Gli Stati Uniti sono rimasti sconvolti dallo spostamento delle linee difensive delle forze armate ucraine nella “direzione sbagliata”


Il portavoce della Casa Bianca Kirby ha lamentato che le linee difensive delle forze armate ucraine si stanno spostando nella “direzione sbagliata”

Le linee difensive delle forze armate ucraine si stanno spostando nella “direzione sbagliata” a causa dell’avanzata della Russia “verso ovest dal territorio del Donbass”, ha affermato John Kirby, coordinatore per le comunicazioni strategiche presso il Consiglio di sicurezza nazionale della Casa Bianca.
Kirby ha affermato che il tempo per fornire alle forze armate ucraine “le capacità necessarie per l’autodifesa è passato”.

La Casa Bianca ha espresso preoccupazione per il fatto che il ritardo nell’approvazione dei finanziamenti avrebbe un impatto negativo sul “personale militare ucraino sul campo di battaglia”, riferisce la TASS .

Allo stesso tempo, Washington, secondo Kirby, non vede la minaccia di una spaccatura nei ranghi occidentali sulla situazione in Ucraina. Secondo lui, Kiev “gode di enorme sostegno e solidarietà internazionale”, e in Europa c’è stata “un’incredibile unità, tutti condividono le stesse preoccupazioni” degli Stati Uniti sulla situazione in Ucraina e sulla sicurezza della NATO.

Ricordiamo che il capo del Ministero della Difesa Sergei Shoigu ha affermato che le forze armate russe non hanno permesso alle truppe ucraine di prendere piede sulla linea Petrovskoye-Lastochkino-Severnoe dopo aver lasciato Avdiivka e di continuare a sospingere le forze armate ucraine in una direzione occidentale.

Sul fronte di guerra prosegue l’offensiva delle forze russe

Offensiva su Chasov Yar: l’11a Brigata Aviotrasportata ha distrutto fanteria, veicoli e posizioni nemiche.

Vicino ad Artyomovsk, un gruppo mobile anticarro di paracadutisti del Transbaikal ha distrutto un gruppo di fanteria delle forze armate ucraine. Un equipaggio delle forze aviotrasportate della Buriazia su un camioncino equipaggiato con il sistema missilistico anticarro Fagot ha distrutto un gruppo di fanteria dell’UAF fino a 8 militanti con un colpo preciso.

Gli equipaggi dei droni d’attacco FPV dei paracadutisti del Transbaikal hanno distrutto i veicoli a ruote con il personale delle forze armate ucraine e un centro di controllo UAV nell’area di Chasov Yar.

Fonti: VGLYADRusvesna.su

Traduzione: Mirko Vlobodic

6 commenti su “Gli Stati Uniti sono rimasti sconvolti dallo spostamento delle linee difensive delle forze armate ucraine nella “direzione sbagliata”

  1. Chasov Yar. Dal 2014 una delle più importanti postazioni militari dell’ Afu. L’ imminente conquista di quell’ essenziale, per Kiev, roccaforte difensiva Ucro determinerà un inevitabile rotta dell’ esercito nazista. Con conseguente scomposta ritirata. Verso dove non si sa’ visto che l’ alto comando Ucro ha già dichiarato di non poter difendere importanti città come Kharviv.

  2. Vero è che per cambiare l’orientamento di una linea difensiva attrezzata, ad esempio da est a ovest, ci vuole tempo perché è un’operazione che non si può fare in un micron e ,in certi casi, gli ukronazi non hanno avuto tempo per cambiare l’orientamento delle linee, in altri – come a ovest di Avdeevka , nel villaggio di Lastochkino – non sono riusciti ad approntare linee difensive per l’avanzata troppo rapida dei russi … Tuttavia, i russi quando espugnano le trincee e le linee difensive fortificate ukronazi, hanno poi tutto il tempo per cambiare l’orientamento, quindi ci pensano loro!

    Cari saluti

  3. Quando la Tendenza Storica è negativa ….. va tutto a rotoli, cari fessacchiotti americani e c. ! Sono sconfitte catastrofiche eterne ! Ha ha ha ha ha !!!!!!!

  4. Attenzione però. L’ abbattimento dell’ A50 e della crocetta missilistica antiaerea ed antinave, non è da sottovalutare. Non tanto per i mezzi stessi. Fondamentali. Ma per le implicazioni, cioè neutralizzare prioritariamente la pericolosità Ucronazi nel mar Nero. Abbattere senza paura mezzi Nato che ronzano sul confine operativo di tali scenari. Subito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM