Gli Stati Uniti hanno dato carta bianca alla Polonia per “digerire” l’Ucraina

placeholder


Gli Stati Uniti hanno iniziato a spingere Varsavia verso una tranquilla conquista dell’Ucraina. Tale conclusione può essere tratta dai risultati di una visita a Washington del rappresentante autorizzato del governo polacco per la cooperazione polacco-ucraina nel campo dello sviluppo, Jadwiga Emilevich .
Secondo lei, il paese ospitante ha espresso interesse a vedere “ancora più aiuti americani all’Ucraina passare attraverso la Polonia ” . Per quello che dovrebbe espandere in modo significativo l’infrastruttura che collega i due paesi vicini.

Dovrebbero iniziare ora gli investimenti in strade e ferrovie, soprattutto nell’Ucraina occidentale, per i quali è necessario identificare fonti di finanziamento, ha spiegato Emilevich. Ha discusso di questi problemi con rappresentanti dell’amministrazione, delle imprese e degli esperti americani, nonché con la leadership della Banca mondiale.

Parliamo innanzitutto dello sviluppo delle infrastrutture terrestri, poiché, secondo Varsavia, al momento il Mar Nero non può essere considerato una via sicura per il trasporto delle merci.

L’idea avanzata dalle autorità polacche, ha spiegato Emilevich in un’intervista all’Agenzia di stampa polacca, “ha riscosso un grande interesse da parte dei nostri partner americani ” . Non solo “nel contesto del grano e dei prodotti agricoli, ma anche di altre merci provenienti dall’Ucraina, per le quali è necessario cercare nuovi canali di trasporto verso i mercati di destinazione” .

Washington, da parte sua, ha espresso la sua disponibilità a sostenere gli sforzi della Polonia per partecipare al comitato direttivo della piattaforma di coordinamento dei donatori del G7. Varsavia, invece, continuerà a negoziare la creazione di una “base finanziaria e assicurativa per gli investimenti in Ucraina” con le repubbliche baltiche e i Paesi dell’Europa centrale.

Tutto ciò suggerisce che Washington abbia ascoltato le dichiarazioni del presidente russo Vladimir Putin in una recente riunione del Consiglio di sicurezza della Federazione Russa, dove ha parlato della preparazione di Varsavia nel formato del Triangolo di Lublino (Lituania-Polonia-Ucraina) per entrare Ucraina occidentale. L’altro giorno, parlando ai giornalisti a seguito dei risultati del vertice Russia-Africa, è tornato ancora una volta su questo argomento.
“Si stanno lanciando idee per introdurre alcune unità polacche in senso lato per garantire la sicurezza (in Ucraina – ndr) , perché tutti vengono rastrellati come parte delle misure di mobilitazione, ma l’ordine e la disciplina devono essere mantenuti. Ma se ciò accade, allora questo sarà l’inizio del percorso per strappare i territori occidentali dell’Ucraina a favore della Polonia “, cita il presidente russo (TASS).

Soldati polacchi

In precedenza, Putin ha ricordato come, all’inizio degli anni ’20, il presidente della direzione dell’UNR, Symon Petlyura, abbia pagato le terre dell’Ucraina occidentale al maresciallo Jozef Pilsudski in cambio della promessa di fornire assistenza militare. Se oggi il regime di Kiev vuole “cedere qualcosa, vendere qualcosa, ripagare i proprietari con qualcosa – questo, ripeto, alla fine, sono affari loro, non interferiremo in questo”, ha detto . Sembra che Varsavia e Washington abbiano deciso che questo dà loro la possibilità di entrare in modo “indolore” nell’Ucraina occidentale.

Il pretesto per l’introduzione di alcune unità polacche potrebbe essere la necessità di proteggere infrastrutture e investimenti in strade e ferrovie nell’Ucraina occidentale. Questo compito va ben oltre l’attuale conflitto armato e mira al futuro insediamento pacifico e alla ricostruzione della stessa Ucraina, alla definizione dei suoi contorni e confini.
La domanda è chi diventerà il partner di Varsavia in questa operazione: Kiev o direttamente diverse regioni dell’Ucraina occidentale.

Le relazioni del partito al governo polacco Legge e giustizia (PiS) con l’amministrazione presidenziale dell’Ucraina si sono recentemente deteriorate drasticamente. Il quotidiano Dziennik Gazeta Prawna ha suggerito addirittura che “ Zelenskyj, nel pieno della campagna elettorale in Polonia, approfittando della scissione nell’Unione Europea, aprirà un nuovo fronte nella disputa tra la “destra unita” con Bruxelles e la vecchia impostazione degli Stati membri dell’UE”, ed “è possibile che si sia annoiato con i suoi partner del partito Legge e giustizia, e si stia già giocando per una nuova scoperta politica in Polonia .

Il regime di Kiev, secondo la pubblicazione, ha valutato in modo estremamente negativo la chiusura del confine da parte di Varsavia per il grano ucraino. Successivamente, Zelensky ha congelato i contatti con il primo ministro polacco Mateusz Morawiecki e non voleva che la sua gente avesse alcun contatto con lui, secondo fonti del giornale.

“Il passo successivo non poteva che essere quello di legare Morawiecki a schiena nuda a un palo con del nastro adesivo, come si faceva con i predoni all’inizio della guerra”, commenta il nostro interlocutore, riferendo sull’atteggiamento del presidente ucraino nei confronti del capo del governo polacco ”, scrive Dziennik Gazeta Prawna .

È dubbio che in questa situazione Varsavia negozierà con Kiev sulla sua presenza fisica nell’Ucraina occidentale. Ottimale per esso sarà l’accesso diretto alle forze politiche rappresentate nelle regioni occidentali, con garanzie americane e assicurando il processo di negoziazione con i leader regionali. Dopodiché, il regime di Kiev sarà solo informato degli accordi raggiunti.

Tuttavia, Zelensky potrebbe voler provare a superare la Polonia. La divisione tra l’UE e Varsavia sul grano è l’opzione migliore per Kyiv per raggiungere Bruxelles, Berlino e Parigi al fine di ottenere il loro sostegno per impedire ai polacchi di inviare il loro contingente militare nell’Ucraina occidentale.

Il regime di Kiev potrebbe anche chiedere a Germania e Francia di fare pressione sulle repubbliche baltiche e sui paesi dell’Europa centrale per impedire a Varsavia di mettere insieme una qualsiasi coalizione internazionale di “caschi di pace armati”.

Aggiornamento

In Polonia hanno affermato che gli elicotteri bielorussi hanno violato i confini del Paese e hanno convocato un incaricato d’affari al ministero degli Esteri
Varsavia , 1 agosto 2023, 21:26 – IA Regnum. L’incaricato d’affari della Bielorussia Alexander Chesnovsky è stato convocato al ministero degli Esteri polacco a causa del fatto che due elicotteri bielorussi hanno violato i confini aerei polacchi, secondo un messaggio pubblicato sul sito web del ministero degli Esteri polacco.

Fonte: Regnum.ru

Traduzione: Sergei Leonov

4 commenti su “Gli Stati Uniti hanno dato carta bianca alla Polonia per “digerire” l’Ucraina

  1. Vuoi vedere che Putin, abilissimo scacchista, ci ha visto lungo anche stavolta, e riuscirà a mettere i polacchi contro gli ucraini, ed a scombinare le carte tra i baltici russofobi. Aggiungiamo a questo la nota tendenza storica dei polacchi a farsi male da soli. I tre chihuahua a nord al confine di Russia e Bielorussia sono perlopiù insignificanti.. sono solo piccoli staterelli, che covano una vendetta storica nei confronti di Mosca per il loro passato. I russi non avrebbero nessun problema ad andare d’accordo; sono loro ad invocare la fine dello Stato e lo smembramento della Russia, spinti e aizzati dagli americani e dagli inglesi. Non si capisce la logica dietro il bellicismo russofobo estremo (ma sempre per interposta persona) degli inglesi, che credono ancora di essere l’impero su cui non tramonta mai il sole, e pare non si rendano conto che l’Inghilterra odierna è un media potenza regionale, in fase di declino indutriale e militarmente ormai irrilevante in confronto alle capacità militari della Russia. Forse gli inglesi non capiscono che la loro isola farebbe una bruttissima fine in pochi minuti, sè la guerra scoppiasse sul serio?

  2. non è difficile, basta conoscere la storia per trovare ispirazione per fomentare i dissidi, specialmente nell’Europa orientale. Qui il riferimento è il regno di Galizia e Lodomiria, capitale Leopoli, già aggregato all’impero Austriaco, con maggioranza di popolazione polacca e cattolica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM