Gli Stati Uniti stanno complottando per prendere il controllo dei principali valichi di confine tra Iraq e Siria


TEHERAN (FNA) – Un alto comandante delle forze di mobilitazione popolare irachene (Hashd al-Sha’abi) ha messo in guardia contro l’intrigo di Washington di stabilire il controllo su un passaggio di confine chiave con l’Iraq nel tentativo di trasferire i terroristi dalla Siria in quel paese.
Secondo i rapporti di sicurezza e intelligence, 18 veicoli militari corazzati statunitensi sono stati visti di stanza lungo il confine tra Iraq e Siria, il sito web di al-Alam News in lingua araba ha citato il comandante di Hashd al-Sha’abi Hashem al-Mousavi.

Al-Mousavi ha sottolineato che il piano delle truppe dell’esercito americano è quello di provocare scontri con le truppe Hashd al-Sha’abi dispiegate lungo i confini tra Iraq e Siria, e ha detto che gli americani intendono prendere il controllo del confine di Bukamal lungo la linea di confine tra Iraq e Siria per spianare ai terroristi dell’ISIS il modo di attraversare l’Iraq.

Al-Mousavi ha anche sottolineato gli sforzi degli Stati Uniti per disturbare la sicurezza in Iraq per continuare la loro presenza militare in quel paese, e ha ribadito che le forze di Hashd al-Sha’abi sono pienamente preparate ad affrontare le truppe USA nel caso queste aprissero i confini all’ISIS .

In uno sviluppo rilevante di venerdì, gli Stati Uniti hanno aumentato le operazioni di ricognizione nell’Iraq occidentale, ha detto un esperto di sicurezza, avvertendo che le forze americane stanno tentando di trasferire l’ISIS e altri gruppi terroristi dal Deir Ezzor (est della Siria) e da Idlib in regioni sicure in Iraq.

Il sito web di notizie al-Ma’aloumeh in lingua araba ha citato Kazzem al-Haj dicendo che le forze statunitensi hanno recentemente condotto ampie operazioni di ricognizione nell’Iraq occidentale e nelle regioni vicine ai confini con la Siria.

Ha aggiunto che gli americani vogliono aumentare il numero di terroristi in Iraq, dicendo che le operazioni di ricognizione sono state condotte per trovare un posto adeguato per proteggere i terroristi dal fuoco delle forze di sicurezza irachene e siriane.

Milizie volontarie sciite in Iraq

Al-Haj ha sottolineato che Washington intende trasferire i terroristi dell’ISIS a Deir Ezzur così come altri miliziani nella provincia di Idlib verso un’area sicura in Iraq, da poter loro controllare da un territorio all’altro, mentre l’esercito siriano ei suoi alleati si stanno preparando per possibili operazioni contro i terroristi.

In osservazioni rilevanti all’inizio di questo mese, un esperto di sicurezza iracheno ha avvertito che gli Stati Uniti hanno progettato di aiutare diverse migliaia di terroristi dell’ISIL a trasferirsi dalla Siria all’Iraq.

“Washington ha in programma di aiutare altri 5.000 terroristi ISIS a lasciare la Siria e raggiungere l’Iraq”, ha detto Sabah al-Akili a al-Maloumeh.

L’esperto di sicurezza iracheno ha descritto la mossa degli Stati Uniti come un tentativo di creare insicurezza all’interno dell’Iraq mentre il parlamento iracheno è determinato a espellere i terroristi dell’ISIS dall’Iraq e richiedere l’allontanamento del contingente USA dal paese.

“Gli Stati Uniti intendono riunire i terroristi dell’ISIS in Iraq per rilasciarli in seguito esattamente come prima”, ha detto al-Akili.

Fonte: Fars News

Traduzione: Luciano Lago

1 commento

  • namelda
    22 Aprile 2019

    come ha fatto l’Iran
    considerare i criminali di guerra yanqui (e i i zionist che si nascondono dietro a loro) per quello che sono e sparare con tutte le armi ad alzo zero finchè tornano a pascolare le mucche a casa loro,e trascinare i loro comandanti,Porompompeo in testa,
    davanti ad un tribunale per i crimini contro l’umanità che hanno commesso e buttare via la chiave..
    Se si vuole salvare l’umanità è l’unica chance

Inserisci un Commento

*

code