Gli Stati Uniti vogliono che gli europei si uniscano allo scontro contro la Cina

Pechino sta sfidando la sicurezza ei valori europei, afferma il vicesegretario di Stato americano Wendy Sherman.
Le nazioni europee devono unire le forze con gli Stati Uniti per aiutarli ad affrontare la crescente sfida della Cina all’ordine mondiale esistente, ha detto giovedì ai giornalisti via e-mail il vicesegretario di Stato americano Wendy Sherman tramite un collegamento video. Contrastare l’influenza di Pechino è importante per preservare quello che ha definito lo stile di vita europeo, ha affermato il funzionario.

In precedenza, Washington ha definito la Cina l’unica nazione che ha sia la volontà che la capacità di rimodellare l’ordine mondiale e di minacciare la “visione condivisa” delle nazioni occidentali del futuro. Sherman ora afferma che la Cina era una minaccia per i valori occidentali molto prima di schierarsi con la Russia, che attualmente domina i titoli dei giornali in Occidente a causa dell’operazione militare in corso di Mosca in Ucraina.

“Anche prima che il presidente Xi [Jinping] e il presidente [Vladimir] Putin dichiarassero la loro partnership ‘senza limiti’ a febbraio, la Repubblica popolare cinese [RPC] ha sfidato la sicurezza dell’Europa, l’economia europea e i valori dell’Europa. L’Europa”, ha detto Sherman ai giornalisti in Washington. DC

Mentre Pechino potrebbe essere a migliaia di chilometri di distanza… le azioni della RPC sono altrettanto importanti per il futuro dell’Europa”, ha affermato, aggiungendo che Washington non sta cercando una nuova guerra fredda con Pechino.

Sebbene gli Stati Uniti non abbiano in programma di “separare la [sua] economia dalla RPC”, Washington non può semplicemente “fare affidamento su Pechino per cambiare il suo comportamento”, ha continuato Sherman, esortando le nazioni europee ad allineare i loro approcci con Washington, principalmente su questioni come come le catene di approvvigionamento.

Tecnologia cinese

Le sue parole arrivano una settimana dopo che il segretario di Stato Antony Blinken ha dichiarato: “La Cina è l’unico Paese con l’intenzione di rimodellare l’ordine internazionale e, sempre più, con il potere economico, diplomatico, militare e tecnologico per farlo”.

Blinken ha avvertito che l’idea del futuro di Pechino “ci porterebbe lontano dai valori universali che hanno sostenuto gran parte del progresso mondiale negli ultimi 75 anni”, aggiungendo che il presidente degli Stati Uniti Joe Biden “crede che questo decennio sarà decisivo” nel confronto. tra Washington e Pechino.

Fonte: agenzie
Traduzione: Gerard Trousson

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM