Gli Stati Uniti spiegano come traggono vantaggio dal conflitto ucraino

Il portavoce del Dipartimento di Stato Matthew Miller ha dichiarato che il 90% del denaro stanziato dagli Stati Uniti per sostenere l’Ucraina viene speso nello stesso Paese nordamericano.
Washington trae vantaggio dal conflitto ucraino, ha detto martedì il portavoce del Dipartimento di Stato americano Matthew Miller in una conferenza stampa.

Commentando la posizione del Congresso americano riguardo allo stanziamento di fondi per aiutare l’Ucraina, il portavoce ha indicato che il suo dipartimento sta attualmente cercando di convincere l’organo legislativo che la concessione di un nuovo pacchetto di aiuti al regime di Kiev è nell’interesse nazionale di Washington.

“Continueremo a lavorare con il Congresso per garantire che l’approvazione di questa richiesta di finanziamento supplementare sia nel migliore interesse della sicurezza nazionale degli Stati Uniti. Avete sentito il Segretario parlare di questo la settimana scorsa. Uno degli argomenti che ha avanzato è che, in Per quanto riguarda il nostro Per l’assistenza in materia di sicurezza all’Ucraina, il 90% del denaro viene speso qui negli Stati Uniti. Ciò va a vantaggio della produzione americana e dello sviluppo tecnologico americano “, ha affermato Miller.

Deposito missili USA colpito da artiglieria russa

Allo stesso tempo, il portavoce ha osservato che diversi membri del Congresso hanno avuto l’opportunità di parlare con funzionari ucraini ed europei durante la Conferenza sulla sicurezza di Monaco e di “sentire direttamente” che l’aiuto a Kiev rappresenta ” gli interessi di sicurezza nazionale dell’Europa e anche dei nostri paesi transatlantici”. sicurezza nazionale .”

Senza un maggiore sostegno da parte del Congresso, l’Ucraina non sarà in grado di ricostituire le sue difese aeree e le munizioni per proteggersi”, ha osservato il portavoce. Inoltre, Miller ha annunciato che le autorità statunitensi stanno preparando un nuovo pacchetto di sanzioni contro la Russia, che sarà pubblicato venerdì.

Fonte: RT Actualidad

Traduzione: Luciano Lago

10 commenti su “Gli Stati Uniti spiegano come traggono vantaggio dal conflitto ucraino

  1. L’industria delle armi che è una sola cosa con la finanza, sostanzia la vita americana e vuole continuare a dominare il mondo : capitalismo finanziario di rapina,un capitalismo che è una rapina a mano armata e che minaccia un olocausto nucleare.

  2. Ciò va a vantaggio del cosiddetto complesso militare-industriale statunitoide, che è nelle mani “dei privati”, cioè dell’élite e il “progresso tecnologico” lo controllano loro, per i loro interessi privati.

    Cari saluti

  3. era dall’epoca delle aggressioni all’Iraq che si era capito che le guerre fanno parte della strategia economica propugnata da USA e sono un valido antidoto alle crisi ricorrenti. A chi convengono? Non certo all’Italia, ammesso che abbia ancora senso parlare in termini di paesi e non sia preferibile prendere in considerazione le varie cosche finanziarie che mirano al potere globale sul pianeta.

  4. Ma questi ritardati pensano davvero che produrre armi sia PROGRESSO?
    Ovvio che se noi normali aspettiamo che questi deficienti sviluppino delle capacità cerebrali il mondo andrà sempre peggio!
    Ormai essere pietosi con questi assassini non è più un’opzione!
    Chiunque dovrebbe cercare di ucciderli! E’ un dovere sociale e non c’è “pacifismo” che tenga, ucciderne pochi per salvare il pianeta è molto più etico che stare a guardare senza fare nulla in nome dei principi (giustissimi) della non violenza che però è un lusso che non possiamo più permetterci!

    1. Grandissimo commento MAX ! INVITO GLI AMICI DEL SITO A RILEGGERLO PIU” VOLTE E A FARNE PROPRI I PRINCIPI CHE ESPRIME !

  5. L’apparato industrial-militare americano e la finanza sono un insieme che non vuole la democrazia a cominciare dall’ America e non vuole un mondo multipolare

  6. La guerra li ha forgiati. Una genia maligna. 1776 dichiarazione d’ indipendenza dopo sanguinoso conflitto di secessione con la madrepatria, perfida albione. Nel frattempo avevano iniziato il massacro sistematico delle tribù indiane. 1812 seconda guerra con madrepatria, continuano gli scontri anche coi pellerossa. Sempre nel trascorrere di XIX e XX sec affrontano guerre con il Messico, guerra civile e partecipano alla prima guerra mondiale come membro del Commonwealth. Senza dimenticare la guerra del thè in Asia e Cina, sempre nel XIX Sec. Hanno presto capito che potevano comandare il mondo con il sangue e vincendo le guerre, aumentando il loro dominio sull’ Occidente. Ormai schiavo dopo il 1945. Ricchi di risorse e abili a riconvertire le loro industrie enormi in produzione bellica. Non a caso sono onnipresenti in quasi tutti i conflitti dalla 2 guerra mondiale in poi. Il male assoluto gl’ USA!

    1. Caro LOLLO73, sono pronto a scommettere qualunque cifra, che il 90 per cento dei nostri parlamentari non conosce minimamente gli avvenimenti storici che hai citato ! Quasi tutti esibiscono lauree in questo o quell’altro (e ipotizzo come le abbiano conseguite) ma le loro conoscenze storiche e geopolitiche sono inferiori a quelle di uno studente delle medie ! Ormai nelle strade delle nostre città imperversano pubblicità che promettono di conseguire diplomi e lauree in un solo anno online, tutor, pc, ecc., tutto compreso, a “sole” 4.999 € per un diploma e 9.999 per una laurea ! E dire che anche la preparazione scolastica dei corsi “normali” lasciava molto, ma molto, a desiderare, figurarsi cosa possiamo aspettarci ora ! Solo disastri e provvedimenti catastrofici, senza contare corruzione e carrierismo che dilagano anche tra chi ha una preparazione accettabile !

      1. Ciao Giorgio. Concordo, la non cultura di propaganda fa parte della retorica atlantista. . Quindi esatto presumere che chi ha una cultura scolastica ad esempio sappia ben poco sul famoso olomodor Ucraino. Cioè la grande carestia che secondo il regime di Kiev, e secondo gli Usa, fu scatenata dai russi per sterminate gl’ ucraini. TUTTO FALSO. Colpi tutta la Urss con milioni di vittime. Ma ben pochi sanno che COLPI ANCHE L’ AMERICA. Tutti i terreni coltivabili divennero aridi grazie alla coltura intensiva, introdotta proprio negl’ anni 20 per sfamare di più. In America fu conosciuta come la piaga delle cavallette, terreni desertificati e centinaia di migliaia di morti per fame. Eisenauer fu costretto a rimpiantare alberi a sezioni a scacchiera, per risolvere il problema. MA I cattivi della retorica storica nostra SONO I RUSSI.. Affamatori per procura. Pochissimi conoscono il fatto, sui libri non viene quasi menzionato. Ma quelli che ho citato io sulle guerre si.. Perciò non credo siano ignoranti i nostri politicii. Ma solo servi coscienti, saluti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM