunitensi al contrario creano problemi e finanziano i terroristi”, ha assicurato.

Stepanián ha sottolineato che la Russia vuole che il mondo  ristabilisca la pace e, in conseguenza, realizzano queste riunioni non soltanto con Bashar Assad, ma con i leaders della Turchia e Iran, così come con quelli dell’Arabia Saudita e degli USA.

Fonte: Sputnik Mundo

Traduzione: L.Lago

*

code

  1. Manente 3 settimane fa

    Usa ed Israello, attraverso il controllo dei media e dello spettacolo, in decenni di “lavoro” indefesso, sono riusciti a radicare nell’immaginario collettivo una catena di menzogne cosi enorme, da rendere la realtà tangibile del tutto incomprensibile a quanti non ancora hanno preso coscienza del fatto che la “rivoluzione russa” è stato un colpo di stato in stile Maidan, che il regime di Hitler era finanziato dai Rothschild, che Pearl Harbour è sta una false flag come le Torri Gemelle, che Johnson faceva parte del complotto ordito dalla cia-mossad per assassinare i due Kennedy, che il Daesh è finanziato da Usa, Israello ed Arabia Saudita, che gli attentati terroristici in Europa non potrebbero avvenire senza la complicità dei servizi segreti occidentali e via dicendo. In altre parole di bugia in bugia veicolate ad arte da un esercito di pennivendoli al soldo dell’impero del male, si arriva al punto che la portavoce della cancelleria statunitense Heather Nauert possa affermare l’assurdo, dando per certo che un buon numero di cittadini lobotomizzati,arrivino a crederci senza problemi ! Inutile sottolineare il fatto che i poveri cittadini imbevuti di tutte queste menzogne, saranno gli stessi ai quali il “gran bugiardo” anglo-sionista consegnerà un fucile in mano con l’ordine di andare a farsi ammazzare per la maggior gloria degli usurai del popolo eletto ! A mio umile parere la prima guerra che bisogna vincere è quella contro i fabbricatori di menzogne, non sarà facile visto che l’orrido Napolitano, la Boldrina ed altri malfattori della stessa specie, la verità vorrebbero bandirla addirittura per legge !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Citodacal 3 settimane fa

      Il tradimento di una intera classe dirigente – peraltro perfettamente funzionale all’abdicazione ai popoli poiché, non essendoci più identità nazionali, si serve direttamente il capitale apolide e mondiale – risulta essere ancor più tragico e colpevole, sempreché non si voglia vergognosamente scantonare sulle squallide giustificazioni modello Lerner in merito ai soggetti danneggiati dalle banche: che sia cioè ed ormai il singolo a dover essere competente su ogni cosa. Fermo restando che un minimo di competenza ed accortezza generale è non solo ben gradita ma necessaria, non si può invece pensare di poter fare a meno della serietà e deontologia professionale specifica dirigenziale, viepiù per ruoli ad alto profilo politico, economico e sociale, pena la disgregazione dell’intero tessuto statale e nazionale di una comunità. Faceva un tempo parte del giuramento del Cavaliere la difesa dei poveri, degli oppressi, degli orfani e delle vedove, e la spada veniva data lui principalmente per questo motivo.
      In sostanza dunque, debbono esistere personaggi istituzionali pubblici e privati di cui potersi fidare, poiché ciò fa parte inderogabile del loro mandato, essendo che il singolo cittadino medio in generale non possiede né il tempo, né le capacità per operare certi approfondimenti: se dunque cade sotto la responsabilità di quest’ultimo l’informarsi, cade sotto quella di specifici organi preposti la responsabilità di consentirglielo nel modo più adeguato possibile (il che fa parte dell’educazione stessa, allo stesso modo con cui si opera ed imposta una corretta educazione nelle scuole, che stimoli la vivacità intellettuale e il senso critico). Venendo a mancare il senso di responsabilità nei confronti della collettività – sostituito da un senso di responsabilità generico e subordinato acriticamente alle richieste del potere “anomalo” (1 ) – viene di fatto a mancare strutturalmente la collettività medesima.

      (1) diciamo “anomalo” non il potere in se stesso – che esprime, nella sua espressione lecita, la capacità e la possibilità di operare e fare – quanto quello che, ripiegandosi si se stesso, serve solamente se stesso, autoreferenziandosi in maniera egotica; ed è questa una delle componenti “morali” e caratteriali di quest’epoca: il paradosso di creare una collettività correttamente composta da individui, ove tuttavia il senso individualistico – e non individuale – prende il sopravvento.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Citodacal 3 settimane fa

        Peraltro il senso individualistico viene sapientemente modellato su stereotipi i più graditi al pubblico e resi tali, il che non solo esclude il senso realmente critico e discernente – che costa sempre la fatica propria – ma esclude anche il fatto che sia effettivamente una dimensione individuale: rimane esattamente quello che vuole essere l’individualismo e i suoi scopi indotti (e che quell’artista fasullo di Warhol preconizzò coll’affermare che chiunque avrebbe potuto essere protagonista: diremmo, sostanzialmente, di una vacuità ben organizzata in sfaccettature fittizie…), ovvero una scimmiottatura, funzionale alla collettivizzazione la più becera, dell’individualità reale.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Mardunolbo 3 settimane fa

          Grazie Citodacal ! Ho fatto,come sempre, fatica a leggere fino in fondo le tue analisi, perchè arzigogolate (e lessicalmente un po’ contorte)ma sempre corrette nel centrare il problema.
          Questa la trovo più chiara e comprensibile del solito e sono, come quasi sempre, d’accordo e l farei “mia”…

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. XD 3 settimane fa

            Complimenti a Manente e Citodacal, che dire, chi si sa esprimere bene su questi argomenti merita un plauso e la mia approvazione…

            Mi piace Non mi piace
      2. Tania 3 settimane fa

        E C C E Z I O N A L E. Superlativo uomo. Potrei dire ti amo. Sono fin commossa, provo emozioni forti davanti a commenti come questo, e tanta felicità, c’è davvero anche del bello nel genere umano, e questo che dico è niente in confronto a quello che vorrei dire…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. XD 3 settimane fa

          Ahah! Ma non ho capito…ami Putin o Manente:)? A parte gli scherzi sono contenta che ci siano persone che sanno esprimere le mie idee, in tutto o in parte, con parole adeguate…con stima, Xd

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Citodacal 3 settimane fa

            Non disperi di non essere in grado Lei stessa d’esprimere adeguatamente, o semplicemente in modo e forma maggiormente articolati, le sue idee e il suo pensiero; li indaghi a fondo e li approfondisca, prenda maggior confidenza coi medesimi; riformuli i ragionamenti per assimilarne gli elementi costitutivi essenziali e la loro dinamica; incarni il senso critico più rigoroso e benevolo nei confronti di se stessa. Ne ricaverà maggior chiarezza entro di sé, maggior conoscenza profonda di sé; poco importa se non cambierà il “mondo” o cose macroscopiche (le quali sono determinate da mille fattori, ora in sinergia ora in antagonismo tra loro), e nemmeno se la sua stessa vita svolterà nella direzione più auspicata: inizierà invece a gustare il sapore di qualcosa di meno corruttibile e più saldo, a prescindere dalle vicissitudini dell’esistenza, che dall’intimità interiore confermi il senso recondito della seguente affermazione di Seneca (“Lettere Morali a Lucilio”, libro VI, lettera 59, 18):
            “Ciò che la Fortuna non ha dato, la Fortuna non toglie.”
            Buon proseguimento a tutti.

            Mi piace Non mi piace
    2. Woland 3 settimane fa

      Alcune precisazioni al tuo ottimo intervento: la rivoluzione russa è stata preparata da 30 anni di calunnie sistematiche sulla stampa internazionale, tutta di proprietà degli usurocrati, mentre all’interno si espandeva un terrorismo, condotto da personaggi della stessa tribù degli usurocrati, ben diverso da quello odierno. Chissà perché oggi i terroristi colpiscono sempre gente anonima e comune che sta passando per strada, mentre in russia ucciseo 2 zar, una decina di ministri e centinaia di alti funzionari.
      Hitler era finanziato dai Warburg, il cognato dei Rotschild (i quali naturalmente erano innocenti come colombe eh).
      Pearl harbour fu un lihop (let it happen on purpose) a differenza del 11/9 che fu un mihop (MAKE it happen on purpose).
      Infine non si scrive “Boldrina” le grafie corrette sono due: o Sboldrina o Boldracca.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Silvia 3 settimane fa

        Hitler all’inizio sara’ anche stato finanziato da loro, ma poi mi pare che sviluppo’ una sua politica molto “indipendente”.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Tania 3 settimane fa

    Vorrei ricordare a tutti che Falluja, Iraq, fu bombardata con armi chimiche dagli USA, che non hanno mai fatto vedere nei loro tiggì, e neppure nei nostri, all’epoca c’era su Sky, o forse era ancora Strim, non ricordo, ma mi pare fosse già Sky, un canale che si chiamava CORRENT, che Berlusconi fece poi chiudere, cioè lui si fece portavoce di questo, gli ordini gli arrivarono dall’alto, serviva uno che facesse l’azione, e su questo canale appunto un giornalista andò a Falluja qualche giorno dopo la strage, centinaia di migliaia di corpi bruciati, cani, altri animali, ogni forma di vita svuotata, come fantocci neri, impressionante, gli abiti intatti, poi li hanno contati, 500 mila.
    Quello che mi sconvolge non è neppure la violenza umana in se per se, ma l’imbroglio, la pretesa di voler essere presi per persone per bene, buone, quando si è delle bestie, gli USA e Israele sono belve con le mani insanguinate del sangue dell’intero pianeta, sono tremendi…
    E’ qui che si perde, si perde la libertà, la dignità, quando per tifoseria si sostengono esseri osceni!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Idea3online 3 settimane fa

    Apocalisse 18:4

    Poi udii un’altra voce dal cielo che diceva: «Uscite da essa, o popolo mio(Israele), affinché non siate complici dei suoi peccati e non siate coinvolti nei suoi castighi;

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Manente 3 settimane fa

    Grazie, sono i commenti di voi tutti ad essere una boccata di aria fresca in mezzo a tanta limitatezza. Un saluto per Tania, XD ed un ringraziamento a Woland per le precisazioni storiche, nonché per quella relativa alla “corretta pronuncia” del cognome della “presidenta coccodè” !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mardunolbo 3 settimane fa

      Mi associo ai saluti di Manente

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. 9+3-6 3 settimane fa

    La Calunnia…il lavoro dei media oggi a controllo sionista è calunniare, altro che informare la gente. E se la gente occidentale non si sveglia i maiali che hanno compiuto simili genocidi in oriente in questi ultimi 20 anni fornendo a pretesto argomentazioni vuote come il possesso di armi chimiche si sentiranno autorizzati a fare la stessa cosa in occidente! I nemici del popolo sono chiari!

    Rispondi Mi piace Non mi piace