Gli Stati Uniti pongono il veto alla risoluzione del Consiglio di sicurezza dell’Algeria che chiede il cessate il fuoco a Gaza

20 febbraio 2024 19:09
Gli Stati Uniti ancora una volta hanno bocciato una risoluzione sul cessate il fuoco a Gaza in quanto si parla del genocidio dell’occupazione israeliana nella Striscia sotto assedio.

Martedì gli Stati Uniti hanno bloccato una risoluzione del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite sponsorizzata dall’Algeria che chiedeva un cessate il fuoco umanitario di emergenza a Gaza.

13 membri del Consiglio di Sicurezza dell’ONU hanno votato a favore, mentre il Regno Unito si è astenuto e gli Stati Uniti hanno posto il veto alla risoluzione.

La risoluzione proposta richiedeva “un cessate il fuoco umanitario immediato che deve essere rispettato da tutte le parti”.

La risoluzione esorta inoltre tutti i soggetti coinvolti nella guerra a “rispettare i propri obblighi ai sensi del diritto internazionale”, in particolare nei confronti dei civili e degli ostaggi, oltre a chiedere l’immediato rilascio di tutti i prigionieri.

Nella risoluzione si dichiara anche “l’accesso umanitario completo, rapido, sicuro e senza ostacoli all’interno e all’interno dell’intera Striscia di Gaza”.

L’inviata statunitense all’ONU Linda Greenfield ha affermato che il progetto di risoluzione non era “un meccanismo efficace”, rifiutando qualsiasi cessate il fuoco fino al rilascio dei prigionieri.

Il rappresentante della Cina all’ONU, Zhang Jun, ha espresso rammarico e frustrazione per la mancata approvazione del progetto di risoluzione algerino.

Jun ha affermato che rifiutare la proposta di risoluzione che chiede un cessate il fuoco immediato non permette di raggiungere la pace a lungo termine. Piuttosto, questo aggraverà l’attuale crisi a Gaza.

Nota: Gli Stati Uniti sono in tutta evidenza i principali complici e fautori del genocidio della popolazione di Gaza e le loro argomentazioni sono soltanto pretesti per dare a Israele campo libero per la sua azione genocida.

Fonte: Agenzie

9 commenti su “Gli Stati Uniti pongono il veto alla risoluzione del Consiglio di sicurezza dell’Algeria che chiede il cessate il fuoco a Gaza

  1. D’ altronde gli USA danno anche ad Israele le armi per compiere il genocidio!
    Non ci si puo fidare di loro ed in generale della Nato

  2. Risultato del voto sulla richiesta algerina di cessate il fuoco al consiglio di sicurezza Onu :
    Russia, Cina e Francia hanno votato a favore del cessate il fuoco (sebbene il rappresentante francese chiedesse anche una condanna di Hamas), gli USA contro, GB astenuta ! Solito copione ! Questa volta non era previsto il voto dell’intera assemblea e i servi europei hanno evitato l’imbarazzo di astenersi o votare contro ! Forse stavolta ci sarebbe stata una spaccatura interna alla UE !

  3. Gli USA sono nati, da un genocidio ed ora sono un po’ in crisi d’astinenza…Per questo mettono il veto. Sterminare gente indifesa e’ un vizietto che hanno da sempre, se non possono farlo loro direttamente…Lo fanno fare ai loro migliori amici. As godono istess.-

  4. Israele è un pezzetto del mondo anglosassone ficcato in Medio Oriente per far la guardia ai pozzi di petrolio da depredare, per mettere zizzania tra mussulmani e altre imprese ”commendevoli” come queste : per destabilizzare. Se gli arabi raggiungessero l’accordo tra loro, per Israele sarebbe finita dopo tutte le mostruosità che i sionisti hanno commesso e commettono

  5. Gli usa sono governati dagli ebrei/ sionisti e filo-sionisti, quindi non c’è da stupirsi che approvino il genocidio a Gaza perpetrato dagli ebrei (protetti dagli ebrei che governano gli usa).

    Cari saluti

  6. Non certo una novità, ma piuttosto una strategia infame. Un vero doppio gioco. Una retorica pacifista per tutti, ma se a fare la guerra sono Usa ed Israele va’ tutto sempre bene. Attacchi preventivi e violazioni dell’ integrità nazionali. Dovuti. Uno scambio di cortesie. Parliamo di pace, ma ti bombardo. Un atteggiamento schifosamente duplice ed ingannevole da parte di chi, gli Stati Uniti d’ America, dovrebbe invece essere esempio di rettitudine. Come membro fondante dell’ Onu. Ma se il Venezuela di Maduro ne ha chiuso la sede e sbattuto fuori il personale, un valido motivo ci sarà..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM