"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Gli USA, inquieti per il collasso del Daesh, lanciano accuse all’Iran di terrorismo

L’Iran respinge le accuse degli USA che vorrebbero collegare l’Iran al terrorismo e indica che queste accuse dimostrano lo stato di panico di Washington per il fallimento dell’ISIS (Daesh in arabo).
“Le autorità statunitensi ripetono le loro accuse infondate contro l’Iran per evadere la realtà attuale nella regione che dimostra il completo collasso del Daesh fra Iraq e Siria o si tratta di accuse lanciate per nascondere la loro grande inquietudine dovuta alla perdita delle zone controllate da questa organizzazione terroristica (armata da USA ed Arabia Saudita) in entrambi i paesi”, ha dichiarato oggi il portavoce della Cancelleria iraniana, Bahram Qasemi, utilizzando la denominazione in arabi del gruppo terrorista del Daesh.

Con queste parole il diplomatico iraniano ha risposto al vicepresidente USA, Mike Pence, il quale, nel corso del suo intervento il Martedì durante un evento a New York, aveva accusato la Repubblica dell’Iran di “appoggiare il terrorismo”, ed aveva avvertito che Washington non tollera tale condotta.
Qasemi ha sottolineato l’atteggiamento responsabile e gli apporti di Teheran nella lotta contro il terrorismo in Iraq e in Siria, ed avvisa che “nessuno può ignorare il ruolo costruttivo e positivo dell’Iran nel combattere questo flagello nella regione e in tutto il mondo”.

Portavoce Iran

Il portavoce iraniano ha denunciato inoltre le ingerenze degli USA nelle questioni interne dei paesi del Medio Oriente, le quali hanno causato instabilità ed azioni terroristiche”, ed ha richiesto il dialogo e la cooperazione tra i paesi della zona per risolvere la crisi.
Allo stesso modo ha sollecitato i paesi extra regionali a non inventarsi minacce inesistenti nella regione ed a rispettare la sovranità nazionale degli Stati.

Il leader della Rivoluzione islamica dell’Iran, Sayed Alì Jamenei, ha lodato la scorsa settimana il successo ottenuto dalle forze della Resistenza nella sconfitta dei gruppi terroristi in Siria ed in Iraq ed ha affermato che questa vittoria costituisce un duro colpo per gli USA ed i loro alleati del Golfo che per lunghi anni hanno patrocinato, armato e finanziato i gruppi terroristi.

Fonte: Hispan Tv

Traduzione: Luciano Lago

*

code