Gli Stati Uniti stanno danneggiando la democrazia in tutto il mondo: SCMP


HONG KONG – Gli Stati Uniti stanno danneggiando la democrazia interna ed esterna, e il prossimo vertice è il vero sintomo di ciò che è così terribilmente sbagliato nella democrazia americana, secondo un recente articolo di opinione del South China Morning Post (SCMP).

Se c’è davvero un arretramento nell’avanzata globale della democrazia, gli Stati Uniti ne sono più responsabili, e la stessa democrazia sta arretrando negli Stati Uniti e il paese non è un modello per nessuno, afferma l’articolo intitolato “Il malato della democrazia ospita un vertice per la democrazia».

“La stragrande maggioranza degli alleati e delle nazioni allineate degli Stati Uniti non ha avuto alcun miglioramento democratico nell’ultimo decennio, anche se molti non alleati l’hanno fatto”, afferma l’articolo, osservando che il vertice “sembra più una coalizione”.

Malcontento in America

Gli Stati Uniti hanno assistito alla militarizzazione delle forze di polizia, a un sistema carcerario corrotto e brutale, al razzismo sistemico e alla privazione dei diritti delle minoranze, in particolare dei neri, afferma l’articolo. “Il diritto di voto è stato ridotto e i tribunali sono politicizzati con giudici nominati, dai tribunali inferiori fino alla Corte suprema”.

Se la democrazia ha bisogno di miglioramenti o di essere rafforzata, c’è molto lavoro da fare in patria piuttosto che all’estero per gli Stati Uniti.

“La ‘democrazia’ è stata la foglia di fico per gli Stati Uniti per far avanzare e mantenere la propria egemonia globale”, afferma l’articolo dell’SCMP.

Fonte: China Daily.com.cn

Traduzione: Luciano Lago

4 Commenti
  • atlas
    Inserito alle 10:36h, 08 Dicembre Rispondi

    troppo democratico questo sito, infatti non si può criticare la sua linea editoriale senza che i commenti in attesa di moderazione non vengano poi mai pubblicati. Nato antidemocratico morirò Nazional Socialista. Senza compromessi, mai

  • Arditi, a difesa del confine
    Inserito alle 17:53h, 08 Dicembre Rispondi

    fiiiuuuu quanto brucia ai comunisti cinesi che abbiano invitato Taiwan alla conferenza
    ricordo a tutti che a scuola insegnavano : Cina, capitale Pechino, Taiwan (Formosa) capitale Taipei, a me nessun maestro ha mai detto che Taiwan era una “provincia ribelle”
    due bandiere, due capitali = due nazioni

    • atlas
      Inserito alle 03:45h, 09 Dicembre Rispondi

      e due corna anche. Quelle del caprone

    • Giorgio
      Inserito alle 10:14h, 09 Dicembre Rispondi

      Evidentemente il suo era un “cattivo” maestro …….. il mio mi ha detto che a Taiwan (facente parte integrante della Cina) si rifugiò Chiang Kai-shek con i fuggiaschi sconfitti da Mao e che gli americani erano ben felici di sostenerli come spina nel fianco della Cina maoista …….
      Conclusione ……….. se Taiwan era parte della Cina prima del 1949 perchè non lo sarebbe tuttora …….. ??????

Inserisci un Commento