Gli svedesi iniziano a impiantare microchip con passaporti Covid al braccio


Quello che si sta sviluppando è uno Stato di polizia digitale. Vedi il rapporto sotto
Swedish Epicenter, specialista in microchip sottocutanei, ha dimostrato un impianto in grado di memorizzare informazioni sul passaporto Covid di una persona . Lo riporta APnews.

La società afferma che il chip impiantato sarà in grado di leggere qualsiasi dispositivo che utilizza il protocollo Near Field Communication (NFC).

“Gli impianti sono una tecnologia molto versatile che può essere utilizzata per una varietà di scopi e ora è molto utile avere il passaporto Covid a portata di mano. Se il tuo telefono esaurisce la batteria, il passaporto Covid sarà sempre disponibile” , lo afferma il rappresentante dell’azienda Hannes Sjoblad.

Ha spiegato che i chip possono essere impiantati sia tra il pollice e l’indice, sia nel braccio stesso appena sopra il polso. Il microchip stesso ha le dimensioni di un chicco di riso. Hannes Sjoblad sostiene che il processo di implementazione è completamente reversibile.

Secondo il ricercatore di culture digitali Moa Petersen, al momento in Svezia, circa 6 mila persone hanno già impiantato un chip nella loro mano, ma questo non significa che abbiano caricato tutti lì i loro passaporti Covid. I chip possono contenere non solo certificati, ma anche documenti d’ufficio, abbonamenti dell’autobus o abbonamento a una palestra.

Microchip sottocutaneo

Si stanno diffondendo sempre di più in Svezia i microchip sottocutanei, impiantati sotto pelle. Si tratta di un microscopico hardware che fornisce i nostri dati, cartella clinica compresa con l’eventuale vaccino anticovid. I favorevoli aumentano di numero in Svezia sarebbero più di sei mila le persone che se lo sono fatto impiantare. I fautori di questo microchip vanno aumentando sarebbero diverse migliaia.
I microchip sottocutanei sono stati introdotti e legalizzati dal governo svedese nel 2018. La loro domanda è aumentata con la pandemia: nel 2019 ne erano sttai impiantati circa 4000, sono oltre 6000 oggi.

Nota: La nuova realtà della identità Digitale quale strumento di controllo sociale si inizia ad introdurre grazie al Covid. Se qualcuno aveva ancora dei dubbi su quale fosse una delle principali finalità della operazione Covid/Emergenza, queste notizie dovrebbero far riflettere. Il nuovo mondo distopico inizia a manifestarsi come prospettiva neanche tanto lontana. Prendetene nota.

Fonti: Global Research Euronews

Traduzione e nota: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus