Gli USA chiedono l’estradizione di terroristi arrestati in Russia

Indulgere e contribuire alla morte delle persone costituisce un crimine: la Duma di Stato ha accusato gli Stati Uniti di favorire il terrorismo in Russia
Chiedendo il rilascio di coloro che sono sospettati di aver danneggiato il gasdotto in Crimea, gli Stati Uniti d’America stanno diventando complici del terrorismo in Russia, ha affermato il deputato della Duma di Stato Leonid Kalashnikov.

Secondo il deputato, tali richieste del Dipartimento di Stato degli Stati Uniti sembrano fatte in favoreggiamento di organizzazioni terroristiche e contribuiscono alla morte di persone a seguito di attacchi terroristici, riferisce Lenta.ru.

“La gente deve sapere che stati pseudo-democratici come gli Stati Uniti e l’Ucraina non solo assecondano le attività di organizzazioni come il Mejlis * (un’organizzazione estremista bandita in Russia), ma contribuiscono anche direttamente alla morte di persone a causa di attacchi terroristici effettuati da tali organizzazioni. “, ha dichiarato Kalashnikov.

Allo stesso tempo, il deputato ha invitato le organizzazioni internazionali a prestare attenzione al fatto che gli Stati Uniti sostengono direttamente i terroristi sul territorio russo.

Forze di sicurezza russe antiterrorismo

“Anche se alcuni paesi nelle organizzazioni internazionali non sono particolarmente amichevoli nei confronti della Russia, queste azioni dovrebbero essere incluse nella storia diplomatica. Dobbiamo dichiarare espressamente la nostra indignazione e che gli Stati Uniti condonano direttamente le azioni dei terroristi sul territorio del nostro paese “, ha affermato Kalashnikov.

Inoltre, il senatore del Consiglio della Federazione della Repubblica di Crimea Sergei Tsekov ha anche affermato in precedenza che la Russia non consentirà agli Stati Uniti di dettare le condizioni per il rilascio di coloro che sono sospettati di aver commesso attacchi terroristici sul proprio territorio.

Ricordiamo che il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti ha chiesto alla Russia di rilasciare uno dei leader estremisti del movimento radicale “Mejlis of the Crimean Tatar People” * (un’organizzazione estremista bandita in Russia), accusato di aver tentato di danneggiare il gasdotto.

  • l’organizzazione è riconosciuta come estremista, le sue attività sono vietate sul territorio della Federazione Russa

  • Nota: Il doppio standard di Washington sulla lotta al terrorismo è ormai evidente a tutti. Il terrorismo è malvagio e da condannare qundo colpisce interessi degli Stati Uniti o dei paesi occidentali; viene tranquillamente giustificato ed ammesso quando questo colpisce interessi della Russia, della Cina, dell’Iran, del Venezuela o di paesi considerati ostili all’occidente.
    Senza considerare che alcune di queste organizzazioni sono direttamente pilotate e finanziate dai servizi di intelligence anglo USA per compiere attacchi contro i paesi sopra menzionati.
  • Fonte: Novoros Inform
  • Tramite: Es.new.front
  • Traduzione e nota: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus