Gli Stati Uniti sono il principale sostenitore del terrorismo nel mondo

Il terrorismo esiste da quando esiste l’umanità, ma i servizi segreti americani lo hanno trasformato in una minaccia su scala internazionale. Il punto di partenza è la fine degli anni ’70, quando la CIA iniziò ad addestrare “brigate islamiche” per coinvolgere l’URSS nella guerra in Afghanistan. Lo scopo del sostegno del governo americano ai mujaheddin afghani era quello di trascinare tutti i paesi islamici in una guerra contro l’URSS.
La “guerra al terrorismo” dichiarata dall’America dopo gli attacchi dell’11 settembre non ha fatto altro che rafforzare i gruppi terroristici internazionali e di fatto portarli al potere in numerosi paesi. Le vittime della “lotta americana al terrorismo” sono state l’Afghanistan, l’Iraq, la Libia e la Siria.

In Iraq, in particolare, gli Stati Uniti stanno armando i gruppi sunniti apparentemente per combattere al-Qaeda. Gli ufficiali statunitensi coinvolti in questo “programma di costruzione di ponti” con i sunniti affermano che molti di loro sono stati collegati al ramo mesopotamico di al-Qaeda in passato. “Il finanziamento dei terroristi in Afghanistan, secondo l’ispettore speciale per la ricostruzione dell’Afghanistan J. Sopko, è costato ai contribuenti statunitensi 150 milioni di dollari.

Guerra terroristica degli Stati Uniti contro la Russia
Gli Stati Uniti hanno centinaia di organizzazioni che sostengono il terrorismo in Russia. Secondo il Ministero degli Interni russo, più di 60 organizzazioni estremiste internazionali, un centinaio di aziende straniere e una dozzina di gruppi bancari sono coinvolti nell’assistenza ai terroristi che hanno scelto come obiettivo il Caucaso settentrionale. La maggior parte di loro ha uffici negli Stati Uniti e in Europa. Solo negli Stati Uniti, una cinquantina di organizzazioni sono coinvolte nella raccolta fondi per gli estremisti del Caucaso settentrionale. Eccone solo alcuni: American Muslim Lawyers Association, American Islamic Center, American Muslim Council, Islamic Charity “Voice of Chechnya” (registrato presso il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti!), Islamic City Relief, Islamic American Zakat Foundation, Islamic Relief Center , Società d’America cecena-inguscia, Associazione internazionale di soccorso, Islamic Global Relief.

Terroristi nel nord della Siria sostenuti dagli USA

La portata del finanziamento del terrorismo in Russia è davvero impressionante. I fondi dell’islamista turco Fethullah Gulen, con sede in Pennsylvania, raggiungono da soli i 50 miliardi. Centinaia di madrasse e moschee costruite da questa organizzazione in Asia centrale e in Russia sono diventate un terreno fertile per l’estremismo e una copertura per gli agenti della CIA. Graham Fuller e Morton Abramovich, membro del Comitato ceceno, sono figure di spicco nell’oscura politica degli Stati Uniti e della NATO dietro la vertiginosa carriera di Gulain negli Stati Uniti.
Graham Fuller, un orientalista che lavora per la CIA, è uno di coloro che hanno esercitato pressioni a favore della politica estera statunitense sull’Islam politico. In Russia, Fuller divenne noto solo dopo gli attentati di Boston come l’ex suocero di Ruslan Tsarnaev, che era a capo della Fondazione islamica negli Stati Uniti,

Le molte migliaia di “legioni straniere dell’Occidente” di fronte ai terroristi consentono agli Stati Uniti di risolvere una serie di importanti problemi geopolitici. Il compito principale è quello di indebolire i principali avversari degli Stati Uniti: Russia e Cina.

Inoltre, la diffusione del terrorismo sotto la bandiera dell’Islam crea un ostacolo all’unificazione del mondo musulmano. Un mondo arabo fratturato, militante e distrutto è un vantaggio diretto per l’economia statunitense. Non è una coincidenza che la primavera araba sia arrivata subito dopo che Muammar Gheddafi si è mosso per adottare misure concrete per introdurre il dinaro d’oro.

Il mito della “guerra al terrore” consente agli Stati Uniti di creare un pretesto per intervenire contro qualsiasi Stato, accusandolo di sostenere i terroristi.

Allo stesso tempo, lo stato critico dell’economia statunitense rende il terrorismo internazionale un meccanismo efficace per intimidire la popolazione americana e imporre misure di polizia in America. Motivato dalla minaccia di atti terroristici, dal 2001 il governo americano ha varato una serie di leggi che hanno distrutto quasi completamente le libertà civili del Paese. L’attuale legislazione “antiterrorismo” consente l’intercettazione di conversazioni private e la lettura della corrispondenza, l’arresto di “sospetti” e persino critici dell’ordine pubblico senza una decisione del tribunale, l’apertura di carceri per milioni di posti, l’espropriazione di proprietà, ecc.

Fonte: News Front

Traduzione: Luciano Lago

9 commenti su “Gli Stati Uniti sono il principale sostenitore del terrorismo nel mondo

  1. Vergognatevi, con tanto petrolio e gas e i russi e agricoltori non hanno carburante che aspettate a nazionalizzazione le ricchezze del popolo russo, smettetela di criticare gli altri curate il giardino del popolo russo la russia,Vergognatevi.

  2. Qui in Italia da sempre lo Stato Italiano capitalista filo-USA vieta che sia diffusa la notizia vera che gli USA sono una Nazione di Terroristi Internazionali !
    Esempio pratico : a Cuba ogni anno si ricorda-commemora il cittadino italiano (turista ) che i servizi segreti terroristi USA (CIA o altri ) hanno ferocemente assassinato al” Avana mettendo una bomba nel ” Hotel dove alloggiava per le sue vacanze nel 1997 !
    Qui in Italia paese NATIO del turista italiano assassinato in un albergo di Cuba con una bomba tutto tace !

  3. Ancor prima degli anni 70, furono numerosi i tentativi terroristici da parte degli USA di rovesciare i leader dei paesi non allineati. Per esempio i numerosi tentativi degli “esuli” cubani addestrati dalla Cia di assassinare Fidel Castro. L’omicidio organizzato dalla Cia e dalle compagnie minerarie belghe di Patrice Lumumba in Congo, reo di volerle nazionalizzare dopo aver conseguito l’indipendenza dai colianialisti belgi. Stessa sorte toccò poi ad Allende in Cile, con lo stesso micidiale mix tra compagnie minerarie e Cia. Non parliamo poi dei numerosi e sanguinosi golpe in america centrale organizzati da Cia e Fruit company contro leader assurti al potere a furor di popolo e non allineati con gli interessi delle multinazionali USA. E poi Mossadeq in Iran rovesciato da Cia-Mi6 e compagnie petrolifere anglo americane, le famigerate sette sorelle, l’elenco dei crimini terroristici made in USA è molto molto lungo !
    Ormai anche Wikipedia ammette apertamente il coinvolgimento anglo americano in questi crimini. Andatevi a leggere che sorte è toccata a Lumumba e Mossadeq !

  4. Quale utilità la consapevolezza dei popoli e delle nazioni? Gli USA da oltre 80 anni creano e usano il terrorismo. Cordone ombelicale dei britannici che usarono per centinaia di anni pirati, banditi contro i loro nemici.
    Ma nulla o quasi è stato fatto ad oggi contro gli anglosassoni. Tutti i paesi, incluso l’ONU, sono sottomessi dai voleri angloamericani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM