Gli Stati Uniti lanciano un allarme e avvertono della “minaccia dell’Iran” nel Golfo Persico

Le preoccupazioni per la sicurezza dei corsi d’acqua in Medio Oriente nel corso dell’ultimo anno sono sorte a causa di una serie di attacchi alle navi commerciali, insieme all’aumento delle tensioni tra gli Stati Uniti e i suoi alleati arabi, da un lato, e l’Iran, dall’altro.

Il governo degli Stati Uniti ha emesso un nuovo avvertimento per le navi che navigavano nei corsi d’acqua in Medio Oriente dopo l’omicidio di un alto comandante iraniano in un attacco di droni.

L’amministrazione marittima ha diffuso un messaggio di avvertimento “la possibilità di un’azione iraniana contro gli interessi marittimi degli Stati Uniti nella regione”.

L’avviso è attivo da lunedì 6 gennaio a lunedì 13 gennaio e non differisce molto dall’avvertimento originale emesso venerdì scorso. Indica “minacce multiple segnalate” nel Golfo Persico, nello Stretto di Hormuz, nel Golfo di Oman, nel Mar Arabico, nel Mar Rosso, nel Golfo di Aden e nell’Oceano Indiano.

Nel messaggio non è chiaro quali minacce siano state identificate e quando.

Fatto sta che, sulle navi statunitensi e britanniche dirette nel Golfo Persico, si vive un clima di apprensione. Ci si aspetta da un momento all’altro che le forze armate dell’Iran possano colpire come forma di rappresaglia una o più unità navali o petroliere in transito ma non si ignora dove e quando.

Manifestazioni di cordoglio e di rabbia in Medio Oriente

Gli attacchi potrebbero presto verificarsi in rappresaglia per l’omicidio mirato effettuato dagli USA in Iraq contro il generale iraniano Soleimani, nella scorsa settimana, fatto questo che ha indignato mezzo mondo ed in particolare tutti i paesi islamici dell’area medio orientale ed asiatica, dall’Iraq fino alla Malesia, dove si sono svolte un grande numero di manifestazioni anti americane con la partecipazione di enormi masse di persone.

Un clima di attesa vi vive in tutta la zona che si sta trasformando in una vera forma di psicosi.

Le ambasciate USA e del Regno Unito hanno raccomandato a tutti i cittadini statunitensi e britannici di rientrare in patria e di adottare precauzioni per la loro sicurezza. Non si possono escludere anche attacchi isolati contro cittadini statunitensi che si trovino a circolare nei paesi interessati da queste manifestazioni antiamericane.

Fonti: Hispan Tv Press Tv

Traduzione: Luciano Lago

Inserisci un Commento

*

code