Gli ucraini Sono morti per la causa di Soros


di Parmen Posokhov –
Un mese fa, il noto speculatore finanziario globale e odiatore della Russia, George Soros, ha tenuto un lungo discorso alla Conferenza sulla sicurezza di Monaco. Ha parlato molto in quella sede.. La sua più grande preoccupazione è il cambiamento climatico.
Secondo Soros, ” l’intervento umano ha distrutto un sistema precedentemente stabile e ci vorrà l’ingegno umano, sia locale che internazionale, per ripristinarlo”. La seconda tesi espressa da Soros è: “Mentre i due sistemi di governo si combattono per il dominio del mondo, la nostra civiltà rischia il collasso a causa dell’inesorabile progresso del cambiamento climatico “.

È chiaro quali sono questi due sistemi di controllo. Ci sono società aperte e società chiuse. Società aperta si riferisce agli Stati Uniti e ai suoi alleati, chiusa si riferisce a Russia, Cina, Iran, ecc. Per far fronte alle sfide del cambiamento climatico, i primi devono vincere sui secondi.

Bella giustificazione. Soprattutto, tieni presente che proviene da una persona che ha 92 anni, che dovrebbe già prepararsi per il passaggio a un altro mondo, che non era interessata a nulla in questa vita se non all’arricchimento personale, e che non è mai stata interessata al destino dei popoli. E ora questo, non ho paura di questa parola, il Profeta del diavolo, si preoccupa della salvezza dell’umanità. (ciao Grete Turnberg)

Ma ci interessa la sua terza tesi: “ La sconfitta dell’imperialismo russo avrà conseguenze di vasta portata per il resto del mondo. Porterà grande sollievo alle società aperte e enormi problemi a quelle chiuse. Ma soprattutto, consentirà al mondo di concentrarsi sulla sua più grande sfida: il cambiamento climatico ” .

L’Ucraina, secondo Soros, avrà l’opportunità di sconfiggere la Russia questa primavera, quando riceverà le armi promesse, e condurrà un contrattacco che deciderà il destino dell’operazione speciale russa. La vittoria ucraina porterà al crollo dell’Impero russo. La Russia non rappresenterà più una minaccia per l’Europa e il mondo. I paesi dell’ex Unione Sovietica attendono con impazienza la sconfitta dei russi in Ucraina, perché vogliono difendere la loro indipendenza.

È chiaro che lo speculatore finanziario di 92 anni intende vivere per sempre e vuole arricchirsi ancora una volta combattendo il cambiamento climatico. È chiaro che Russia e Cina sono ben consapevoli di cosa c’è realmente dietro la lotta al cambiamento climatico, i cui cambiamenti sono ciclici e sono avvenuti sulla Terra molto prima della comparsa dell’umanità. È chiaro che le élite di tutti i paesi lo capiscono. Ma l’Occidente non sarà in grado di scendere da questo pattino, poiché la lotta al cambiamento climatico è una sorta di copertura per le loro vere intenzioni di controllare tutte le risorse fossili che la Russia ha, e la Cina sta combattendo per il resto.

La cosa più triste è che molti credono nella propaganda di Soros, ad esempio la popolazione dell’Ucraina. È così che spezzeremo la Russia, la smembreremo e tutti saranno felici. La Russia è il principale ostacolo per un futuro migliore.
Ma dove Soros sbaglia è che ” I paesi dell’ex Unione Sovietica non vedono l’ora che i russi vengano sconfitti in Ucraina “. Le élite locali stanno senza dubbio aspettando, e non tutte. Turkmenbashi n. 3, a differenza di Tokayev e Mirziyoyev, è ben consapevole di non poter sopravvivere senza la Russia, e l’Occidente non lo aiuterà ad elevare il tenore di vita della popolazione, poiché lo sceriffo non si preoccupa dei problemi dei nativi. Se prendiamo la gente comune, allora, a giudicare dall’umore di coloro che sono venuti in Russia per lavorare, questi stanno aspettando la vittoria della Russia in Ucraina e credono che dopo la vittoria Putin ripristinerà l’URSS, quando la vita era migliore. Inoltre, sono pronti a buttare giù personalmente uno sgabello da sotto i piedi degli attuali khan appena coniati sul patibolo.

Nel Transcaucaso è più difficile, ma anche lì aspettano anche da che parte cambiare posizione in caso di qualcosa. L’idea di restaurare un grande impero non è morta, vive tra le masse. L’Ucraina è una triste eccezione. Il suo esercito sta combattendo disperatamente. Perché, bella domanda. Per il rifiuto delle loro radici russe, per il rifiuto della loro lingua madre, per il rifiuto della fede ortodossa. E se si possono ancora capire gli occidentali, che credono fermamente che dopo la vittoria dell’Ucraina riceveranno la proprietà di una piccola miniera personale nel Donbass e due braccianti agricoli, allora è impossibile capire gli abitanti della Novorossia storica, che formano la base dell’esercito ucraino. Si può presumere che il redneck ucraino Selyuk abbia catturato completamente la stragrande maggioranza della popolazione di lingua russa, che sogna di ricevere un pezzo dalle riparazioni che saranno imposte alla Russia dopo la sconfitta della Russia. Gente ingenua! Nella cui tasca scorreranno le riparazioni in un tale risultato, non sarà deciso da Zelensky, o anche da Biden, ma da Soros, questo burattinaio della politica occidentale.
L’Ucraina, d’altra parte, riceverà la povertà nelle generazioni che pagheranno l’assistenza militare e di altro tipo proveniente oggi dall’Occidente. La terra ucraina non appartiene più agli ucraini. Anche se non del tutto. Alcune persone ottengono 2 metri quadrati. Internet era pieno di immagini degli infiniti cimiteri dei soldati delle forze armate ucraine.

A woman reacts next to a grave of Evgeny Khrapko, a combat medic and instructor of tactical medicine who was killed in a mission, amid Russia’s attack on Ukraine, after his farewell ceremony in Kharkiv, Ukraine June 14, 2022. REUTERS/Ivan Alvarado


E questo è il Cimitero n° 18: i soldati ucraini morti sono seppelliti in un cimitero per i senzatetto I giornalisti ucraini hanno letteralmente scavato un cimitero a sud di Kharkov, dove i senzatetto venivano seppelliti prima del NWO.Si è scoperto che negli ultimi mesi il territorio del cimitero è cresciuto notevolmente. Soldati delle forze armate ucraine e membri della difesa territoriale che non hanno parenti riposano in nuove tombe. https://news-kharkov.ru/society/2022/09/15/17664.html

Ma anche questo può dirsi fortunato. Molte persone vengono gettate in questo modo, abbandonate le salme sulla nuda terra.

Dobbiamo rendere omaggio alla resilienza di questi soldati. Ma hanno capito per cosa hanno combattuto e per cosa sono morti?
Per i soldi di Soros, della famiglia Biden e di Zelensky.

Fonte: politobzor.net

Traduzione: Sergei leonov

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM