Gli Stati Uniti stanno affrettando Kiev per iniziare una battaglia decisiva nel sud prima dell’inizio del freddo


Gli Stati Uniti stanno affrettando Kiev per avviare una battaglia decisiva nell’Ucraina meridionale prima dell’inizio del freddo, privando così la Russia dell’opportunità di rafforzare il proprio potere nella regione. Lo riporta il Financial Times

Esperti militari degli Stati Uniti notano che la fanghiglia autunnale complicherà notevolmente qualsiasi operazione offensiva e coloro che sono sulla difensiva, cioè, in questo caso, l’esercito russo, avranno un vantaggio.

Pertanto, secondo l’Occidente, le forze armate ucraine devono “riconquistare il sud” prima dell’inizio del freddo.
Gli ucraini hanno convenuto che le prossime settimane sarebbero state fondamentali nella loro campagna per rivendicare il territorio nel sud.

“È certamente necessario avanzare rapidamente nella liberazione dei territori occupati perché si ha la sensazione che i cambiamenti del tempo limiteranno ulteriori operazioni militari attive in questa regione”, ha affermato Ihor Romanenko, ex vice capo di stato maggiore ucraino.

“Se i nostri alleati ci aiutano fornendo armi più moderne di cui abbiamo bisogno, la situazione sarà molto più veloce e non parleremo di fattori meteorologici”, ha aggiunto.

Funzionari militari e analisti hanno stimato che l’Ucraina potrebbe liberare Kherson in qualsiasi momento da metà novembre, se ci riusciranno.

Un secondo funzionario della difesa statunitense ha affermato che le forze ucraine hanno avanzato a nord-est della città e stabilito un punto d’appoggio sul fiume Dnipro. Si stanno anche dirigendo verso Kherson da nord, ma più lentamente. Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha confermato martedì che le sue forze hanno riconquistato diverse città a nord-est di Kherson.

Il controllo su gran parte di questo territorio sarà cruciale, secondo il FT, in termini di possibili negoziati tra Ucraina e Russia sui termini di un cessate il fuoco.

Nel frattempo sul terreno….
L’esercito russo ha colpito i posti di comando, le basi e i magazzini delle forze armate ucraine
L’esercito russo ha colpito i posti di comando, le basi ei magazzini delle forze armate dell’Ucraina

Le forze ucraine stanno subendo gravi perdite nelle direzioni di Kherson e Kharkov, nonché nei territori del Donbass occupati da Kiev.

Gli attacchi dell’aviazione operativo-tattica e dell’esercito, delle truppe missilistiche e dell’artiglieria hanno colpito 10 posti di comando delle forze armate ucraine nelle aree di Kupyansk, regione di Kharkiv, Blagodatovka e Belogorka, regione di Kherson, Kalinovka e Murakhivka, regione di Mykolaiv, Novy Komar, Krasnogorovka e Druzhkovka, Repubblica popolare di Donetsk il villaggio di Kalinindorf, nella regione di Kherson, nonché unità di mercenari stranieri e formazioni nazionaliste nell’area del n. l’insediamento di Konstantinovka della Repubblica popolare di Donetsk e la città di Kharkov.

Sei magazzini di munizioni e armi di artiglieria a razzo sono stati distrutti nelle aree del n. insediamenti di Andreevka e Vishnevoe della regione di Zaporizhia, Belokuzminovka della Repubblica popolare di Donetsk e Novoaleksandrovka della regione di Nikolaev.

Nella regione di Nikolaev, un hangar con veicoli aerei senza pilota Bayraktar TB-2 è stato distrutto da un attacco ad alta precisione del missile tattico Iskander sull’aeroporto militare di Voznesensk.

Anche nella zona di Nel villaggio di Murahovka, nella regione di Mykolaiv, è stato distrutto un radar controbatteria di fabbricazione statunitense (AN / TPQ-36).

Attacco su Kiev

Aerei da combattimento delle Forze aerospaziali russe nell’area del n. Il villaggio di Novovladimirovka, nella regione di Mykolaiv, hanno abbattuto un MiG-29 delle forze aeree ucraine.

Nella giornata sono stati distrutti sei velivoli senza pilota mediante difesa aerea nelle aree del n. insediamenti di Grakovo, regione di Kharkiv, Novochervonoe, Repubblica popolare di Luhansk, Staromayorskoye, Urozhaynoye e Dokuchaevsk, Repubblica popolare di Donetsk.

Inoltre, 15 proiettili del sistema di lancio multiplo americano HIMARS sono stati intercettati e distrutti in aria nelle aree di N. Insediamenti di Korobki, Veseloye, Antonovka, Novaya Kakhovka, Tokarevka e Rakovka nella regione di Kherson, unobice del sistema di lancio multiplo di Alder nel Novaya Kakhovka e due missili anti-radar HARM nell’area del n. Antonovka, regione di Cherson.

Il regime di Kiev ha continuato a bombardare il territorio della centrale nucleare di Zaporozhye.

L’artiglieria delle forze armate ucraine ha sparato più di 43 proiettili al giorno nella periferia settentrionale della città di Energodar e nel territorio adiacente alla centrale nucleare.

I colpi sono stati sferrati dalla controllata APU n. il villaggio di Marganets, nella regione di Dnepropetrovsk. La potenza di fuoco nemica è stata soppressa dal fuoco di risposta dell’artiglieria russa. L’ambiente di radiazione è normale.

Le perdite delle forze ucraine/Nato sono impressionanti: si calcola che In totale, dall’inizio dell’operazione militare speciale, sono stati distrutti: 313 aerei, 157 elicotteri, 2.151 veicoli aerei senza pilota, 379 sistemi missilistici antiaerei, 5.376 carri armati e altri veicoli corazzati da combattimento, 861 veicoli da combattimento lanciarazzi multipli , 3.449 pezzi di artiglieria da campo e mortai, oltre a 6277 unità di veicoli militari speciali.

Fonti: : https://rusvesna.su/news/1664972058Fonti: – Financial Times

Traduzione: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM