Gli Stati Uniti richiamano gli alleati a serrare le file, mentre Putin riunisce il Consiglio di guerra

Gli Stati Uniti richiamano gli alleati a serrare le file, mentre Putin riunisce il Consiglio di guerra

di Luciano Lago
Nel panorama politico di ieri ci sono state 3/4 notizie importanti relative alla guerra in cui si evidenzia il modo ostinato e compulsivo con cui gli USA si stanno muovendo per captare alleati con i quali serrare le file in caso di guerra con Cina.
E’ stata indetta una riunione a Camp David con i premier del Giappone e della Corea del Sud, nella stessa sede, Camp David, dove si tennero le riunioni precedenti in relazione alle guerre sostenute dagli USA, nel Vietnam, a Cuba con la tentata invasione della baia dei Porci, contro l’Iraq di Saddam Hussein nel 2023, contro la Siria ed altre occasioni delle storia recente.
Dalla parte russa si è registrata una nuova dichiarazione del cancelliere Sergey Lavrov il quale ha detto che persone con indole razzista dirigono i paesi occidentali come l’alto rappresentante dell’UE, Josep Borrell il quale divide il mondo in 2 Habitat, quello del giardino fiorito (l’Europa) e della Jungla (il resto del mondo), con una visione del mondo così razzista da considerarsi superiori ed in diritto di imporre le proprie regole agli altri.
Una nuova notizia viene da Biden il quale dichiara di volersi riunire con il leader della Corea del Nord dove il tema principale sarebbe la denuclearizzazione della penisola coreana senza condizione previa, tuttavia non si conosce ancora la risposta.
Siamo disposti a sederci al tavolo dei negoziati senza precondizioni preliminari, ha fatto seguito il segretario Antony Blinken.
La notizia ha suscitato una attacco di risate da parte di tutti i principali diplomatici del mondo. Si aspetta la reazione di Kim Jong, il premier nord coreano.

Putin con lo Stato Maggiore

Altro fatto importante è che Putin ha riunito intorno ad un tavolo tutte le alte cariche militari nel quartier generale delle forze russe a Rostov sul Don, dove Putin ha ascoltato tutti i responsabili militari, fra cui il generale Valerij Gerasimov e gli alti comandanti supremi delle forze russe, cosa che fa pensare a un prossimo incremento delle azioni militari russe nel teatro di guerra.
Altra riunione importante a Minsk, in Bielorussia, dove si celebra il congresso internazionale antinazista. In questo convegno si è discusso sugli sviluppi della guerra e il premier Lukashenko ha denunciato le minacce che sono pervenute dalla Nato contro la Bielorussia che fu la parte più sacrificata durante la grande guerra patriottica contro il nazismo. Nel documento si fa riferimento agli avvenimenti in Ucraina dove, dal golpe del 2014, la Nato ha creato una fonte di pericolo militare costante contro il mondo russo per creare in Ucraina una piattaforma anti russa e si è voluta destabilizzare la sicurezza della regione, della Russia, dalla Bielorussia e dei paesi dell’est Europa.
Le élite politiche occidentali moderne stanno impiantando un sistema totalitario celato sotto una apparente cortina retorica di democrazia e liberismo. Questa retorica viene utilizzata per accusare la Russia, la Bielorussia e i paesi che non si piegano al dominio anglo USA come autoritari e revisionisti ma in realtà il totalitarismo, il razzismo e l’intolleranza sono una caratteristica delle società dominate dai nuovi nazisti, come l’Ucraina e le Repubbliche Baltiche. Sono loro che glorificano i criminali nazisti del III Reich, come Bandera e sono loro che demoliscono i monumenti degli eroi della grande guerra patriottica.
Lukashenko ha promesso di combattere assieme alla Russia qualora ci sia una minaccia contro la sicurezza di entrambi i paesi ed ha fatto riferimento alle armi nucleari presenti sul proprio territorio che sono da considerare un deterrente contro le minacce aggressive della Nato, della Polonia e dell’Ucraina.
Il messaggio è arrivato alle cancellerie di Bruxelles e dei paesi della Nato,

6 commenti su “Gli Stati Uniti richiamano gli alleati a serrare le file, mentre Putin riunisce il Consiglio di guerra

  1. Dopo Amburgo e Dresda, Hiroshima e Nagasaki i macellai anglo parlano di serrare le fila? Se ci fosse capacità di ragionare Germania e Giappone dovrebbero cogliere la palla al balzo e, minimo, mandarli afff…..

  2. L’ora delle decisioni irrevocabili sta per scoccare per l’ennesima e forse per l’ultima volta. Da cacciatori raccoglitori a distruttori di Mondi. E’ stato un grande passo per L’Umanita’…Non tutti gli animali ci sarebbero riusciti.-

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM