"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Gli USA mettono in salvo i terroristi della Siria inviandoli in Afghanistan

Secondo la denuncia fatta dal capo del Comitato di Difesa e Sicurezza del Consiglio della Federazione Russa (Senato) Victor Bondarev, i terroristi in Siria appoggiati e protetti dagli USA, vengono segretamente trasferiti dalla Siria all’ Afghanistan tramite vie di accesso a questo paese che vengono utilizzate dai servizi di intelligence di USA e Arabia Saudita.
L’Afghanistan è la destinazione prevista per questi terroristi takfiri, molti dei quali avevano ricevuto addestramento ed armamento negli appositi campi realizzati in Giordania ed in Turchia sotto la guida di istruttori statunitensi e britannici, come verificato da numerose inchieste.

Nelle dichiarazioni rilasciate da Bondarev alla rivista russa Rossyskaya Gazeta, il senatore ha messo in rilievo come queste truppe mercenarie addestrate dagli USA possano essere utilizzate da una base segreta in Afghanistan per azioni di destabilizzazione nelle repubbliche dell’Asia Centrale, incluso per cercare di infiltrarli in Iran, obiettivo privilegiato delle possibili operazioni di destabilizzazione pianificate dalla CIA e dai servizi di intelligence sauditi.

Il senatore russo ha aggiunto che i servizi di intelligence russi hanno individuato nel sud della Siria, vicino alla frontiera con la Giordania, una base costituita dalle forze statunitensi in cui il comando USA sta addestrando i gruppi di terroristi superstiti per cercare di creare una “opossizione armata” al governo di Damasco , raggruppando miliziani di diverse provenienze e nazionalità, inclusi i più estremisti.

Nonostante tutti gli sforzi degli USA di patrocinare nuovi gruppi armati, a giudizio del senatore, “la nuova formazione armata avrà lo stesso destino di quelle che l’hanno preceduta e finiranno sbaragliate ed annientate come  le altre”, ha assicurato Bondarev nelle dichiarazioni rilasciate anche all’agenzia Sputnik.

Poche ore prima, anche il fantomatico “Centro per la Riconciliazione in Siria”, basato a Londra e collegato a gruppi di opposizione, ha confermato che il comando USA ha di recente aperto un accampamento nel sud della Siria per accogliere e addestrare i ribelli che arrivano da Al-Qalamun alla zona di Al-Qaryatain, nel deserto siriano, nella località di Al-Tanf, in prossimità della frontiera con Iraq e Giordania.

Terroristi appoggiati da USA in Siria

L’informativa ha coinciso con l’annuncio dell’Esercito siriano che questo Venerdì ha liberato totalmente la città orientale di Deir Ezzor , che in precedenza era in parte occupata dai terroristi, assestando un duro colpo alla banda che si trova ormai allo sbando, tanto in Siria come in Iraq e cerca di rifugiarsi sotto la protezione della coalizione guidata dagli USA.

Fonti:  AL Manar   Hispan Tv

Traduzione e sintesi: Luciano Lago

*

code

  1. nessuno 2 settimane fa

    Il problema è che adesso i terroristi rimasti pur vanno casati
    da qualche parte, altrimenti potrebbero rivoltarsi contro quelli
    che li hanno creati e formati.
    Non vedo l’utilità di conservare questi assassini in attività, sappiamo
    dove sono, vengono monitorati, osservati e penso all’ occasione
    eliminati, sono scorie pericolose, non sarebbe la prima volta che un
    cane (speriamo) morde la mano del padrone….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. animaligebbia 2 settimane fa

      Strano,credevo che la rinomata agenzia di viaggi cia&nato li avesse mandati in Somalia a giudicare dai fuochi d’artificio sparati per festeggiare l’arrivo degli eroici combattenti per la liberta’(degli occidentali di rubare risorse ovunque si trovino).E’ probabile che alcuni di loro al caldo umido e la dieta a base di banane somale preferiscano il caldo secco e asciutto del deserto afghano e la dieta del papavero, adesso che il Captagon e’ fermo a Gioia Tauro.

      Rispondi Mi piace Non mi piace