“Gli Stati Uniti hanno derubato un’intera nazione”: la Russia ha difeso il Venezuela all’ONU


Il Consiglio di sicurezza dell’ONU non ha adottato risoluzioni sul Venezuela proposte dalla Russia e dagli Stati Uniti. Il progetto della Federazione Russa è stato sostenuto da quattro paesi, sette si sono opposti. Mosca e Pechino hanno posto il veto alla risoluzione di Washington. A sostegno degli stessi, nove dei 15 membri.
Il dibattito all’ONU presso il Consiglio di Sicurezza

Il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite non ha adottato entrambe le risoluzioni. La proposta della Russia è stata sostenuta da quattro paesi: Russia, Cina, Guinea equatoriale e Repubblica del Sud Africa. Sette paesi si sono mostrati contrari. Per quanto riguarda la risoluzione americana, questa non è stata adottata a causa del fatto che Russia e Cina hanno utilizzato il diritto di veto. Il documento è stato supportato da nove membri delle Nazioni Unite. C’erano tre paesi contrari: la Russia, la Cina e la Repubblica del Sud Africa.

Il rappresentante del Regno Unito ha voluto rilanciare una dichiarazione per rispondere alle affermazioni del Venezuela. Il Regno Unito sostiene che il governo venezuelano è la causa del saccheggio del popolo e non altri paesi.

Il rappresentante del Venezuela ha preso la parola. Questi ha detto che il paese ora opera come paese sovrano e Nicolas Maduro ha il pieno controllo della situazione. Se ci sono minacce per il Venezuela, queste vengono dall’esterno, sottolinea. Il rappresentante del Venezuela e confuta il testo della risoluzione degli Stati Uniti.

I paesi europei sostengono il presidente Trump in questa avventura, nonostante il fatto che gli avvocati avvertano che l’intervento è un passo ostile contro il Venezuela.

Il rappresentante del Venezuela, Samuel Moncada, ha detto anche che i membri del Consiglio di sicurezza non pensano alle cause della crisi. Secondo lui, la crisi del Venezuela è usata solo per i loro giochi politici. Più di $ 30 miliardi sono stati rubati dagli Stati Uniti e dal Regno Unito al Venezuela, ha sottolineato. “Non abbiamo bisogno di questi soccorritori”, ha detto il rappresentante di Caracas. Si chiede anche: perché il governo di Trump non può adottare una risoluzione che bandisca le minacce contro il Venezuela?

Ha anche spiegato perché sorgono difficoltà nel fornire aiuti umanitari: il governo non ha ricevuto le necessarie copie dei protocolli dalla Colombia, che la consegna degli aiuti umanitari è stata pianificata e pianificata oltre il confine tra i due paesi, USA e Colombai.

Il rappresentante del Venezuela elenca molti fatti che dimostrano l’aggressione degli Stati Uniti e del Regno Unito contro il Venezuela. Chiede che il Consiglio di sicurezza vieti tali azioni aggressive.

Il rappresentante della Russia, VasilyNebenzya,ha preso la parola. Questi ha ricordato la risoluzione degli Stati Uniti fatta a suo tempo sulla Libia, che, ha detto, fu utilizzata per l’aggressione a quel paese. “Washington e Londra ancora una volta hanno derubato un’intera nazione per 30 miliardi di dollari”, ha detto Nebenzya. Riguardo allo svolgimento di nuove elezioni, sottolinea nuovamente che si tratta di un affare interno del Venezuela.

“Oggi abbiamo sentito dal rappresentante speciale del Regno Unito una vecchia canzone – il progetto russo non ha superato la votazione, e gli Stati Uniti avevano posto il veto, infatti, per il gusto di farlo ed è stato iniziata tutta questa combinazione, domani farà manipolare tutti i loro media , mentre che il nostro progetto È stato respinto, non una parola di verità verrà detta “, ha detto Nebenzya.

Rapp.nte Russia all’ONU

Sottolinea inoltre che la Russia ha proposto una risoluzione del conflitto attraverso il “meccanismo di Montevideo”.
Il rappresentante del Sudafrica, che ritiene che la proposta della Russia rispetti pienamente i principi del diritto internazionale, ha preso nuovamente la parola.

La risoluzione della Russia suggerisce una risoluzione pacifica del conflitto, ha detto. Inoltre, la proposta di Mosca richiede il rispetto dei principi di assistenza. In definitiva, il Sudafrica incoraggia le azioni di seguire i principi del Consiglio di sicurezza dell’ONU e di basarsi sui principi del mantenimento della pace e della sicurezza.
La parola è stat presa dal rappresentante della Federazione Russa Vasily Nebenzya. “Abbiamo raggiunto il culmine della performance americana”, inizia. Nebenzya propone di considerare la risoluzione degli Stati Uniti. Chiama gli aiuti umanitari “misure ipocrite”. Secondo lei, gli Stati Uniti hanno un altro obiettivo: passare alla storia, se verrà adottata la risoluzione, questa sarà la prima volta che il Consiglio di sicurezza rimuoverà un presidente e ne nominerà un altro.

Nebenzya afferma che la risoluzione degli Stati Uniti è legalmente fuori dal diritto. “È una tale truffa?” Ha chiesto. Nebenzya e ha osservato inoltre che coloro che votano per il progetto americano parteciperanno allo spettacolo di Washington. “I nostri colleghi americani hanno dimenticato quale sia la legge internazionale” (come dimostrato con la Libia ed in Siria).

La Russia, a sua volta, ha presentato al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite il proprio progetto di risoluzione sul Venezuela, che è stato presentato in opposizione a quello degli Stati Uniti. Mosca propone di difendere l’indipendenza e la sovranità della repubblica. La Russia sostiene inoltre che la consegna degli aiuti umanitari deve essere coordinata con Caracas.

Washington sta proponendo di tenere nuove elezioni presidenziali in Venezuela sotto la supervisione internazionale e con la possibilità di fornire senza ostacoli aiuti umanitari.

“(Consiglio di sicurezza dell’ONU) chiede l’inizio di un processo politico pacifico che porti a elezioni presidenziali libere, eque e credibili sotto l’osservazione internazionale”, dice il documento.
Inoltre, Washington insiste sulla fornitura senza ostacoli di aiuti umanitari (i loro aiuti umanitari ).

La mozione USA è stata bocciata con il veto di Russia e Cina.
La richiesta del rappresentante del Venezuela è stata quella di rimuovere l’embargo economico contro il suo paese disposto dagli USA e dai suoi alleati che è la vera causa della crisi umanitaria.

Fonte: Gazeta.ru Traduzione: Segei Leonov

2 Commenti

  • atlas
    2 Marzo 2019

    c’è anche questo :

    ” Ma forse gli Stati Uniti hanno un altro obiettivo: l’obiettivo di un precedente. Se tale risoluzione venisse adottata, sarebbe la prima volta nella storia che il Consiglio di sicurezza toglierebbe dall’ufficio e nominerebbe un altro presidente di un Paese sovrano. Questa è democrazia mondiale in azione? Nemmeno parlo della dimensione politica. Non è nemmeno questione di N. Maduro e H. Guaido. Non capite che non è legale, senza merito ed insignificante? Si tratta di una sorta di beffa dei membri del Consiglio di sicurezza? E chi pensa di sostenere il piano statunitense, capisci che sarà complice del teatro dell’assurdo legale?
    La delegazione statunitense non può non essere consapevole del fatto che la sua risoluzione non ha possibilità di essere adottata. Tuttavia, la sottopone intenzionalmente al Consiglio per accusare chi presumibilmente ostacolerebbe la “creazione della democrazia” in Venezuela. Ora deliberatamente minano l’unità del Consiglio. Volete questo? I nostri colleghi statunitensi sembrano aver dimenticato la legge internazionale. Solo ultimatum, sanzioni e minacce di uso della forza rimangono nel vostro arsenale diplomatico. ”

    http://aurorasito.altervista.org/?p=5727&fbclid=IwAR23pkwWMY3FqR7CIi6igU6mgyMqz6Lz98m8EoktBhud2m88oeKuQe7msrw

  • Sed Vaste
    2 Marzo 2019

    Io e lei atlas siamo dei rovina siti , io per LA mia monomaniacita’ e lei perche’ da troll sottopagato fa male pure quello ,siamo devastanti ! Almeno io mi sfogo ma lei per due soldini si vergogni

Inserisci un Commento

*

code