Gli “strani” comportamenti dell’autore della strage in Nuova Zelanda e quanto viene celato dai media

Tratto da una analisi di Gordon Duff per Veterans Today

Iniziano ad emergere particolari non rivelati dai media circa il massacro di Christchurch, in Nuova Zelanda, una tragedia in cui una quantità di persone (50 secondo le ultime informazioni) sono state uccise da un presunto folle, il 28 enne Brenton Tarrant, che ha sparato con armi automatiche uccidendo le persone di fede islamica che si trovavano all’interno di una moschea.
Come abbiamo già sostenuto, il modo in cui viene spiegata al pubblico lo svolgimento dei fatti e le caratteristiche del killer risulta profondamente problematico e mancano dei dati essenziali che permetterebbero di gettare luce sulle motivazioni del gesto.
Lo sappiamo, abbiamo a che fare con un assassino professionista, un esperto, un sociopatico e una “persona falsa” senza tracce nei social media, senza vicini, senza colleghi di lavoro, senza amici della scuola, senza documenti delle armi, con un secondo tiratore che è svanito nel nulla e alcuni problemi di continuità molto gravi nel suo video con alcune vittime uccise in precedenza che non si spiegano.

Abbiamo un giovane single di 28 anni, un “preparatore atletico” con tonnellate di denaro ereditato, che ha viaggiato per il mondo, ha fotografato tutto, è amato da tutti, poi si avventura misteriosamente in un omicidio di massa per odio etnico.
Durante i suoi viaggi nel mondo come un “giovane uomo con voglia di viaggiare”, non abbiamo alcuna traccia di questi nei social media. Non abbiamo fotografie scolastiche, nessuna sua storia lavorativa, nessuna istruzione, un’altra “persona vuota” come il nostro “sparatutto. Tuttavia in questo caso, Tarrant ha commesso l’errore di attraversare aree sorvegliate dall’intelligence russa e siriana, dove acune fonti ricevono rapporti privati ​​quotidiani. Questi rapporti ci dicono che Tarrant era conosciuto, si sa che era considerato pericoloso, sospettato di voler uccidere il presidente Assad. Oh quello? Strano che la CNN e altri media non abbiano menzionato questo particolare.
Il ventottenne Brenton Tarrant, che è stato fotografato mentre osteggiava il famigerato segno “666 Sign of the Beast” di Trump, segno identificatore dei massoni di massima iniziazione, nel rituale satanico, viene considerato sempre di più come una persona falsa. Dalla CNN oggi:
“I dettagli hanno continuato ad emergere circa i viaggi estesi del sospetto uomo armato, Brenton Tarrant, prima dell’attacco di Christchurch.
La CNN ha confermato che Tarrant ha visitato l’ Egitto e la Grecia a marzo 2016, e l’emittente di stato turca TRT riferisce che questi avrebbe visitato la Turchia lo stesso mese, prima di tornare a settembre e di rimanere nel paese per circa sette settimane.
Le agenzie di stampa locali hanno anche riferito che Tarrant ha visitato le nazioni balcaniche di Serbia e Montenegro , Bosnia ed Erzegovina e Croazia tra la fine del 2016 e l’inizio del 2017.
Nel “manifesto” pieno di odio inviato al primo ministro della Nuova Zelanda, Jacinda Ardern, e altri poco prima degli attacchi della moschea, Tarrant ha scritto che la sua visione del mondo è cambiata radicalmente durante il viaggio in Europa nel 2017.
Tarrant ha visitato Bulgaria e Romania alla fine del 2018, secondo quanto riferito dal procuratore generale bulgaro Sotir Tsatsarov ai giornalisti, secondo quanto riferito dall’agenzia di stampa statale BTA. Tsatsarov ha aggiunto che il sospettato aveva un’ottima conoscenza della storia della regione.
La CNN ha confermato che Tarrant ha visitato anche il Pakistan nell’ottobre 2018. “

Il Killer di Christchurch, in Nuova Zelanda

La Turchia è stata aggiunta al gruppo di visite dopo che la fonte VT ha annunciato le sue 3 visite in Turchia. Quello che non viene detto è che le sue visite in Turchia coincidono con i suoi 6 mesi in Israele a partire dal 2018 e lo hanno coinvolto nel soggiorno e addestramento nella provincia di Idlib, dove era “collegato ” con gruppi israeliani sostenitori di Al Qaeda / al Nusra.
In precedenza, nel 2017, è entrato in Israele e da lì, è entrato in Siria dove, secondo l’intelligence militare russa, ha visitato Deraa e poi un campo profughi al di fuori di Tanf, dove Israele e gli Stati Uniti hanno stazionato centinaia di combattenti dell’ISIS sotto copertura di rifugiati. Questa informazine è confermata da un generale dell’esercito russo. La Russia ha più volte avvisato che le forze americane stanno addestrando terroristi dalla base USA di al- Tanf.
Coordinando gli sforzi c’è l’oscura FDD, la Fondazione per la difesa delle democrazie, il cui staff è composto quasi interamente da ufficiali dell’intelligence israeliana addestrati, secondo le nostre fonti in Siria e Russia.
Le fonti russe rivelano che Tarrant era nel campo di Rukban, in Siria e da lì si recò a Deraa, dove incontrò le cellule dell’ISIS, e poi fu scortato di nuovo in Israele e da lì in Turchia dove èentrato a Idlib e si incontrato con elementi di al Nusra. Tarrant h a transitato dentro e fuori dall’ISIS / al Nusra che occupano il nord della Siria e in Turchia 3 volte prima di recarsi a Belgrado.
Informazioni dall’intelligence siriana dicono che Tarrant è stato in una lista di controllo dal 2012 come un assassino addestrato israeliano che rappresentava una minaccia per il presidente Assad.
I loro documenti, presentati a VT in arabo il 16/03/2016, dicono che la famiglia di Tarrent era una famiglia ebraica arrivata in Palestina nel 1948.
I video della strage girati dallo stesso Tarrant dimostrano chiaramente che Tarrant era abituato a maneggiare armi e uccidere civili. Non c’è alcun dubbio. Questa non è stata la sua prima esperienza.
Inoltre bisogna ricordare che Tarrant non proviene dalla Nuova Zelanda ma dall’Australia. Come è arrivato in Australia? Come ha ottenuto 5 armi da guerra militari, alcune delle quali estremamente illegali? Come sono state trasportate sull’aereo? Da dove provengono? Dove sono adesso? Perché non possiamo vederli? Una delle armi utilizzate, si è visto che era un AR-15 appositamente modificato, non esiste nessuno esemplare di questi AR 15 falsificati modificati provenienti dalle zone rurali dell’Australia.
Il percorso dei viaggi fatti dal Tarrant e l’addestramento ricevuto fanno sembrare verosimile che questo soggetto abbia ricevuto un addestramento da cecchino, simile ai quello dei cecchini georgiani utilizzati a Maidan (Ucraina) che erano appaltatori militari privati ​​dei gruppi appaltati alla Bechtel Corporation e alla British Petroleum, secondo il capo dell’ufficio VT Jeffrey Silverman a Tbilisi, in Georgia.
Un video aggiuntivo dimostra che Tarrant non ha agito da solo ma che vi era un secondo sparatutto e altre armi sul posto, con strani video dove si vedono vittime “pre-uccise”. Sono stati messi a tacere i testimoni e i video bannati.

Riepilogando abbiamo denaro per i viaggi e le armi che si presume sceso dal cielo, addestramento in Israele, tempo trascorso in Siria, dentro e fuori dalla Turchia, abbiamo un assassino addestrato che finge di essere un turista internazionale senza foto, senza video, senza social media, senza amici, senza compagni di scuola, nessun vicino e uno sfondo britannico / scozzese raggiunto quando la sua famiglia ebrea immigrò nel Regno Unito dalla Palestina / Israele nel 1948.

Abbiamo un po ‘troppe cose strane e troppe menzogne. E così via.

Fonte: Veterans Today

Traduzione e sintesi: Luciano Lago

11 Commenti

  • Mardunolbo
    18 Marzo 2019

    Ecco che la verità comincia a venire a galla !

    • atlas
      18 Marzo 2019

      eccolo Blondet, è arrivato

      Patria di jihadisti -express
      Città minuscola, ChristChurch, appena 300 mila abitanti. Ma con uno strano primato: è la città, in questa zona del mondo così remota dalle destabilizzazioni medio-orientali, che ha visto il maggior numero di giovani – bianchi, locali, non di discendenza islamica – convertirsi ad Allah, “radicalizzarsi” di botto, ed andare in Yemen a combattere – fino a farsi uccidere.

      C’era una cellula operativa del Mossad
      “ Grazie al terremoto di Christchurch è stata scoperta una rete del Mossad”, riferì il corrispondente locale del Telegraph: “L’operazione è stata svelata quando un furgone usato dalla cellula di spionaggio ha schiacciato da una muratura caduta da un edificio danneggiato, uccidendo un uomo.
      “A Benyamin Mizrahi, 23 anni, l’israeliano che è morto nel furgone danneggiato, sono stati trovati in tasca avere cinque passaporti, secondo il quotidiano del Southland Times.
      “Tre israeliani sopravvissuti che erano nel furgone con il signor Mizrahi sono fuggiti dalla Nuova Zelanda prima di 12 ore, tornando in Israele. Secondo quanto riferito, si sono fermati solo per scattare fotografie del furgone distrutto e restituire il passaporto israeliano del morto ai funzionari della loro ambasciata. Il computer nazionale della polizia è stato sottoposto ad audit nel timore fosse stato violato. “Si temeva che altri agenti israeliani, in città dopo il terremoto del 22 febbraio, avrebbero potuto inserire software dannoso per accedere alle informazioni di intelligence.
      “In tutto, tre israeliani sono morti nel terremoto di magnitudo 6,3. Gli esperti di sicurezza hanno ipotizzato che agenti del Mossad possano essere stati impegnati in una missione di furti d’identità per informazioni, in modo che i passaporti di cittadini inconsapevoli potessero essere clonati.
      “I passaporti falsi sarebbero poi usati come copertura durante attività di spionaggio in altre parti del mondo da agenti segreti israeliani.
      “Una reazione “straordinaria” da parte del governo israeliano nelle ore successive al terremoto ha acuito i sospetti del servizio di sicurezza della Nuova Zelanda.
      “Shemi Tzur, l’ambasciatore israeliano in Australia e Nuova Zelanda, ha viaggiato dalla sua sede in Australia a Christchurch, dove ha visitato l’obitorio temporaneo allestito per far fronte alle vittime del terremoto.
      “Nel frattempo, anche il capo della difesa israeliana è arrivato nella città devastata dal terremoto.“ Con un’ulteriore mossa, una squadra di ricerca e soccorso è arrivata a Christchurch da Israele, ma l’offerta di aiuto della squadra fu respinta dalle autorità neozelandesi perché non aveva il necessario accreditamento delle Nazioni Unite.
      “Nonostante questo rifiuto, i membri della squadra israeliana sono stati affrontati da agenti armati della Nuova Zelanda dopo essere stati scoperti nella “zona rossa” del centro città, gravemente danneggiata.
      “Benjamin Netanyahu, il primo ministro israeliano, ha fatto quattro chiamate a John Key, il suo omologo neozelandese, il giorno del terremoto. I passaporti della Nuova Zelanda sono molto ambiti dall’agenzia ebraica perché, essendo il paese lontano, tranquillo e fuori da quasi tutto, la loro esibizione non suscita sospetti alla frontiera.
      Già nel 2004, Helen Clark, l’allora primo ministro della Nuova Zelanda, ha reagito con estrema irritazione quando è stato scoperto che gli agenti israeliani di Auckland avevano tentato di rubare i passaporti dei bambini con paralisi cerebrale. Innocui invalidi, che avrebbero per sempre ignorato che dei loro nomi si servivano le squadre di Sion.
      Due uomini sono stati incarcerati per sei mesi e un terzo è fuggito dal paese.
      La Nuova Zelanda ha imposto sanzioni diplomatiche a Israele su ciò che la signora Clark ha definito “violazione delle leggi e della sovranità della Nuova Zelanda”. La spaccatura durò fino a quando il governo di Tel Aviv si scusò formalmente l’anno seguente. Per adesso è tutto dalla tranquilla, lontana e insospettabile cittadina di Christchurch, terra di jihadisti convertiti di colpo, di agenti del Mossad beccati sul fatto e di un suprematista bianco “solitary assassin” dal profilo perfetto di razzista, sovranista, nostalgico di Lepanto
      Giusto per completezza d’informazione, LO STESSO GIORNO in cui il suprematista bianco fa strage in NZ un alto funzionario dell’intelligence pakistana che lavora a Islamabad nella regione dove il tiratore è stato l’anno scorso, è stato suicidato

      https://www.maurizioblondet.it/il-solitary-assassin-e-solo-il-terzo-evento-accaduto-a-christchurch/

      • robyt
        20 Marzo 2019

        Tarrant – agente del Mossad
        Breivik – agente del Mossad
        Hitler – agente del Mossad
        Gesu – agente del Mossad
        Faraoni – agenti del Mossad
        Babilonesi – agenti del Mossad
        Scimmie – agenti del Mossad
        Anfibi – agenti del Mossad
        Pesci – agenti del Mossad
        Invertebrati – agenti del Mossad
        Batteri – agenti del Mossad
        DNA – agente del Mossad
        Atomo – agente del Mossad
        Protoni/elettroni/neutroni – agenti del Mossad
        Terremoti – agenti del Mossad
        Big Bang – agente del Mossad e depistaggio internazionale
        Dio – agente del Mossad
        Tu – agente del Mossad

  • Chi sono non importa.
    18 Marzo 2019

    Atlas, grazie per aver condiviso l’articolo di Blondet.

    • Bruno Rossi
      18 Marzo 2019

      Lascialo perdere quel vecchietto isterico, di ce tutto e il contrario di tutto e odia visceralmente i suoi followers.
      Leggiti l’ultima cretinata sulla letterina di Heather Parisi.

      • Monk
        18 Marzo 2019

        Blondet ha eliminato tutti i commenti dopo la letterina della cicala Parisi, manco fosse un esempio per l’umanità! In qualificabile

        • Monk
          18 Marzo 2019

          inqualificabile

  • Stefano
    18 Marzo 2019

    Ma guarda…ma chi l’avrebbe detto che ci fossero di mezzo i pacifici, cordiali, empatici israeliani…?

  • robyt
    18 Marzo 2019

    Si vabbè a sto punto si può fare qualsiasi ipotesi, ma proprio per questo gli attentati vengono rivendicati. Se uno legge il documento e guarda il video della strage è abbastanza evidente che Tarrant non è razzista (nel senso comune) e che non gliene frega niente degli islamici. Lui si è auto definito un “etno nazionalista” ma anche un “eco fascista”, nonché ha ammesso di essere stato comunista in passato. La strage è stata motivata come vendetta per una delle tantissime vittime europee degli attentati islamici, una bambina svedese che lo ha colpito molto. Tarrant inoltre è stato molto colpito dalla realtà francese durante i suoi viaggi. Lui ha dichiarato di aspettarsi il Nobel per la Pace, come è stato dato allo stesso modo al terrorista razzista Nelson Mandela. Il fatto che abbia utilizzato nomi di eroi ortodossi e la canzone dei nazionalisti serbi non è a caso, visto che lui rivendica l’etno nazionalismo e considera la nuova zelanda e l’australia come etno-europa. I viaggi culturali storici li ha fatti maggiormente nei balcani e in serbia ha trovato forse l’ultimo paese europeo che ha rivendicato la propria identità storico culturale nel secolo scorso. Poi se uno vuole leggersi le rivendicazioni è un conto, se uno invece preferisce imbottirsi di trame fantasiose nella sua testa, bè… Tarrant è sicuramente un sadico bastardo ma con del senso dell’umorismo e nel suo manifesto dice che è stato addestrato dai Navy seals, che ha combattuto in una miriade di guerre e che chiunque lo insulta per fargliela pagare.

    “What the fuck did you just fucking say about me, you little bitch? I’ll have you know I graduated top of my class in the Navy Seals, and I’ve been involved in numerous secret raids on Al-Quaeda, and I have over 300 confirmed kills. I am trained in gorilla warfare and I’m the top sniper in the entire US armed forces. You are nothing to me but just another target. I will wipe you the fuck out with precision the likes of which has never been seen before on this Earth, mark my fucking words. You think you can get away with saying that shit to me over the Internet? Think again, fucker. As we speak I am contacting my secret network of spies across the USA and your IP is being traced right now so you better prepare for the storm, maggot. The storm that wipes out the pathetic little thing you call your life. You’re fucking dead, kid. I can be anywhere, anytime, and I can kill you in over seven hundred ways, and that’s just with my bare hands. Not only am I extensively trained in unarmed combat, but I have access to the entire arsenal of the United States Marine Corps and I will use it to its full extent to wipe your miserable ass off the face of the continent, you little shit. If only you could have known what unholy retribution your little “clever” comment was about to bring down upon you, maybe you would have held your fucking tongue. But you couldn’t, you didn’t, and now you’re paying the price, you goddamn idiot. I will shit fury all over you and you will drown in it. You’re fucking dead, kiddo.”
    Questo dal suo manifesto “The Great Replacement”.

  • Armando Stavole
    19 Marzo 2019

    He is a fuking and mad asshole, that’s it?

    • atlas
      20 Marzo 2019

      colonizzato culturale ?

      O, come robyt, gran maestro confusionario

Inserisci un Commento

*

code