Gli Stati Uniti rifiutano l’invito di Israele a iniziare la Terza Guerra Mondiale (per il momento)

di Caitlin Johnstone

Biden potrebbe porre fine a tutto questo con una semplice telefonata. Il fatto che non lo faccia significa che è un mostro, e nessuna quantità di mass media che riportano come sia “preoccupato” e “frustrato” dalle azioni di Israele potrà mai cambiare questa situazione.

L’Iran ha attuato la ritorsione promessa da tempo in seguito all’attacco israeliano al suo consolato a Damasco, lanciando una massiccia raffica di droni e missili che, a suo dire, hanno colpito e distrutto obiettivi militari israeliani, mentre Israele sostiene che hanno causato solo danni superficiali e pochi feriti. Secondo quanto riferito , gli Stati Uniti e i loro alleati hanno contribuito ad abbattere una serie di proiettili iraniani.

Come abbiamo discusso prima dell’attacco, la classe politico-mediatica occidentale si sta comportando come se si trattasse di un attacco non provocato lanciato contro l’innocente vittima dagli occhi di bambù che è Israele. I commenti di funzionari ed esperti occidentali e i titoli dei mass media omettono il più possibile il fatto che Israele ha innescato queste ostilità con il suo atto estremo di aggressione in Siria. Qui in Australia, il Sydney Morning Herald ha informato i suoi lettori dell’attacco al consolato iraniano solo nel decimo paragrafo dell’articolo, dicendo soltanto che l’Iran aveva ” accusato ” Israele di aver lanciato l’attacco, perché Israele non lo aveva mai confermato ufficialmente .

Indipendentemente da ciò, l’Iran afferma che l’attacco è ormai terminato. Dato che non vediamo segni di danni ingenti, l’affermazione dell’Iran secondo cui la sua ritorsione sarebbe stata calibrata per evitare un’escalation in una guerra regionale su vasta scala sembra essere stata corretta, così come l’affermazione di Washington secondo cui non si aspettava che l’attacco fosse abbastanza grande da trascinare gli Stati Uniti in guerra.

Secondo un nuovo rapporto di Axios, Biden ha detto personalmente a Netanyahu che gli Stati Uniti non avrebbero sostenuto alcuna risposta militare israeliana all’attacco iraniano. Un anonimo alto funzionario della Casa Bianca ha detto ad Axios che Biden aveva detto a Netanyahu: “ Hai vinto. Take Victory ”, riferendosi al numero di armi iraniane rimosse dal cielo dalla coalizione internazionale per la difesa di Israele. A quanto pare, l’impegno militare della Casa Bianca contro l’Iran si limita a mitigare i danni causati dall’attacco iraniano.

Droni iraniani

E per questo ringraziamo tutti i santi. Una guerra tra l’alleanza statunitense e l’Iran e i suoi alleati sarebbe un incubo, facendo sembrare gli orrori a cui abbiamo assistito a Gaza negli ultimi sei mesi un episodio di Peppa Pig.

Ma il semplice fatto che Washington rifiuti di farsi coinvolgere non è sufficiente. Come ha osservato Trita Parsi del Quincy Institute su Twitter, ” Biden deve PREVENIRE un’ulteriore escalation, non solo dichiarare il suo desiderio di restarne fuori “ .

Israele, infatti, ha già fatto sapere che attuerà un’escalation contro l’Iran. Il canale israeliano Channel 12 cita un alto funzionario anonimo che afferma che il contrattacco iraniano riceverà una ” risposta senza precedenti “.

“ Israele ha già informato gli americani e i governi regionali che la sua risposta è inevitabile ”, riferisce The Economist . “ Le sue opzioni militari includono il lancio di droni sull’Iran e attacchi aerei a lungo raggio sull’Iran, possibilmente su basi militari o impianti nucleari ”.

Non è ancora chiaro in che misura l’ultimo messaggio dell’amministrazione Biden influenzerà i calcoli di questa posizione, ma i mass media riferiscono che i funzionari della Casa Bianca temono che Israele si stia preparando a fare qualcosa di estremamente sconsiderato che potrebbe trascinare gli Stati Uniti in una guerra che preferirebbero evitare.

NBC News riporta quanto segue:

” Alcuni alti funzionari statunitensi temono che Israele possa agire rapidamente in risposta agli attacchi dell’Iran senza pensare alle potenziali ricadute successive, secondo un alto funzionario dell’amministrazione e un alto funzionario della difesa.

Queste preoccupazioni derivano in parte dalle opinioni dell’amministrazione sull’approccio adottato da Israele nella guerra contro Hamas, così come nell’attacco a Damasco.

Il presidente Joe Biden ha espresso in privato preoccupazione per il fatto che il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu stia cercando di coinvolgere gli Stati Uniti in un conflitto più ampio, secondo tre persone che hanno familiarità con i suoi commenti .

Fregata iraniana lanciamissili

Questa preoccupazione è stata espressa già da tempo. All’inizio di questo mese, Paul Pillar di Responsible Statecraft ha sviluppato una forte argomentazione secondo cui Netanyahu ha molto da guadagnare personalmente dal trascinare gli Stati Uniti in una guerra con l’Iran per aiutarlo a distogliersi dai suoi problemi legali e politici.

Che sia così o no, è del tutto assurdo che l’amministrazione Biden si accontenti di sperare passivamente che ciò non accada, come se non avesse voce in capitolo e come se non potesse fare nulla per impedire un simile evento in questo momento.
Biden ha avuto l’opportunità di porre fine a questo insensato ciclo di escalation in Medio Oriente iniziato sei mesi fa, chiedendo un cessate il fuoco a Gaza e chiedendo che Israele ponga fine al freno alla sua macchina omicida, come hanno fatto con successo i presidenti americani in passato.

Biden potrebbe porre fine a tutto questo con una semplice telefonata. Il fatto che non lo faccia significa che è un mostro, e nessuna quantità di resoconti dei mass media sulla sua “preoccupazione” e “frustrazione” per le azioni di Israele potrà mai cambiare questa situazione.

Fonte: Caitlin Johnstone

Traduzione: Luciano Lago

10 commenti su “Gli Stati Uniti rifiutano l’invito di Israele a iniziare la Terza Guerra Mondiale (per il momento)

  1. La Storia è nemica dell’occidente dominato dagli americani e c. Sono già condannati a finire, qualsiasi iniziativa va nel senso opposto ai loro desideri. poveri fessacchiotti illusi. Oramai i dibattiti al vertice americano sono accesi e denotano il parossismo di chi è agitato.
    E’ proprio vero, chi è in rovina crede di essere sulla cresta dell’onda …………………. (mi viene da ridere) …………………
    Gli americani sono fifoni e codardi; se il loro nemico è disarmato o poco armato, sono leoni ……………….. mentre difronte a Popolazioni armate e guerriere, come successe in Iraq ………… hanno bisogno dei pannoloni ……………………… (mi ricordo foto di marines con i pantaloni lordi ……….. gli hanno fornito i pannoloni per il coraggio dimostrato …………..) Ha ha ha ha ha !!!!!!!

  2. Gli States, forse consci che il loro potere di paura e deterrenza, sono molto riluttanti a proseguire l’ escalation. Forse hanno capito che l’ Iran gli fa’ il mazzo quadrato, non solo la Russia. E che i troppi fuochi rischieranno di bruciare la troppa carne vaccara e sionista!

  3. La follia di Israele è ormai da tempo una minaccia molto seria alla pace, l’insensatezza della politica di Telaviv mira a distruggere, annientare, umiliare e non ammette repliche. E non mi si venga a dire che Netanyahu fa quello che fa solo per salvarsi politicamente perché questo non basta a giustificare ciò che sta accadendo. Qui c’è altro. Io sono convinto che l’escaletion a cui stiamo assistendo è stata attentamente pianificata eper questa ragione non mi stupirei affatto se in questa presunta,fino ad ora, reazione, lo stato ebraico usasse armi nucleari tattiche. È una possibilità concreta. Certo in quel caso loro stessi sarebbero i primi ad essere colpiti e distrutti ma cosa succederà subito dopo al mondo intero? Non so che pensare, e non ho paura, ma, possibile che l’umanità periodicamente ricada negli stessi errori sanguinosi che hanno causato sofferenze atroci senza mai imparare un bel niente? A quanto pare per saperlo basterà aspettare…solo un po’ .

    1. Concordo parola per parola. Mi permetto d’ aggiungere solo che molto probabilmente hanno già usato, i sionisti, un ordigno nucleare tattico, nel porto di Beirut nel 2020. L ‘ episodio fu’ definito un esplosione accidentale di uno stock di fosforo bianco negl’ hangar, dai media occidentali, ma non ci ho mai creduto. Oltre 200 morti e migliaia di feriti e sfollati. Saluti

    2. Ci scommetti che lo farà per primo Putin? Anzi in parte sta provando con la fuoriuscita di radiazioni sulle centrali ucraine,che per me equivale a un attacco atomico….

  4. Gli Usa si sono specializzati nelle guerre per procura contro chi sono loro di ostacolo alla propria potenza e alla loro pretesa di voler governare il mondo intero. Ucraina ed Israele si stanno prestando a questo gioco degli Usa l’una contro la Russia, l’altra contro l’iran la Siria Hamas Hebzollah i palestinesi. Vogliono anche che il consenso internazionale stia dalla loro parte e che il nemico si indebolisca .in modo che intervengano sul sicuro per annientarlo. QQuesto e successo a Hiroshima e Nagasaki, nei Balcani, in Iraq

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM