Gli Stati Uniti stanno inviando i loro veicoli blindati al fronte nel Donbass

L’agenzia di informazione e stampa Avia.pro ha ottenuto informazioni che l’esercito americano sta ulteriormente rafforzando le forze armate ucraine inviando veicoli blindati nel Donbass. Così, poche ore fa, è stata pubblicata una fotografia che mostra i veicoli corazzati americani consegnati all’Ucraina – questi ultimi arrivato al porto di Odessa a bordo di una nave marittima.

Nella foto presentata è possibile vedere un numero significativo di veicoli blindati arrivati ​​dagli Stati Uniti in Ucraina, mentre, a giudicare dalle dichiarazioni rilasciate in precedenza da Washington circa le sue intenzioni di sostenere l’operazione militare delle Forze armate ucraine nel Donbass, i veicoli blindati verranno infatti inviati alla zona di demarcazione.

Forze Ucraine

Oggi, le forze armate dell’Ucraina hanno continuato a sparare regolarmente contro le posizioni delle forze delle autoproclamate repubbliche popolari di Donetsk e Lugansk con varie armi, ma finora non ci sono prove di un imminente inizio dell’operazione offensiva – secondo un Numero di rapporti, Kiev intende rafforzare ulteriormente le unità delle forze armate dell’Ucraina con equipaggiamento corazzato, poiché le forze attuali non sono sufficienti per l’invasione del Donbass.

Fonte: avia.pro/news/ssha-otpravili-na-voynu-

Traduzione: Sergei Leonov

8 Commenti
  • Giggi251
    Inserito alle 21:49h, 29 Marzo Rispondi

    Penso che attaccheranno a giorni. Sia siti russi che siti occidentali, parlano di 300.000 soldati schierati da parte dell’ucraina. Cifra assolutamente non gestibile dal punto di vista economico.. non dimentichiamoci della logistica che un tale dispiegamento di forze comporta. L’occidente si gioca tutto in un sol colpo. Una sconfitta ci allontanerebbe dagli Usa e ci avvicinerebbe alla Russia. La Russia, anche vincendo, non si muoverà dai confini attuali. L’Ucraina è già uno stato fallito e dopo una sconfitta verrà sicuramente smembrato in 4/5 pezzi

    • Hannibal7
      Inserito alle 13:07h, 30 Marzo Rispondi

      Egregio, quali sono i siti occidentali che riportano tale notizia???
      Chiedo solo per informazioni
      Grazie

  • antonio
    Inserito alle 00:04h, 30 Marzo Rispondi

    son bidoni non veicoli corazzati quelli in foto

    • Arditi, a difesa del confine
      Inserito alle 12:15h, 30 Marzo Rispondi

      sicuramente con i 25 veicoli nella foto le cose cambiano pesantemente e volgono dalla parte dell’esercito ucraino

  • antonio
    Inserito alle 00:07h, 30 Marzo Rispondi

    statea casa che vi fate male, ragazzi, i carri armati russi son pesantini e hanno cannoni da 120 mm

  • giorgio
    Inserito alle 09:04h, 30 Marzo Rispondi

    Putin starà tremando dalla paura alla vista dei blindati generosamente forniti dagli usa ……

  • Hannibal7
    Inserito alle 09:21h, 30 Marzo Rispondi

    E quelli sarebbero veicoli blindati???
    Ma va là… ucraini=carne da macello

  • eusebio
    Inserito alle 19:11h, 30 Marzo Rispondi

    Diverse fonti parlano di 90-100000 soldati ucraini schierati, con 450 carri armati, artiglieria, mortai e droni, contro circa 30000 novorussi, con forse 200 carri armati, mentre secondo gli ucraini i russi starebbero concentrando ingenti forze subito dietro la frontiera, ieri gli scambi di artiglieria sono stati intensi, sembra chiaro che gli ucraini aspettano la fine della rasputitza, il fango del disgelo che spinse i tedeschi nel 1941 ad attaccare alla fine di giugno l’URSS, quindi se ci sarà l’attacco ucraino avverrà non prima dei primi di giugno, intanto stanno sperimentando i droni per coordinare il tiro dell’artiglieria, alcuni sono stati abbattuti dai novorussi.
    Se gli ucraini attaccano sul serio alle prime cifre significative di vittime civili l’aviazione russa potrebbe intervenire distruggendo al suolo le unità ucraine, e lquindi e forze russe e novorusse arriverebbero al Dniepr, per mettere in sicurezza l’Ucraina orientale russofona.
    Non andranno ad Odessa per non passare per aggressori, ma se gli ucraini aggrediranno le unità russe della Transnistria l’occupazione del sud e pure di Kiev sarà inevitabile.
    Il regime banderista è economicamente fallito, la Maydan bielorussa non c’è stata e la guaidò locale è indagata per terrorismo, pure gli USA in queste ore sono alle prese con il fallimento del fondo di investimenti Archegos il quale dopo il disastro finanziario per gli hedge fund di Gamestop testimonia che l’economia finanziarizzata e deindustrializzata dell’occidente è prossima al collasso.
    Agli ucraini come a tutti gli europei converrebbe sparare addosso non ai soldati russi ma a quelli USA e aderire sul piano politico, economico e militare al blocco eurasiatico..

Inserisci un Commento